Come creare l’email transazionale perfetta. Scoprilo!

28 agosto, 2020 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?

creare l'email transazionale perfetta

Se pensi che le tue e-mail non stiano generando un coinvolgimento sufficiente, questo è il momento ideale per imparare a creare l’e-mail transazionale perfetta. Qualcosa che sarà di grande aiuto per rendere più efficaci le tue campagne di emailing.

L’idea è che i messaggi siano interessanti e creativi per attirare l’attenzione del destinatario. Sono messaggi di posta elettronica programmati che di solito vengono inviati in casi come:

  • Confermare della registrazione avvenuta con successo.
  • Password dimenticata.
  • Convalidare il completamento di un acquisto.
  • Altri casi comuni sono legati all’ordine viene spedito o i carrelli abbandonati.

Ma questo non significa che debba avere contenuti noiosi. Sebbene non tutte queste e-mail rappresentino un profitto per la tua azienda, sono legate al brand. Ricorda che nella maggior parte dei casi sopra citati, l’unica cosa che gli utenti si aspettano è una risposta rapida e sicura. Un messaggio che raggiunge la tua casella di posta direttamente dopo che è stata eseguita un’azione specifica

Vantaggi delle email transazionali

Vantaggi delle email transazionali
Prima di conoscere il modo corretto per creare l’email transazionale perfetta, è importante che tu sappia quali sono i vantaggi che ti offre. Questa è la chiave per essere consapevoli di ciò che troverai in questo percorso ed è essenziale per te trarne vantaggio. Quindi presta attenzione agli aspetti positivi che offre. Eccone alcuni:

  • Rendono i tuoi clienti fedeli: queste e-mail sono ideali per fidelizzare i clienti. Puoi approfittarne per offrire prodotti o servizi simili, in base al loro acquisto e comportamento.
  • Migliorano l’esperienza dei tuoi utenti: puoi ottenere questo risultato creando una buona strategia di email marketing. Essere programmati ti consente di rispondere nel momento preciso a qualsiasi azione che hai stabilito.
  • Riducono l’onere del lavoro del servizio clienti: questo tipo di email mantiene i clienti informati, senza la necessità di contattare il servizio clienti per rispondere a qualsiasi domanda. Con il conseguente risparmio di risorse previsto.
  • Fornisci più consapevolezza del brand: le email transazionali non sono inaspettate. I clienti sanno che le riceveranno e, infatti, le aspettano, spesso con un certo grado di ansia. Pertanto, è un’ottima opportunità per rafforzare la consapevolezza del tuo brand.
  • Messaggi personalizzati: sebbene siano email automatiche, può e deve trattarsi di un messaggio totalmente personalizzato. Questo perché viene inviato singolarmente in base all’azione svolta dal cliente.
  • Possono essere misurate: potendo vedere le metriche e le statistiche, puoi sapere quanto è efficace il messaggio che hai inviato. Puoi conoscere la percentuale di click o la velocità di consegna, tra gli altri dati che ti consentono di sapere cosa ha funzionato e cosa dovresti correggere.

10 passaggi per creare l’email transazionale perfetta

Ora che conosci i vantaggi che puoi ottenere, sicuramente vuoi conoscere i passaggi da seguire per creare l’email transazionale perfetta. Ecco 10 suggerimenti per aiutarti in questo processo:

1.- Crea contenuti pertinenti e interessanti

Vantaggi delle email transazionali
Le e-mail transazionali sono in genere destinate ad azioni specifiche. Tuttavia, questo non ti impedisce di inviare messaggi non solo con contenuti di valore, ma anche interessanti.

L’idea è che attraverso di loro puoi rafforzare l’identità del tuo brand in modo che rimanga presente nella mente dei tuoi clienti.

2.- Scegli un argomento diretto e dettagliato

L’argomento delle email transazionali deve andare dritto al punto. Dovrebbe mostrare a prima vista cosa troverà l’utente nel messaggio.

Tuttavia, puoi farlo in modo creativo. Come farlo? Puoi, ad esempio, aggiungere un’emoji correlata all’argomento e che attiri l’attenzione dell’utente. Ma ricorda che l’importante è che il destinatario sappia immediatamente di cosa tratta il messaggio che sta per aprire.

3.- Scrivi un messaggio empatico

email transazionali empatico
È vero che la personalizzazione delle email è un modo per gli utenti di sentire il brand vicino. Tuttavia, non è tutto e, quindi, è necessario scrivere un messaggio empatico per avvicinarsi molto ai clienti.

Puoi usare parole o frasi come: “noi”, “tu” o “Abbiamo pensato a questi prodotti appositamente per te”.

L’idea è che il destinatario si senta speciale. Si tratta di entrare in empatia con i tuoi consumatori per aumentare il tuo legame con loro e anche per aiutare a rafforzare l’immagine del tuo brand. Questa è la chiave per ottenere la loro fedeltà, il che significa che continueranno a comprare perché si fidano del tuo brand.

