Consigli che ti aiuteranno nella segmentazione delle tue campagne di email

5 consigli che ti aiuteranno nella segmentazione delle tue campagne di email

11 febbraio, 2019 per NewsMDirector

Attirare nuovi clienti è importante come fidelizzare e spingere quelli già acquisiti. In questa missione uno dei tuoi alleati è l’email marketing. Chiaramente in funzione della segmentazione che effettui, sarà più o meno efficace.

Segmentare non è altro che classificare i tuoi utenti in gruppi e sottogruppi fino a trovare il target specifico. Puoi segmentare ad esempio per sesso o affinare un po’ raggruppando gli uomini tra i 25 e i 30 anni a cui piace lo sport.

Negli ultimi anni la mail si è trasformata in un potente strumento per fidelizzare e bussare alla porta dei tuoi clienti. Per questo la cosa principale è avere un database relativo ai tuoi clienti.

Inoltre, affinché il tuo messaggio abbia successo è importante parlare a tu per tu, curando il messaggio e controllando la frequenza di invio.

Vantaggi dell’email marketing

In confronto a altri canali, l’email marketing ha diversi vantaggi:

1 – Si tratta di uno strumento efficace

Al contrario di altri strumenti di lead generation o fidelizzazione di clienti, la cosa più logica è che sia l’utente a fornire i dati. Si tratta di un pubblico proattivo e aperto a ricevere i tuoi messaggi.

2 – Permette di approfittare della segmentazione

Puoi fare in modo che i tuoi messaggi arrivino ai clienti ideali su cui vuoi agire. Più dati sugli utenti hai, più facile sarà definire le caratteristiche. e più probabilmente genererai un messaggio interessante.

3 – Si tratta di un elemento misurabile

La capacità di misurare i risultati è una delle azioni essenziali in qualsiasi campagna di marketing online. In un canale come l’email se utilizzi una piattaforma di email marketing professionale accederai a dati di ogni tipo per valutare l’impatto della tua campagna: aperture, clicks sui link, abbandoni, rimbalzi…

4 – Ha una flessibilità di formati

La grafica di una campagna ti permette di giocare con l’immaginazione. Potrai promuovere più offerte, preparare un invito a un evento, creare una newsletter. Le possibilità sono molte. Il limite è la tua creatività.

5 – Un canale economico

L’investimento in una buona campagna di email marketing non è eccessivo. Inoltre elimini i costi fissi, puoi conoscere i costi che genera e verificare il ritorno dell’investimento.

6 – Un mezzo non intrusivo

Se hai creato bene il tuo database si tratta di una comunicazione desiderata dagli utenti. Quindi non si sentiranno disturbati nella loro intimità quando ricevono i tuoi messaggi. Ciò non significa che puoi bombardarli di messaggi. Devi rispettare la frequenza stabilita.

Un database segmentato, l’asse del successo

Come vedi, le campagne di email marketing hanno diversi vantaggi rispetto a altri canali. Poi sarà una tua decisione vedere se utilizzare strumenti di emailing come complemento di altre azioni su diversi canali.

Avere un database nutrito è vitale per avere successo. Più informazioni sugli utenti hai, più facile sarà adattare le tue campagne a una strategia di segmentazione adeguata. Ma sempre rispettando la legalità. Per esempio devi considerare che in Italia la legge ti obbliga a rispettare il GDPR.

Inoltre tutte le mail devono mostrare un link che permetta all’utente di accedere, editare, modificare o cancellarsi dal tuo database.

A partire da questi aspetti, il segreto del successo è un’adeguata segmentazione. Non serve a niente avere molti dati se non sono correttamente trattati. Da qui l’importanza di segmentare in maniera adeguata la tua lista di utenti. Come? Ecco alcuni consigli:

1 – Caratteristiche demografiche

Uno dei modi principali e più semplici per segmentare è discriminare in funzione delle caratteristiche demografiche degli utenti che fanno parte del database.

Tra le principali caratteristiche demografiche si trovano l’età, il sesso, il luogo di residenza, le entrate o lo stato civile. Conoscere questi dati ti può essere utile dato che ti permette di realizzare campagne promozionali più personalizzate.

Se hai un negozio online non ti sarà difficile raccogliere questo tipo di dati. Richiedendoli nel momento in cui il tuo cliente effettua un acquisto sarà sufficiente. Chiaramente sempre prima di finalizzare l’ordine. Altrimenti corri il rischio che non porti a termine le sue operazioni.

