A / B Test per migliorare il CTR dei tuoi invii via mail

A / B Test per migliorare il CTR dei tuoi invii via mail

29 aprile, 2020 per Redacción
Ti è piaciuto il nostro articolo?

 

Lavorare con l’email marketing è diventato il giorno per giorno di molte aziende a causa della portata di questa tecnica, ma per avere successo devi sapere come applicare gli A / B test per migliorare il CTR. In questo modo, puoi analizzare le reazioni che le persone hanno nei confronti del tuo link.

Dovresti ottimizzare elementi della tua e-mail, come titoli, subject, testo e immagini. È importante che prima di pubblicare la tua campagna di email marketing crei almeno due varianti di ciascuno di questi componenti.

Successivamente, ti consigliamo eseguire un test con un piccolo campione dal database. Il sistema invierà la variante A e quindi la variante B per confrontare i risultati. Puoi scegliere la variante vincente e quindi la fase successiva. Puoi ripetere questo processo in ogni aspetto rilevante dell’e-mail.

Vantaggi degli A / B test per migliorare il CTR delle tue campagne

La campagna attraverso l’email marketing può sembrare un po’ obsoleta per alcuni, ma altri sanno che è conveniente e redditizia. Questi due fattori possono aiutarti negli A / B test per migliorare il CTR delle tue campagne. Pertanto, è necessario conoscere i vantaggi di questo test:

A.- Migliora la percentuale di apertura e i click

Una volta che inizi a lavorare con gli A / B test, sarà più facile e più pratico identificare tendenze e fattori comuni. Ciò ti consentirà di ottenere una migliore apertura e percentuale di click, il che si traduce in più visite che ti aiuteranno ad acquisire nuovi clienti e a far crescere il tuo brand.

Per ottenere il miglioramento di questi due tassi devi conoscere alcuni aspetti che ti aiuteranno a raggiungere questo obiettivo. Prendi nota di quali sono le domande a cui rispondere nelle tue campagne di email marketing:

  • Mantieni la mailing list aggiornata.
  • Ottimizza le e-mail per i team mobile.
  • Segmenta l’elenco (età, luogo, preferenze).
  • Valuta il momento preciso in cui effettuare l’invio.
  • Migliora l’oggetto dell’e-mail (attraente e convincente).
  • Scrivi in ​​prima persona.
  • Posiziona una singola CTA.
  • Basati sulle urgenze.
  • Pensa a come inoltrare la campagna.
  • Testimonianze aggiornate per aumentare la fiducia.

B.- Aumenta le conversioni

Questo è uno degli obiettivi generali di qualsiasi campagna di posta elettronica, poiché l’idea è quella di convertire gli utenti in lead. Puoi utilizzare uno strumento per l’automazione del marketing con il quale analizzerai la canalizzazione di conversione e le tue sorgenti di traffico. È decisivo per identificare il numero di email che generano lead o vendite.

Così avrai una stima accurata del ROI (Return On Investment) della tua campagna. Sarà una risorsa utile per le altre campagne poiché hai già una conoscenza della corretta gestione. Se vuoi creare ulteriori miglioramenti, è possibile progettare diversi test.

C.- Conosci il tuo pubblico e le sue preferenze

Attraverso gli A / B test per migliorare il CTR sarai in grado di conoscere molto meglio il tuo pubblico e le sue preferenze. Non per tutte le aziende o tutti i brand funziona allo stesso modo perché le persone non sono uguali. Ognuno ha esigenze particolari e domande specifiche che devono essere risolte individualmente. Questo all’inizio può essere un po’ complesso.

Dopo aver effettuato diversi A / B test, scoprirai alcuni fattori di differenziazione molto rilevanti che sono decisivi per il successo della tua campagna. Ricorda che gli utenti ti permetteranno di ottenere buoni risultati con percentuali di apertura e click, quindi pensa sempre a loro.

Un fatto interessante che potrebbe esserti utile è che quando fai un test puoi creare e progettare e-mail personalizzate adatte a ciascun cliente. I clienti si sentiranno apprezzati e speciali. Inoltre, questa strategia di email marketing ti dà il potere di generare coinvolgimento.

D.- Risparmia tempo e denaro

È vero che l’email marketing non rappresenta un investimento da un milione di dollari. Sebbene comporti determinati costi se lavoriamo con l’invio di e-mail a un vasto pubblico. A ciò si aggiunge la creazione di immagini e disegni adattati, landing page e moduli, tra il resto.

Tuttavia, eseguendo gli A / B test per migliorare il CTR, si risparmia tempo e denaro perché si determina chi sono realmente gli utenti interessati e i potenziali contatti. Quindi dedicherai la tua azione specificamente a quel pubblico che può rappresentare un profitto.

