Controlla i subject e preheader delle tue e-mail

6 marzo, 2020 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?
[mr_rating_form]

Subject e preheader sono considerati una delle parti più rilevanti di un messaggio e-mail. Le conversioni che l’utente può fare successivamente dipendono da questi due punti. Più che altro perché sono il gateway di accesso.

L’aggiunta di un invito all’azione su questi elementi è la chiave per ottenere ciò che viene richiesto all’utente, sia che si tratti di un acquisto o di un semplice click sulla pagina di destinazione.

Subject e preheader, due elementi di base

Sebbene entrambi svolgano una funzione simile all’interno dell’e-mail, il subject viene sempre prima. Entrambi sono decisivi affinché l’utente decida finalmente se fare click. È fondamentale prendersi cura di questi due aspetti per raggiungere l’obiettivo finale. Ma prima, è importante differenziarli.

A.- I problemi, le chiavi di ogni strategia di email

Un utente deciderà se aprire o meno un’e-mail in base al subject. Se desideri fornire ai tuoi utenti motivi per aprire l’email, dovresti attirare la loro attenzione.

Cerca di essere originale e crea un messaggio personalizzato. La riga dell’oggetto è un titolo e per David Ogilvy, uno dei genitori della pubblicità moderna, rappresenta l’80% del copy. È la frase chiave che guiderà l’utente a conoscere un po’ di più il tuo mondo e quindi a raggiungere la landing page per eseguire un’azione.

È importante che sia scritto con una copy efficace per distinguersi dal resto dei problemi. Il risultato sarà un tasso più elevato di apertura delle e-mail.

I 10 subject di posta elettronica di cui ti innamorerai

Un aspetto da considerare nelle e-mail sono le immagini. È stato dimostrato che il 50% degli utenti non vede le immagini automaticamente. È una funzione che deve essere attivata nell’e-mail stessa, ma molti non sanno come farlo. Quindi, l’importanza di non includere il testo che si desidera trasmettere all’interno dell’immagine.

Scrivere subject efficaci richiede impegno e tempo. La maggior parte delle e-mail mostra gli stessi messaggi con frasi già fatte. Fuggi da questi tipi di messaggi o non sarai in grado di catturare l’attenzione del tuo utente.

Se vuoi eccellere, sii originale e mostra la tua personalità. Scappa da parole vuote se vuoi convincere l’utente a dedicare parte del suo tempo alle tue comunicazioni. Il tempo è denaro. E se qualcuno te lo dà, è perché è interessato a ciò che offri.

I 10 subject mostrati nell’immagine sopra ti avvicinano all’utente. Devi solo metterti al lavoro e provare a tenere conto di tutti questi fattori. Se lo fai correttamente, il risultato sarà un aumento della velocità di apertura delle tue e-mail.

B.- Il valore dei preheader

Il subject è la chiave per entrare in un nuovo mondo da scoprire. Ma c’è ancora un’altra area che deve essere coperta per consentire all’utente di atterrare finalmente sulla pagina di destinazione.

Il preheader segue il subject. La prima cosa che l’utente legge è l’oggetto. Ma poi troverai un messaggio che riassume ciò che troverà l’utente nella mail.

Se entri nella posta in arrivo, noterai che c’è un piccolo testo. Questa è la prima riga del messaggio che si trova di solito in un posto o in un altro a seconda del dispositivo da cui si accede. Nel caso di un computer desktop, il testo è a destra dell’oggetto. Se accedi tramite un cellulare o un tablet, lo troverai proprio sotto l’oggetto.

Quanto lungo dovrebbe essere un preheader?

La lunghezza di una preheader è strettamente correlata alla progettazione mobile. È dimostrato che la maggior parte degli utenti accede alle proprie e-mail tramite dispositivi mobile. La buona o cattiva esperienza dell’utente dipenderà, tra gli altri fattori, dai caratteri dei testi.

L’esempio principale mostra due e-mail: una con un design normale e uno responsive. I risultati sono chiari Nel primo non è possibile leggere tutto, mentre nel secondo è possibile.

A seconda del dispositivo da cui viene visualizzata la posta, la limitazione dei caratteri differisce. È possibile visualizzare fino a 100 caratteri su un computer desktop. Su telefoni cellulari, solo 65 caratteri, sia per ambienti Iphone che Android.

La domanda è: da quale dispositivo aprono le e-mail ai tuoi utenti? Con una piattaforma di email marketing come MDirector puoi scoprirlo. Invia e-mail di massa con una garanzia di consegna e apertura.

