Cos’è il preheader e perché è così importante per le tue e-mail

13 Settembre, 2019 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Se usi il dizionario Fundeu per conoscere la definizione di preheader, segnala che è “il testo che appare accanto all’oggetto nella posta in arrivo. Si tratta della prima riga scritta in un’e-mail, prima dell’intestazione e che nel campo della pubblicità viene utilizzata per inviare messaggi efficaci con cui raggiungere i clienti”.

Il preheader è un altro elemento essenziale in qualsiasi campagna di email marketing. Non invano, insieme all’oggetto e al destinatario è uno dei tre elementi attraverso i quali ogni utente prenderà una delle decisioni più importanti: se aprire o meno il messaggio.

È davvero il primo elemento che nota il destinatario dei messaggi. Ecco perché è così importante che ti occupi delle tue e-mail. È una delle barriere che devi superare con creatività e ingegnosità.

D’altra parte, è riservata il destinatario. Pochi brand sfruttano davvero questi dati. Perché non usare il nome del mittente non solo per far sapere all’utente che sei tu a scrivere ma anche per attirare la sua attenzione?

Perché non è lo stesso dimostrare che il messaggio proviene da MDirector, come nell’esempio, o da MDirectorNews. Ciò chiarisce fin dall’inizio che il messaggio deve mostrare nuove informazioni o gli ultimi post sul blog.

Il valore di un buon preheader

Il preheader è un testo che di solito non viene curato. Fondamentalmente perché sono gli stessi client di posta elettronica che lo estraggono direttamente dal contenuto dell’email. Pertanto, ci sono casi in cui non esiste un testo specifico che accompagni il resto degli elementi. Perché non viene visualizzato alcun testo nel modello della e-mail.

Molti brand non comprendono bene quale sia il preheader e che questo testo sia quello che appare per primo prima di aprire il messaggio e-mail. E, per questo motivo, in molti casi compaiono messaggi come:

  • “Se non riesci a visualizzare correttamente questa email, clicca qui.”
  • “Clicca qui per vedere il messaggio nel tuo browser.”

Questo accade perché è proprio il testo che guida l’e-mail. E la verità è che fa perdere al preheader di questi messaggi il potenziale che ha. Il brand potrebbe avere un impatto maggiore e migliore sui suoi utenti. Qualcosa che accade ancora più chiaramente nei messaggi e-mail che vengono visualizzati sui dispositivi mobile come mostrato nell’immagine sopra.

Dove viene mostrato il preheader

C’è un modo per controllare il testo che appare nel preheader in modo che non sia quello che appare inizialmente nella tua e-mail? Ci sono sempre alternative. Anche se in questo caso dovrai usare un programmatore perché è necessario usare il codice per ottenerlo.

Esistono diverse semplici alternative per scrivere un messaggio nascosto nell’e-mail una volta aperto ma che appare come preheader. Tutti usano un livello per nascondere il messaggio. Un modo interessante per superare il problema che è più evidente se si utilizza un modello predefinito che di solito include i messaggi sopra indicati.

Ma se non hai la possibilità di trovare l’aiuto di un programmatore, esiste un sistema “home” che può funzionare. Devi semplicemente scrivere il testo che vuoi che appaia nella preheader dello stesso colore dello sfondo. È una soluzione piuttosto complicata ma può servire per accompagnare un messaggio più potente.

Inoltre, un altro fattore che deve essere preso in considerazione per comprendere quale sia il preheader è che questo messaggio non viene mostrato in tutti i client di posta. Nell’immagine che guida l’intestazione hai un elenco fatto in un rapporto del 2017 che indica quali client sono quelli che usano questa opzione e quali no. Come puoi vedere, tranne Outloook.com il preheader è supportato da quasi tutti gli attuali gestori di posta elettronica.

Come scrivere una preheader attraente

Avere un potente preheader può essere una delle chiavi per aumentare i tassi di apertura. Per ottenerlo un aspetto che non dovresti dimenticare è provare diverse varianti di testi. Questo è uno degli elementi con cui puoi guadagnare di più scegliendo di eseguire A / B test continui e specifici.

In questo modo, i brand che continuano a chiedersi cosa sono i preheader, come scrivere i loro messaggi sapranno come agire. Provare diversi preheader ti permetterà di sapere quali funzionano meglio per aumentare le aperture delle tue campagne.