Vedi ora l’importanza di conoscere il tuo pubblico? In breve, ha il compito di delimitare il successo del tuo brand o della tua azienda, insieme a una buona strategia di email marketing. Sono i tuoi alleati perfetti, quindi devi lavorare concentrato su di loro.

Servizio MDirector per A / B test

Esiste una vasta gamma di piattaforme che offrono servizi per creare A / B Test per migliorare il CTR. Ma se non sai quale utilizzare, MDirector ti offre un servizio gratuito per eseguire i test, tramite il suo software di email marketing.

Quando inizi a utilizzare gli A / B test, prima o poi vedrai quanto sia importante il contenuto e l’oggetto. Inizieranno a funzionare meglio nelle tue campagne. Inoltre, questa piattaforma invierà automaticamente il “vincitore” di questo test a tutti gli utenti che fanno parte della campagna.

Se desideri testare questo servizio, devi solo inserire il gestore della campagna, quindi vai al menu a tendina arancione e seleziona l’opzione “Crea A / B test”. Dopo aver eseguito quanto sopra, devi solo seguire i seguenti passaggi che lo strumento indicherà:

  1. Cosa vuoi confrontare (subject o creatività)?
  2. Come dividere il campione selezionato di persone a cui invierai la campagna.
  3. Scelta del vincitore del confronto, in base ai criteri determinati dalla percentuale di aperture o dalla percentuale di click.
  4. La soglia minima che il vincitore deve raggiungere affinché il confronto sia considerato adeguato e il campione venga inviato al resto del database.
  5. Per quanto tempo sarà attivo il test?

Tutte queste domande ti aiuteranno ad assegnare automaticamente la priorità al miglior risultato che hai ottenuto e quindi procedere con l’invio al resto degli utenti.

Devi essere cosciente del fatto che per ottenere risultati reali, è essenziale lavorare con i dati degli utenti esistenti. Questa sarà una delle basi per ottenere dati di successo nei test A / B per migliorare il CTR in tutte le campagne sviluppate.

Come implementare gli A / B test per migliorare il CTR

Non si tratta solo di progettare un test, ma di analizzare alcuni parametri che ti aiuteranno a determinare il successo della tua strategia. Per questo motivo, è necessario applicare i 5 criteri che verranno osservati di seguito:

1.- Campagna che desideri valutare

Se hai intenzione di lavorare con un test per la tua campagna, è opportuno che continui a inviarlo con regolarità. Non serve a niente fare il tuo primo A / B test con una campagna per le vacanze, dal momento che dovrai aspettare un anno per applicare ciò che hai imparato.

Ora, se invii campagne promozionali o le tue newsletter, puoi ottenere risultati che produrranno un impatto più efficace e diretto sulla crescita della tua attività.

2.- Metriche da migliorare

Prima di passare all’analisi dei risultati è importante che ti chieda: voglio far crescere il mio CTR? Come puoi migliorare la tua percentuale di apertura e dei click? Queste domande sono la chiave per migliorare le metriche della tua campagna. Inoltre, se raggiungi la proposta, puoi aumentare il coinvolgimento con i tuoi clienti, nonché con le vendite e i nuovi abbonati.

3.- Variabili da valutare per raggiungere il tuo obiettivo

Tieni presente che per raggiungere il tuo obiettivo devi essere chiaro sulla variabile a cui desideri applicare il test A / B per migliorare il CTR. Ricorda che ogni elemento della tua campagna ha effetti diversi sul processo. Ad esempio, il titolo e la CTA di solito hanno un impatto maggiore sul tasso di conversione rispetto al corpo del messaggio o delle immagini.

4.- Dimensione del campione

Avere un elenco completo è essenziale per prendere una decisione statisticamente valida. Ad esempio, Doppler richiede un database con un minimo di 1500 abbonati per garantire l’affidabilità del risultato.

Dopo il test puoi decidere di inviare la versione vincente a un elenco completo, a diversi database o solo a una parte di essi. Tieni presente che più grande è il campione del test, più accurati saranno i risultati.

5.- Interruzione dei test

Sapere quando è prudente interrompere i test ti darà anche dei risultati. Pensa che il comportamento del cliente è in continua evoluzione. Dovresti provare a lavorare su quella base.

Non avere fretta perché alla fine ci sono sempre opzioni per migliorare i risultati dei tuoi invii oltre a fare nuove modifiche. Testa cosa funziona e cosa no, così sai quando è il momento di applicare l’A / B test

Ora sai come applicare gli A / B test per migliorare il CTR dei tuoi invii via email. Ma se vuoi sperimentare più alternative con cui lavorare, MDirector è la piattaforma di email marketing ideale per farlo. Prova la piattaforma e non inviare email di massa senza analisi. Retistrati ora e crea il tuo primo A / B test.

Whitepaper esclusivo
Email Marketing, il perfetto alleato dell'e-commerce
Scopri come migliorare le vendite del tuo e-commerce con l'Email Marketing

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?