Messaggi che non permettono di visualizzare il tuo preheader

Affinché un messaggio preheader sia efficace, è essenziale che possa essere visualizzato correttamente dal primo momento in cui si accede all’e-mail. Può essere qualcosa di logico ma la verità è che ci sono molti che dimenticano di occuparsi di questo aspetto nei loro messaggi.

Sicuramente vedrai il tipico testo che dice: «Se non puoi vedere questa email clicca qui». Ricorda che è importante che il messaggio venga visualizzato a prima vista. Per raggiungere questo obiettivo, bisogna evitare di inserire testi nelle immagini. Non tutti gli utenti hanno attivato l’opzione per visualizzare le immagini dei passaggi nell’e-mail.

Le aperture nelle tue e-mail dipenderanno da come visualizzi il preheader. Semplifica la vita all’utente e trasmette tutto a prima vista.

Inoltre, un buon preheader deve contenere un buon invito all’azione. L’obiettivo finale è che l’utente converta, quindi è obbligatorio includere un pulsante che richiede l’azione. La CTA deve contenere un messaggio breve e diretto e dovrebbe integrare l’oggetto.

È importante che ciascuno degli elementi che compongono l’e-mail sia coerente. Subject e preheader devono andare in armonia con la call to action. In caso contrario, l’utente si perderà.

5 suggerimenti di base per la creazione di preheader

1.- Il preheader come complemento del subject

Dovresti considerare il preheader come una continuazione della questione. Usa il testo per espandere quell’idea e quindi chiarire all’utente l’idea che vuoi trasmettere. Puoi abbreviare il subject e liberare il testo del preheader.

In questo esempio di Spotify il subject inizia con un messaggio sorprendente: “Sembra un DJ alla tua prossima festa“. È seguito da un titolo con lettere più grandi, “Facciamo un mix“. Alla fine di questo testo non potevo mancare un CTA che invita all’azione, «Fiesta!«. Un buon esempio di come collegare tutti gli elementi di un messaggio di posta elettronica.

2.- Personalizza il tuo preheader

Booking.com è una delle società di prenotazione più famose al mondo. Una delle caratteristiche di questa azienda è la personalizzazione nelle sue e-mail.

Nell’esempio sopra, l’utente è contattato personalmente “Conceditelo Elle! È il giorno degli affari.” Un messaggio diretto che propone diversedestinazioni con immagini che catturano l’attenzione dell’utente e lo invitano a cliccare e a vedere tutte le offerte.

3.- Fornire un valore all’utente per farlo sentire unico

Offri contenuti esclusivi e sconti ai tuoi utenti. Distinguiti dalla concorrenza aggiungendo valore per i tuoi utenti. Puoi farlo come promemoria nel tuo preheader, ricordando le offerte in scadenza.

Questo messaggio ti differenzia e il tuo utente si sentirà speciale.

4.- Fai una distinzione dei messaggi nelle intestazioni

Il messaggio che includi nei subject e nelle intestazioni precedenti non deve essere ripetuto nel pre header. Puoi cambiare la frase, le parole, ecc. Se in uno hai già parlato del prezzo, nell’altro puoi mostrare lo sconto.

Sia il prezzo sia la percentuale di sconto invitano l’utente a cliccare. Ed è di questo che si tratta. Quindi cerca di essere originale e racconta una storia in ogni spazio.

5.- Falli convertire

Arriva al punto se quello che vuoi è che clicchino sul pulsante di invito all’azione. Nell’esempio di Converse, si possono osservare due grafiche. Nella prima, il negozio non viene visualizzato, mentre nel secondo si. La CTA deve essere chiaramente visualizzata con un buon design adattato al cellulare. Pertanto, il risultato influenzerà il tasso di conversione.

Seguendo i consigli di cui sopra, sarai in grado di creare un preheader per abbinare ciascuna delle tue e-mail. Subject e preheader sono essenziali per rendere più efficace la tua strategia di email marketing. Sono complementari ad altri due elementi: il destinatario e il corpo del messaggio. Tutti all’unisono ottengono una buona esperienza utente.

Ma cosa fa aprire o chiudere un’e-mail? Subject e preheader. Pertanto, se si desidera aumentare le aperture delle e-mail e far convertire gli utenti, è necessario avere un buon subject e pre header.

MDirector è la piattaforma di marketing multicanale che ti aiuterà a inviare i tuoi messaggi ai tuoi utenti e ad attirare la loro attenzione. Registrati ora e diventa un esperto creando subject e preheader nelle tue e-mail!

Whitepaper Esclusivo
Come configurare SPF e DKIM
Configurati SPF e DKIM e fare campagne di email marketing funzionano meglio

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?