Che cos’è l’indicizzazione mobile first e come funziona

19 maggio, 2021 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Mobile first

In questa era tecnologica, in cui i dispositivi mobile sono sempre più utilizzati, è essenziale lavorare con l’indicizzazione Mobile-First. Ciò ti consentirà di essere alla portata di quelle persone che utilizzano i loro smartphone o tablet per navigare in Internet.

Perché è così importante implementarla? Soprattutto perché Google ne terrà conto quando ti classificherà nei motori di ricerca. Se il tuo sito web non è ottimizzato per i dispositivi mobile, può essere un problema per il tuo posizionamento.

Il gigante di Internet lavora da diversi anni all’indicizzazione Mobile-First. Ciò ha cambiato il modo in cui le persone effettuano ricerche e navigano sul Web, ampliando l’adozione di dispositivi mobili in quasi tutte le parti della vita degli utenti.

Conosci l’indicizzazione Mobile-First?

indexacion-mobile

Che cos’è l’indicizzazione Mobile First? È la versione mobile del tuo sito web che viene utilizzata da Google per includerlo nel suo indice. Inoltre, è la base per determinare il posizionamento nella pagina dei risultati. In breve, significa che il famoso motore di ricerca utilizza prevalentemente la versione mobile dei contenuti per indicizzare e posizionare i siti.

In precedenza, il bot di Google si basava sulla versione desktop per determinare la pertinenza di una pagina rispetto a una query. Tuttavia, poiché la tecnologia mobile è avanzata, hanno ritenuto necessario modificarla per le varianti mobile.

Va notato che l’indicizzazione Mobile-First non è un indice solo per dispositivi mobile. Ciò significa che se il tuo sito non ha una versione compatibile con questo tipo di apparecchiatura, il sito desktop può comunque essere incluso nell’indice.

Ma non avendo un’esperienza ottimizzata per i dispositivi mobile, potrebbe avere un impatto negativo sul posizionamento del tuo sito web. Inoltre, tieni presente che un sito che ha una migliore esperienza mobile è in grado di ottenere un miglioramento del ranking.

Elementi fondamentali per lavorare con l’indicizzazione Mobile-First

Sapere come funziona l’indicizzazione Mobile-First è essenziale per iniziare a ottimizzare gli elementi della tua pagina. In questo modo sarà molto più semplice eseguirla e vedrai i risultati nei motori di ricerca di Google.

A seguire conoscerai alcune chiavi che dovresti tenere in considerazione:

1.- Controlla se il tuo sito utilizza l’indicizzazione Mobile-First

Verificar-indexacion

Verifica dell’indicizzazione La prima cosa che devi fare è controllare se il tuo sito web è stato spostato in questa indicizzazione per dispositivi mobile. Se lo è già, vedrai una notifica da Google Search Console che ti avvisa. Ma se non riesci a trovare questa conferma, cosa dovresti fare?

Un modo semplice per farlo è aprire la Search Console ed eseguire un’ispezione URL per una delle pagine del tuo sito. Puoi farlo andando alla casella di testo nella parte superiore dello schermo.

2.- L’indicizzazione non può essere disabilitata

Tieni presente che quando passi all’indicizzazione per dispositivi mobile non puoi tornare indietro. L’unica opzione che hai è adattarti. È qualcosa che puoi fare automaticamente dall’applicazione.

Ciò implica che durante lo sviluppo del design del tuo sito web devi prendere i dispositivi mobile come punto di partenza. Inoltre, quando pianifichi il contenuto che pubblicherai, considera come gli utenti visualizzeranno il contenuto sui loro dispositivi mobile.

La buona notizia è che la maggior parte dei siti non deve apportare modifiche radicali. Google stesso ha rassicurato coloro che hanno un sito responsive o uno con una pubblicazione dinamica. In questo caso, il contenuto principale e secondario sono equivalenti su dispositivi mobile e desktop, quindi non dovrebbero modificare nulla.

Un consiglio da tenere a mente

Alcuni potrebbero non sapere come lavorare con questa nuova indicizzazione. Se anche tu ti poni questa domanda, ti consigliamo di parlare con il tuo team di sviluppatori e designer di questa modifica.

Fai capire loro in che modo l’indicizzazione dei dispositivi mobile può influire direttamente sul modo in cui funziona il tuo sito. Inoltre, devono aver chiaro cosa possono fare e cosa dovrebbero evitare. Non si tratta di spaventarli, ma di prepararli a lavorare sulla base di questa versione mobile.

3.- C’è un solo indice di Google

Molti avevano la falsa convinzione che l’indicizzazione mobile proposta da Google dal 2016 gestisse due indici. Cioè, pensavano che ce ne fosse uno per dispositivi mobile e uno per desktop. Ma non è così.

