Da quanto tempo non pulisci il tuo database?

19 Marzo, 2018 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?

pulisci il tuo database

Pulire il database è un compito fondamentale che tutte le attività dovrebbero considerare. Se ti chiedi perché, la risposta è semplice. Bisogna aggiornarsi per sopravvivere.

Mantenere una lista di contatti senza pulirla per molto tempo ti porterà all’insuccesso. A cosa serve inviare campagne a utenti che non ti leggono? Devi fare attenzione a questo aspetto se vuoi che le tue campagne abbiano successo.

Tutto ciò che è vecchio deve essere abbandonato o non riuscirai ad evolvere. Inoltre tutte le azioni che hai implementato non saranno servite a nulla se non a perdere tempo. Ma se non sei ancora convinto qui ci sono alcuni buoni motivi per pulire il tuo database.

Perché pulire il database?

Pulire il database ti permetterà di fissare obiettivi più specifici e più facili da raggiungere. Tra di essi:

  • Potrai adattare i diversi invii.
  • Investirai meno tempo per creare una pianificazione.
  • Ti focalizzerai sul tuo pubblico obiettivo e non sugli utenti che non sono di tuo interesse. Questo punto è essenziale dato che gli invii devono essere effettuati alle persone che si aspettano di ricevere qualcosa e che hanno dimostrato un certo interesse per il prodotto o servizio.
  • Avrai meno iscritti registrati ma legati alla tua attività. Non serve a nulla avere un database enorme di utenti se solo la metà vuole ricevere informazioni sul tuo brand. Questo si traduce in una migliore esperienza di utente per i tuoi clienti.
  • Avere garanzie che questi contatti sono reali e hanno confermato la volontà di ricevere comunicazioni.

Queste sono alcune delle ragioni più importanti per pulire il database e ottenere risultati migliori. Negli ultimi anni sono stati registrati più bots che umani nei database delle aziende. La reputazione del tuo brand è in pericolo?

I bots, nuova minaccia per le aziende

pulisci il tuo database

I bots formano parte del paesaggio abituale del digital marketing. Diverse aziende, negli ultimi anni, hanno rilevato account falsi. Ciò si traduce in risultati negativi per le campagne di marketing online.

Un primo punto di partenza riguarda la pulizia del database e la certificazione degli utenti reali. Al contrario è possibile che la tua reputazione ed efficacia come brand siano danneggiate. Ma cos’è un bot esattamente? Conosci l’immagine superiore? In sempre più pagine web devi confermare di non essere un robot per poterti registrare.

Il motivo è dovuto al fatto che sono molte le registrazioni che non sono realizzate da utenti in carne ed ossa. È per questo che il metodo di conferma assicura che gli utenti inseriti nel database non sono bots.

Questi bots non sono oltre che programmi informatici a cui si assegnano determinati compiti per raggiungere un obiettivo. Ad esempio possono interagire direttamente con gli utenti, fare un ordine in un negozio o aumentare i followers sulle diverse piattaforme. Obiettivi che si realizzano in maniera automatizzata e richiedono una risposta rapida.

Come risultato di queste azioni si ottengono molti dati. È ciò che viene denominato Big Data. È necessario effettuare un’analisi esatta sui diversi dati affinché le tue campagne siano più efficaci.

Il presente e il futuro delle aziende si muove intorno ai dati. Che determineranno il successo delle aziende. Più segmentate sono le informazioni, più opzioni avrai di ottenere riscontro ai tuoi invii.

La chiave del successo si trova nell’Inbound Marketing

pulisci il tuo database

Realizzare azioni di Inbound marketing è essenziale. Si tratta di curare il lead nurturing, coltivare gli utenti perché procedano nel funnel e arrivino alla conversione. Perché apportare valore ti porterà ad ottenere migliori risultati.

Un buon modo per farlo è attraverso la creazione di form nelle landing pages per una promozione speciale o novità di prodotto, per esempio. Inviare ogni tot questi messaggi a tutti i contatti ti permetterà di avere un database aggiornato.

Può succedere che, per esempio, un’azienda cambi clientela o che la persona abbia cambiato mail. Questi utenti possono essere potenziali ma se non li segui nel tempo scompariranno.

Non perdere opportunità di attività e analizza il tuo database con frequenza. Devi verificare la posizione dei tuoi leads nell’imbuto di conversione. In questo modo potrai sapere se si tratta di un cliente normale o potenziale.

Perché non stai generando i clienti adeguati?