È importante che il preheader non ripeta lo stesso messaggio che mostri nell’oggetto della posta. Non aggiunge alcun valore e molti utenti penseranno che si tratti di un errore. Pertanto, una volta che sai qual è il preheader, queste sono 9 idee che possono aiutarti a creare un messaggio motivante:

1.- Un testo che offre un contesto al resto degli elementi

Imparare cos’è il preheader ti aiuterà a capire che è un elemento ideale per contestualizzare il messaggio. Se da un lato c’è la questione su cui viene posta tutta l’attenzione, con il preheader è possibile contribuire con qualcosa di più affinché l’utente decida finalmente di aprire il messaggio.

2.- Il teaser della tua email

Un teaser è un’anteprima, una sinossi, di solito di un film o di una serie. Perché non considerare l’utilizzo dei preheader come teaser delle email che invii? Inoltre, con questa funzione è possibile contribuire con qualcosa di più per attirare meglio l’attenzione degli utenti.

3.- Un messaggio personale per sfruttare il preheader

Un messaggio personalizzato nel tuo preheader attirerà gli utenti e ti consentirà di ottenere più aperture. E la cosa interessante è che a differenza di una comunicazione personalizzata che può far pensare ad alcuni utenti che si tratti di un approccio di marketing, un preheader non è così ovvio.

4.- Gli aspetti positivi, se brevi, sono due volte buoni

La brevità è una delle virtù di quasi tutti gli elementi che integrano una campagna di email. C’è poco spazio e poco tempo per influire sugli utenti. Pertanto, è importante raccontare l’essenziale.

La lunghezza appropriata dipenderà non solo dal clienti di posta. Dipende anche dal dispositivo. Naturalmente, è meglio mantenere il testo al di sotto dei 60 caratteri. Una lunghezza sufficiente per raccontare ciò che è necessario per attirare l’attenzione dell’utente.

5.- Includi una CTA che attiri

Il preheader è uno dei migliori spazi per includere un invito all’azione davvero potente. Una delle risorse che di solito funzionano è che la CTA sia accompagnata da un senso di urgenza. Dovresti fare in modo che i destinatari delle tue e-mail non abbiano la possibilità di prendere la decisione in seguito. Devono decidere di cliccare sul tuo messaggio immediatamente.

6.- Fornire incentivi per l’apertura del messaggio

Un’altra delle idee che puoi mettere in atto una volta che sai cos’è il preheader è quella di aggiungere un incentivo a supporto della mail. Ad esempio, se la questione è spiegare che quando si apre il messaggio è possibile visualizzare le migliori offerte del proprio brand, è interessante sfruttare il preheader per specificare alcuni degli sconti.

7.- Scommetti sugli emoji

A volte le strategie di email marketing cadono nell’errore di essere troppo serie. Un certo umorismo è sempre apprezzato. E molti rapporti suggeriscono che è una delle caratteristiche delle e-mail con tassi di apertura più elevati.

Inoltre, se negli ultimi mesi c’è un formato di contenuto di successo, sono gli emoji. Perché non approfittare degli emoji riconoscibili che aggiungono valore alla tua comunicazione? Sicuramente sarai in grado di distinguerti tra gli altri.

8.- Aggiungi un elemento che umanizza il messaggio

L’aggiunta di un elemento che umanizza la comunicazione è sempre positivo. Stabilire una connessione diretta con l’utente davanti al messaggio non è sempre facile. Ma se lo ottieni, è molto probabile che il tuo tasso di apertura salga alle stelle.

9.- Poni domande

Sembra banale ma una domanda è motivante. Pertanto, inserire una domanda nell’oggetto della tua e-mail come nel preheader può essere una buona combinazione. In effetti, è, forse, uno dei modi migliori per capire cos’è il preheader e la sua potenzialità.

Perché un testo che dice “Risparmia il 50% oggi” non attira lo stesso come una domanda tipo “Vorresti risparmiare il 50% oggi?“. Sorprendentemente, noi umani siamo più motivati da domande che ci invitano a intraprendere un’azione o a prendere una decisione.

Tuttavia, non dovresti mai dimenticare che i progressi tecnologici possono rendere i brutti anatroccoli delle strategie di email marketing la chiave del successo. Ad esempio, il lancio di Alexa da parte di Amazon alla fine del 2018 ha evidenziato il valore di un preheader che suona bene quando gli utenti chiedono ad Alexa di leggere le loro ultime e-mail.

Come puoi vedere, controllare tutti gli elementi che compongono una campagna di email è essenziale per raggiungere i tuoi obiettivi. E per questo dovrai avere una piattaforma di email marketing professionale come MDirector. Pronto a provarlo?

Whitepaper gratuito Landing Page
Landing Page efficaci: consigli che ti porteranno al successo

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?