4.- Aggiungi CTA pertinenti

Tra le altre opzioni per creare l’email transazionale perfetta ci sono gli inviti all’azione perfetti. Tieni presente che la CTA non dovrebbe fornire le informazioni che stai trasmettendo in background ma completarle.

Il successo del pulsante sta nel posizionarlo nella posizione corretta e con colori che risaltano. Puoi utilizzare questo pulsante per indirizzare l’utente a una landing in cui presenti altri prodotti o servizi. Lo scopo è condurlo precisamente all’azione che vuoi che intraprenda.

5.- Usa design accattivanti

email transazaionale design accattivanti
Solo perché fornirai informazioni precise e specifiche non significa che il design che utilizzi debba essere poco attraente. È interessante che tu ti prenda cura di ogni dettaglio, dal font ai colori che applicherai. Cogli l’occasione per posizionare il tuo logo all’inizio per dare al tuo brand la dovuta rilevanza.

Inoltre, puoi anche cogliere l’occasione per completare il messaggio con immagini correlate. E qui inserisci anche i pulsanti delle call to action. L’idea è che il tuo layout sia il più sorprendente possibile per catturare l’attenzione degli utenti.

6.- Incorpora azioni di upselling e cros-selling

Sai che la caratteristica principale delle email transazionali è che puoi personalizzarle facilmente, poiché vengono inviate come risultato dell’azione di un utente.

Per questo puoi utilizzare azioni di upselling e cross-selling, due discipline che sono ottimi alleati per questo tipo di email. Hai le informazioni necessarie per sapere quale prodotto o servizio sta cercando l’utente, quindi è il momento perfetto per offrire uno sconto su ciò che gli interessa.

Oppure, se ha appena acquistato un articolo specifico come un dispositivo mobile, questa è l’occasione perfetta per fornire accessori progettati per il modello acquistato.

7.- Genera interazione

Email transazionale
Conoscere l’opinione dei tuoi clienti è essenziale per sapere se stai agendo bene o dove dovresti migliorare. Sebbene questo non sia l’obiettivo delle e-mail transazionali, può essere utilizzato come complemento. Ma per essere efficaci è necessario proporre un’offerta interessante.

Come puoi ottenerlo? Se stai inviando un sondaggio, che può richiedere alcuni minuti agli utenti, è essenziale che tu offra qualcosa in cambio, come uno sconto. Tieni presente che le domande dovrebbero essere pratiche e di facile risposta.

8.- Includere un’e-mail di risposta

Molte volte gli utenti si imbattono in email il cui indirizzo è “no-reply”, il che significa che non possono rispondere a quell’account email. Nel caso di questo tipo di email, è un grave errore perché non permetti ai tuoi clienti di risolvere i dubbi che hanno. Non importa quanto sia chiaro o specifico il messaggio, le domande possono sempre essere sollevate.

Si consiglia di usare un mittente che faccia riferimento una persona nella tua squadra che può risolvere qualsiasi problema. Gli utenti potrebbero non scrivere ma tu dai loro la possibilità di farlo, cosa che crea più fiducia e rafforza il legame che stabilisci con loro.

9.- Eseguire A / B test

email ab testing
Sebbene non sia correlato alla creazione di e-mail transazionali, ha a che fare con la loro portata. Per questo è necessario che tu faccia A / B test, poiché attraverso questi test puoi migliorare le tue email.

Ad esempio, puoi verificare se quelli che contengono solo il nome del cliente o quelli che non hanno nient’altro che il cognome sono più efficaci. Questo stesso processo può essere applicato in molti altri dilemmi:

  • Immagine CTA vs. testo CTA.
  • Barra di navigazione vs. nessuna barra di navigazione.
  • Una domanda breve e diretta vs. una frase motivante.

10.- Misura i risultati delle tue campagne di emailing

Non serve inviare centinaia di email se non controlli le prestazioni che stanno avendo. Se hai già eseguito un A / B test, il secondo passaggio consiste nell’analizzare i dati più importanti. Tra questi ci sono le percentuali di e-mail consegnate e / o aperte, la percentuale di click o il tasso di apertura, tra gli altri dati.

È essenziale per conoscere l’efficacia dei tuoi invii, nonché per sa ere dove stai fallendo. Idealmente, puoi correggere ogni aspetto nelle prossime email per migliorare i risultati.

Hai il coraggio di creare l’email transazionale perfetta? Al momento hai tutte le conoscenze necessarie per farlo, quindi non ci sono scuse. Devi solo seguire i consigli citati e mettere molta creatività in modo che non sia solo una semplice informazione ma anche un messaggio interessante.

Ma, soprattutto, c’è un elemento che può fare la differenza tra successo o fallimento: avere una piattaforma di Email Marketing professionale come MDirector che ti permette di gestire facilmente le email transazionali.

Whitepaper gratuito Landing Page
Landing Page efficaci: consigli che ti porteranno al successo

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?