I motivi per cui non stai ottenendo i clienti che desideri dipende dalla strategia di marketing digitale che hai pianificato e dai canali su cui hai scommesso. Alcuni dei motivi per cui i tuoi leads non sono adeguati per il tuo brand sono:

A.- Non avere una strategia adeguata

pulisci il tuo database

Ideare un’adeguata strategia di lead generation è imprescindibile per continuare nella giusta direzione. Al contrario ti starai focalizzando sugli utenti che non sono di tuo interesse, perché non hanno a che fare con ciò che proponi o perché non sono interessati ai tuoi prodotti.

Focalizza la tua strategia su quei clienti che realmente hanno mostrato di interagire con il tuo brand e che desiderano essere aggiornati sulle novità della tua attività.

B.- Non offri valore aggiunto

Se ciò che stai cercando è che i tuoi utenti ti forniscano i loro dati, dovrai fornire valore aggiunto.

Non serve a niente ideare una strategia adeguata senza offrire qualcosa extra ai tuoi clienti. Uno dei metodi più utilizzati è il download di un ebook legato al tema di interesse dell’utente come si osserva nell’immagine. Non offrire valore aggiunto è perdere molte opportunità.

C.- Non generare fiducia

pulisci il tuo database

La fiducia è la base di tutta la relazione. Anche tra gli utenti e i brand. Se non vuoi perdere i tuoi clienti potenziali e finire nella posta indesiderata dovrai creare un clima di fiducia. Per questo è imprescindibile che ci sia un’interazione tra gli utenti e il brand. Questa relazione deve crescere ogni giorno affinché gli utenti si trasformino in ambassadors del brand.

Se vuoi fare in modo che i tuoi utenti convertano, devono avere fiducia nel tuo brand e nei tuoi prodotti/servizi. Per ottenere risultati ottimali nelle tue campagne, dovrai ideare strategie adeguate con obiettivi specifici. Ma non è sempre semplice ottenerlo dato che molte volte i dati non sono totalmente esatti.

Può succedere che ci siano utenti che interagiscono con il tuo brand ma che non hanno mai acquistato e ci sono anche quelli di cui non si sa nulla da tempo. Sono tutti questi contatti a sporcare il tuo database.

Pulire il database passo passo

Per disporre di una lista di registrazioni pulita e di valore per le tue campagne devi curare i seguenti aspetti:

1.- Contatti inattivi

pulisci il tuo database

Gli utenti che non rispondono dopo molto tempo devono essere eliminati dal tuo database. Questo tipo di contatti sporca il tuo database.

Un buon modo per mantenere pulita la lista e eliminare questi utenti è attraverso l’installazione di un filtro che li rilevi. Inoltre dovrai misurare e fare prove pertinenti. Ad esempio mediante l’invio di una newsletter.

Se osservi che non ricevi risposta o che non ci sono aperture, elimina questi utenti. Al contrario minerai la reputazione della tua azienda correndo il rischio di finire in spam.

2.- Elimina i contatti con dati sospetti

pulisci il tuo database

Tutti i contatti che contengono nomi strani o domini poco comuni devono essere eliminati.

Allo stesso modo evita i contatti che contengono simboli o indirizzi sospetti. Ciò è essenziale per mantenere un database pulito e sicuro.

3.- Interpretazioni incorrette dei dati

pulisci il tuo database

Dato che tutti i dati sono automatizzati, le possibilità che siano male interpretati si moltiplicano.

Quando si tratta di pulire il database dovrai essere sicuro che questi dati siano reali. Per questo dovresti fare attenzione ai form e ai campi che hai creato.

È consigliabile dare all’utente l’opzione di selezionare, per esempio, la città piuttosto he lasciare aperte diverse opzioni. Perché in questo modo è facile cadere nell’errore di interpretazione scorretta.

Una soluzione è avere un’adeguata piattaforma di marketing automation con la qualità sufficiente per ottenere una risposta univoca.

4.- Evita i dati duplicati

pulisci il tuo database

Infine può succedere che tra tutti i dati ci siano informazioni duplicate che sporcano il tuo database. Se ti trovi con dati uguali dovresti essere capace di interpretare qual è quello buono per eliminare quello errato. A volte una piattaforma di marketing automation non è sufficiente per rilevarli.

Per mantenere un database pulito dovrai fare prove e analisi continue. In questo modo sarai in grado di rilevare i contatti reali e eliminare quelli inadeguati.

Questi sono alcuni dei consigli per pulire il tuo database in maniera corretta. Se vuoi cominciare ora mettiti nelle mani di professionisti in grado di gestire con successo le tue campagne.

Attira i tuoi clienti potenziali e comincia a generare risultati ottimali con MDirector. Si tratta di una piattaforma di marketing digitale con cui potrai mantenere pulito il tuo database e raggiungere i tuoi clienti efficacemente. Vuoi provare?

Whitepaper gratuito Landing Page
Landing Page efficaci: consigli che ti porteranno al successo

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?