Questa indicizzazione è correlata a Googlebot, che è responsabile della scansione e dell’indicizzazione del tuo sito web, ma non con l’indice dei siti web che Google gestisce. Ciò significa che poiché i siti Web hanno contenuti destinati sia ai dispositivi mobile che ai desktop, non subiranno alcuna modifica al momento del passaggio all’indicizzazione Mobile-First.

Google ha sempre tracciato prendendo prima la versione desktop, lasciando così la versione mobile come versione alternativa. Ma con l’indicizzazione mobile, questa è la versione principale.

4.- Assicurati che il tuo sito sia ottimizzato per i dispositivi mobili

Devi verificare che il tuo sito web sia compatibile da un punto di vista mobile. Puoi farlo con l’aiuto dello strumento Google destinato a questa funzione. Lì inserirai l’URL della pagina e verranno identificati eventuali problemi di usabilità mobile esistenti.

Va chiarito che l’usabilità mobile e l’indicizzazione dei dispositivi mobile non sono la stessa cosa. Questo è essenziale in modo che possano capire in che modo Google tiene traccia delle tue versioni mobile.

Devi sempre assicurarti che le risorse rilevanti non siano bloccate dai file robot.txt. Ciò può impedire a Googlebot di accedervi e può avere un grande effetto sul modo in cui Google visualizza la pagina.

Nel caso volessi effettuare un’analisi dell’usabilità del tuo sito mobile, puoi farlo nella scheda corrispondente che troverai in Search Console. Si trova nella categoria dei «miglioramenti». Lì puoi vedere gli errori a cui dovresti prestare attenzione.

5.- Offre la stessa esperienza sui dispositivi mobile come sul desktop

Un altro aspetto da tenere in considerazione quando si lavora con l’indicizzazione mobile è che l’esperienza presentata in entrambi è la stessa. Ciò significa che l’utente deve navigare e godersi la stessa cosa su dispositivi mobile e desktop.

Sviluppatori e designer spesso si concentrano sull’esperienza utente del singolo sito Web, e va bene. Ma a volte molti elementi sul desktop sono nascosti quando una pagina viene visualizzata su un dispositivo mobile. Ciò porta a diversi tipi di problemi con l’indicizzazione Mobile-First.

Per ottenere una buona esperienza in entrambe le versioni, è necessario che tutte le persone coinvolte in un sito siano istruite su questo argomento. Devono capire che il contenuto deve essere visualizzato in modo ottimizzato per i dispositivi mobile, anziché essere nascosto o rimosso.

Ecco alcuni elementi che possono essere molto utili per ottenere la coerenza tra le versioni mobile e desktop:

  • Dati strutturati.
  • Metadati
  • Tag meta robot.
  • Localizzazione degli annunci.
  • Immagini e video.

6.- Ottimizza la velocità di caricamento

Se c’è qualcosa di cui dovresti occuparti e che dovresti ottimizzare, è la velocità di caricamento del sito web, poiché gli utenti non aspetteranno più di 3 secondi per vedere una pagina caricata. È importante non dimenticare che a nessuno piace navigare in una pagina lenta.

Inoltre, va notato che questo è un fattore molto importante nel posizionamento sul web. In effetti, la velocità della pagina è uno degli aspetti considerati per l’indicizzazione mobile. Quindi assicurati di ottimizzarlo per gli utenti e non solo per i motori di ricerca.

Quando la velocità della pagina è lenta ottieni risultati negativi nella frequenza di rimbalzo, nel tempo che gli utenti trascorrono sul tuo sito web e nel tasso di conversione. Queste cifre possono essere visualizzate tramite un rapporto sulle prestazioni del sito.

Hai ancora domande sull’indicizzazione Mobile First?

Potresti avere ancora alcune domande su questo argomento. Per questo Google offre una guida chiamata “Mobile-First Indexing Best Practices“. In essa troverai i seguenti punti chiave:

  • Come assicurarti che Googlebot possa accedere e eseguire la scansione dei tuoi contenuti.
  • Come assicurarsi che i contenuti siano gli stessi su desktop e dispositivi mobile.
  • Controlla i tuoi dati strutturati.
  • Metti gli stessi metadati su entrambe le versioni del tuo sito.
  • Controlla la posizione dei tuoi annunci.
  • Controlla il contenuto.
  • Best practice aggiuntive per URL separati.
  • Risoluzione dei problemi per Mobile-First.

Con tutte queste informazioni, ora puoi sentirti più tranquillo per affrontare l’attivazione dell’indicizzazione per i dispositivi mobile. E puoi iniziare a lavorare sulla tua strategia di marketing digitale in modo integrato.

Questo è lo strumento di Email Marketing e Marketing Automation di MDirector che integra il nostro generatore di landing page, oltre che Email e SMS Marketing.

Whitepaper esclusivo
Email Marketing, il perfetto alleato dell'e-commerce
Scopri come migliorare le vendite del tuo e-commerce con l'Email Marketing

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?