Un altro modo di persuadere i tuoi clienti perché ti forniscano questi dati è offrire qualcosa in cambio. Se l’utente percepisce un beneficio quando cede i propri dati, probabilmente è più semplice ottenerli. Un esempio può essere offrirgli uno sconto sul prossimo acquisto.

2 – Interessi dei tuoi clienti

Un altro modo interessante per fare una segmentazione delle campagne di email marketing è in base agli interessi o preferenze dei tuoi utenti.

Questo tipo di campagne si basa sulla personalizzazione dei messaggi. E quale miglior modo per ottenerlo che considerare i gusti dei tuoi clienti. Per ottenerlo il tuo database deve avere diversi segmenti e categorie che mostrino gusti e passioni.

Per questo sarà necessario che nel form di iscrizione tu includa i campi corrispondenti a questi aspetti. Inoltre con l’intenzione di raccogliere più dati, sarebbe interessante includere un campo libero affinché l’utente possa scrivere ciò che gli interessa ma che non risulta nelle opzioni che offri.

Un’altra questione importante è considerare le domande degli utenti relativamente a quante volte vogliono ricevere le tue comunicazioni. Alcuni vorranno riceverle quotidianamente, altri una volta alla settimana, altri una volta al mese.

Se, per esempio, due clienti si mostrano interessati a ricevere le tue ultime novità, ma uno vuole riceverle ogni giorno e l’altro una volta alla settimana, non puoi inviare lo stesso messaggio a entrambi. Dovresti creare due segmenti differenti, uno denominato ‘Novità quotidiane’ e l’altro ‘Novità settimanali’ per esempio.

3 – Geolocalizzazione

Molte volte ti interessa solo inviare un messaggio alle persone che vivono in una zona o in un paese determinato. In questo caso la tua strategia di segmentazione dovrà basarsi sulla geolocalizzazione. Per gestire queste informazioni ti consigliamo di conoscere questi tre dati:

  • Paese
  • Città
  • Codice postale

Conoscere questa informazione ti apre un ventaglio molto interessante di possibilità con cui potrai dettagliare la tua campagna di email in tre modi concreti che rispondono alle tue necessità in ogni momento.

Immagina di avere un ecommerce che vende prodotti sportivi. Decidi di fare una promozione con spedizione gratuita. Ma solo per coloro che risiedono nel paese e non nelle isole. Se il tuo database riporta la provincia di residenza dei tuoi clienti ti sarà più facile segmentare e inviare la tua campagna solo a coloro che realmente la sfrutteranno.

4 – Segmentazione in funzione del click

Un altro tipo di segmentazione delle tue campagne di email marketing è in funzione dei risultati ottenuti negli invii previ. Quando analizzi l’impatto delle tue newsletter, scoprirai che gli utenti aprono la tua posta. O quelli che cliccano sui link interessa l’argomento e in funzione dei link che cliccano potrai personalizzare i tuoi futuri invii. Questi clicks ti permettono di conoscerli meglio.

Come ottenerlo? Con un’analisi profonda dei link che sono stati cliccati nella newsletter. Si tratta di un lavoro semplice, utilizza una piattaforma di email marketing per inviare le tue campagne. Un complito che ti permetterà di ottenere risultati.

Di fronte a questi casi dovrai ripensare ai contenuti che aprono la tua posta ma non cliccano. Le attività ti offrono anche un dato molto importante. Cambiare la grafica o il modo di presentare le informazioni ella call to action cambia il tipo idi contenuto, la personalizzazione di un’offerta,e cc.

5 – Secondo la reputazione degli utenti

La reputazione degli utenti fa riferimento al modo in cui interagiscono con i messaggi che invii. Si aprono le tue mail e cliccano sui tuoi contenuti con una buona reputazione mentre c’è chi ha smesso di girare con le tue mail ma avrà una reputazione e quando si passa all’azione.

Una volta che hai lavorato il tuo database è il momento di passare all’azione e creare strategie di email marketing perfette. Per questo la cosa migliore dei servizi delle aziende come MDirector, che ti permettono di aggiornare il tuo database, e applicare i cambiamenti degli invii ella tua mail.

Whitepaper esclusivo
Aumenta le tue vendite a natale con l'Email Marketing
Tutte le tecniche per incrementare le tue vendite a Natale, grazie all'Email marketing

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?