10 consigli per creare una buona newsletter

10 consigli per creare una buona newsletter

19 maggio, 2014 per NewsMDirector

10 consigli per creare una buona newsletter

Le newsletters possono essere un buon modo per mantenere una comunicazione fluida e diretta con il nostro pubblico. Dobbiamo però tenere in conto i molti fattori che intervengono al momento di realizzare le email affinché vengano lette dai destinatari. Una volta conseguito il passo più difficile, ovvero offrire contenuti sufficientemente interessanti  perché una persona si iscriva alla nostra lista, arriva il momento di offrirgli  un contenuto di qualità e mantenere vivo il suo interesse in forma duratura.

Una newsletter, ad esempio, non è nient’altro che una pubblicazione regolare che un’azienda invia per email ai suoi iscritti. La tematica può essere varia, può includere dalle novità sui prodotti fino alle notizie sull’azienda e sulle sue offerte periodiche.

Ricordiamo che si tratta di un tipo di comunicazione più permissivo di altri perché si basa sull’autorizzazione diretta della persona al fine di ricevere messaggi commerciali attraverso la posta elettronica da parte dell’azienda.

Prima di tutto però dobbiamo avere chiara una cosa. Con la quantità d’email (e Spam) che le persone ricevono nella posta elettronica, dobbiamo distinguerci per essere letti e raggiungere così il nostro obiettivo. Le persone esaminano l’oggetto e dedicano solo alcuni secondi al contenuto delle email, perciò dobbiamo essere rilevanti e conquistare l’attenzione  per il maggior tempo possibile.

Ecco perché abbiamo creato questa lista con 10 consigli per aiutarvi a creare buoni invii di Email marketing. 

 1. Pensa al lettore

È in un buon contenuto che si incrociano gli interessi dell’azienda e quelli del lettore. Deve esserci un equilibrio tra le due parti, sebbene sia importante non dimenticare che una persona leggerà il nostro messaggio e che questo dovrà essere rilevante. Segmentare le tue liste e personalizzare gli invii con i nomi degli iscritti può essere, in questo senso, di grande aiuto.

 2. Scegli il disegno

Il contenuto è importante, è vero, però lo è anche la forma con la quale si  rappresenta. Un buon disegno forma parte del successo dei tuoi invii e può essere un buon modo per essere unico e differenziarti dal resto.

Utilizza disegni che si adattino e che possano essere visualizzati correttamente su tutti i dispositivi. Sii corporativo, fai in modo che il lettore ti identifichi con una sola occhiata.

  3. Fissa degli obiettivi

Il primo passo che devi fare al momento della realizzazione dei tuoi invii sarà domandarti: “Cosa voglio ottenere?”. Così ti sarà molto più facile infocarti sul lavoro e scrivere i contenuti. Può trattarsi per esempio di informare gli utenti sui tuoi nuovi prodotti, di mantenerli informati circa le novità della tua marca, di offrire offerte o sconti periodici.

Pensando a questi obiettivi tutto cambierà nei tuoi invii, dal tono che utilizzerai nella comunicazione fino al disegno o alle immagini. Prenditi del tempo per fissare i tuoi obiettivi e la tua strategia. Non cominciare fino a quando non li avrai perfettamente chiari.

 4. Presta attenzione ai titoli interni

I titoli interni aiutano la lettura e rendono il contenuto agile al lettore. Al giorno d’oggi, con la grande quantità di email che riceviamo diariamente,  non possiamo pretendere che le persone leggano tutta la posta ricevuta.

Porre titoli interni è una buona forma di riassumere  quello che vogliamo comunicare nelle email, affinché il lettore possa dare un’acchiata rapida ai contenuti e soffermarsi su quelli che gli risultino più interessanti.

5. Sii breve e conciso

Ha a che fare con quello che ti abbiamo spiegato precedentemente. La gente non ha molto tempo per leggerti, perciò prova ad esprimere il massimo utilizzando il minor spazio. Una buona idea può essere per esempio offrire un breve riassunto di qualche riga e, dopo, porre un link al contenuto completo nel nostro sito web. Puoi anche utilizzare altre forme che ti permetteranno di essere più breve, come liste o grafici.

6. Utilizza  immagini che servano da complemento alle informazioni

Siamo esseri viventi prevalentemente visivi  e le immagini possono essere un buon modo per catturare l’attenzione dei lettori per poi portarli all’azione. È tanto importante scegliere foto adeguate quanto redarre un buon testo e, dovrai combinare perfettamente ambo le parti al fine di creare un contenuto efficace.

In base al tuo contenuto dovrai dunque dare più importanza ad una o all’altra cosa. In ogni caso, l’ideale sarebbe un equilibrio tra due parti, dove le immagini supportino quello che dicono gli articoli nel testo, che impattino il lettore e rendano il tuo messaggio più allettante.

7. Lavora sull’intestazione

L’intestazione è uno degli elementi più importanti degli invii. È il primo impatto che ha la persona quando apre la tua email. Modella questa sezione e, sopratutto, rendila unica e riconoscibile.

Il lettore dev’essere cosciente di quello che sta leggendo dal primo momento e, se ti ha letto già varie volte e le anteriori gli sono parse interessanti, è un buon segno affinché continui e non elimini la mail prima di averne preso la completa visione.

 8. Non dimenticare il “pie’ di pagina”

È tanto importante creare l’intestazione quanto il pie’ di pagina. Dev’essere un elemento che chiuda il messaggio, che lo completi.

Approfitta di questa sezione per lasciare i dati affinché il lettore possa contattarti o, se lo desidera, lasciarti un feedback. Può anch’essere un’occasione per invitarlo a condividere il messaggio con i suoi amici o sui Social Networks.

 9. Analizza i risultati

La forma migliore di avanzare e crescere è imparare dai nostri abbonati. Il metodo migliore è analizzare i risultati e le statistiche dei nostri invii.

Quale tipo di oggetto ha avuto maggior successo? Quale contenuto ha generato più clic? Queste possono essere alcune delle domande che puoi farti, modificando i tuoi contenuti e ottenendo migliori risultati.

10. Sii regolare

Seti abitui a realizzare un invio settimanale il lunedì, continua a farlo. Non c’è cosa che confonda di più il lettore che la mancanza di regolarità. Come in tutte le cose, può esserci un’eccezione, sempre può nascere qualche problema, però questa non deve essere la norma generale.

Stabilisci un calendario di pubblicazioni e attualo. I tuoi abbonati saranno grati di sapere con quale frequenza riceveranno tue comunicazioni.

 

Vuoi provare tutti i consigli che ti abbiamo mostrato? Registrati su MDirector e crea la tua prima campagna di email in meno di 3 minuti.

Whitepaper gratuito Landing Page
Landing Page efficaci: consigli che ti porteranno al successo

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?