Come redigere messaggi efficaci per l’email marketing

15 settembre, 2015 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?

email marketingQuante volte hai trovato le stesse espressioni e gli stessi concetti in email di differenti aziende? Una gran parte delle email che riceviamo utilizzano spesso stessi principi e frasi comuni.

Tuttavia, redigere messaggi efficaci è una delle variabili che più incide sull’esito di una campagna di email marketing. L’unico modo per catturare l’attenzione dei tuoi utenti è dimostrare loro che hai una voce propria, in quanto non c’è cosa peggiore che utilizzare frasi abituali e scontate.

Se vuoi che il tuo utente ti dedichi il suo tempo prezioso devi curare profondamente i tuoi messaggi. Non basta inserire un’immagine per renderli più efficaci, soprattutto perchè più del 50% degli utenti non vedono automaticamente le immagini, avendo disattivato questa funzione. Inoltre bisogna aggiungere una percentuale di utenti che per varie ragioni non capirà quello che vorrai trasmettere.

Il messaggio della linea dell’oggetto è la chiave di entrata

Il testo è fondamentale in due aree di una email: nella linea dell’oggetto e nel corpo del messaggio. La linea dell’oggetto può essere la barriera o la chiave d’entrata che motiverà l’utente a continuare a leggere e incrementare i tassi di apertura delle tue campagne di email marketing. Per questo è importante trattarla come se fosse un titolo. Quante volte hai continuato a leggere qualcosa perchè il titolo ti è sembrato interessante? In email marketing questa funzione è svolta dall’oggetto. Per questa ragione è consigliabile realizzare test comparativi e rendere più efficace il testo.

La tua linea dell’oggetto deve distinguersi nella cartella d’entrata delle email ricevute del tuo utente. In seguito ti mostriamo un decalogo di suggerimenti per fare in modo che i tuoi oggetti risaltino rispetto quelli dei competitors:

  1. La linea dell’oggetto non deve superare i 50 caratteri.
  2. Esprimi con parole semplici l’essenza dell’email. Non generare aspettative che poi non puoi soddisfare. Sii specifico e comunica solo quello che il tuo utente troverà nel messaggio quando apre la email.
  3. Funzionano meglio gli oggetti diretti e informativi piuttosto che quelli che si centrano in un messaggio promozionale.
  4. Evita parole nocive. C’è una serie di termini identificati come spam. È importante che tu conosca quali sono.
  5. Utilizza numeri. Aiutano a fissare nella memoria quello che leggiamo nelle linee dell’oggetto.
  6. Crea un senso di urgenza. Utilizza termini limitati che obblighino l’utente a non perdere tempo e a prendere una decisione nel momento in cui legge.
  7. Scegli bene ogni parola e ogni spazio. Sono gli unici strumenti di cui disponi per creare un oggetto che sappia incuriosire.
  8. Non utilizzare un linguaggio troppo appariscente. Scrivere con maiuscole è sinonimo di “gridare”.
  9. Se indicato, cerca di essere divertente.
  10. Ricorda: non devi piacere a tutto il mondo, solo al target che ti interessa.

Obbliga” l’utente a leggere il corpo senza doversi fermare

Se riuscirai a superare lo scoglio della linea dell’oggetto ti troverai di fronte all’altro grande momento di un’email, momento in cui un testo efficace è una garanzia per ottenere il click alla pagina di conversione: il corpo del messaggio.

Generalmente conta più l’aspetto piuttosto che il contenuto. Tuttavia, quando parliamo di creatività dovremmo tenere in conto tanti altri fattori come:

  • Definire se il tempo di lettura sarà orizzontale o verticale.
  • Assicurarci che la quantità di link sia adeguata e che ciascuno ricolleghi l’utente a dove ci interessa.
  • Mettere enfasi nei messaggi dalla chiamata all’azione.
  • Il corpo del messaggio deve includere ben visibilmente la possibilità di iscriversi.

Il grande vantaggio di email marekting nella defizione del messaggio è che ti permette un’assoluta personalizzazione, un aspetto da sfruttare per conseguire incrementi di conversioni. Scegliere il modo più adeguato per comunicare il messaggio, il modo di captare l’attenzione del tuo utente in mezzo a una marea di informazioni digitali è una delle chiavi per una campagna di marketing effettiva.

Esistono tante possibili raccomandazioni per redarre messaggi effettivi per email marketing però tutte queste tengono in conto questi 4 aspetti essenziali per la redazione di testi per email:

  1. Le prime 50 parole sono il gancio. La redazione di queste parole e del primo paragrafo deve essere ben curato visto che è in virtù di questo che l’utente continuerà a leggere il messaggio o lo abbandonerà.
  2. Struttura il messaggio in maniera adeguata. L’ideale è che il messaggio sia breve, possibilmente in 2 o 3 paragrafi. È interessante strutturare il contenuto in paragrafi, utilizzare titoli staccati, in grassetto,…
  3. Redigi seguendo la strategia dello scivolo. All’inizio l’utente necessita una spinta per lanciarsi.  devi esporre le idee in maniera semplice facendo in modo che sia impossibile che si fermi a metà della discesa. Se fai così, è possibile che prenda sufficiente coraggio per cliccare sopra il link che lo porta alla landing page e, una volta lì, lo convertirai in cliente.
  4. Deve essere allineato con il messaggio che si è redatto in linea con l’oggettto.

Una volta arrivati a questo punto bisogna tenere presente altri fattori che posso condizionare l’esito della tua campagna come scrivere in seconda persona, centrare i benefici per chi si iscrive e non del prodotto, utilizzare verbi per la chiamata in azione , personalizzare la redazione, scrivere testi che siano visualizzabili prima di essere letti, mettere in gioco tattiche di persuasione  basate sul testo o tenere in conto il SEO dei testi.

 

 

 

 

 

 

Whitepaper Esclusivo
Come configurare SPF e DKIM
Configurati SPF e DKIM e fare campagne di email marketing funzionano meglio

Lascia una risposta

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?