Emailing per promuovere un lancio

Emailing per promuovere un lancio

6 dicembre, 2017 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Emailing per promuovere un lancio

Come preparare un emailing per una promozione? Questo tipo di invii è abbastanza tipico a livello aziendale ma magari può essere una novità, quindi è importante conoscere le caratteristiche dei messaggi necessari per promuovere un lancio.

Sapevi che esistono diversi tipi di messaggi a seconda del tipo di lancio di un prodotto? A seconda del momento in cui decidi di inviare il messaggio, è possibile che tu voglia presentare un prodotto o che tu voglia puntare direttamente alle vendite.

Perché tu abbia il quadro completo, ti abbiamo preparato una piccola guida con cui potrai confezionare i tuoi invii ed ottenere il miglior risultato.

Ciclo di emails per garantire un ottimo lancio

Il processo di emailing per promuovere un lancio, riguarda diversi tipi di lancio che sono legati ai luoghi e ai diversi momenti. Non è quindi la stessa cosa pensare al primo invio che l’azienda effettua per promuovere un lancio, o all’ultimo, con necessità diverse.

Si potrebbero differenziere 5 tipi di invii di emailing per promuovere un lancio, a seconda di un momento o un focus particolare. Quindi il ciclo di emailing per promuovere un lancio comincerà con una campagna costruita per richiamare l’attenzione. Questa campagna crescerà fino al momento in cui potrà essere effettuato un invio legato al vero e proprio lancio del prodotto.

Esistono 5 possibili tipologie di email a seconda della fase del ciclo di lancio:

1.- Email teaser

Emailing per promuovere un lancio

Come per le campagne di marketing teaser, le emails teaser servono per generare interessi nei clienti verso il prodotto. È un anticipo di ciò che sta per succedere. L’idea è che il lancio sia interessante per il cliente, per questo è necessario che, sin dall’inizio, si generi curiosità nel cliente.

L’email teaser funziona come una campagna teaser. Basicamente si tratta di un mailing che si struttura evidenziando gli aspetti più importanti del prodotto. Cerca di mantenere vivo l’interesse affinché l’utente compri poi il prodotto.

Quali sono le caratteristiche del teaser?

  • Rende più evidente un prodotto o servizio. È indispensabile richiamare l’attenzione del cliente potenziale e, per questo, la novità deve essere l’asse portante dell’invio.
  • Il messaggio deve essere interessante. È necessario richiamare l’attenzione del cliente e più il messaggio è interessante più possibilità avrai di conquistare il cliente.
  • Non svelare troppi dettagli. È il primo contatto con il cliente, non c’è bisogno di svelare tutto il contenuto relativo al prodotto.
  • Sii interessante. Il cliente deve percepire in te la voglia di comunicare, di mostrare cose e essere attivo.
  • Freschezza. Se una campagna teaser è già stata vista, non avrà successo. È necessario mantenere la freschezza, l’agilità e la sorpresa del messaggio.

2.- Emails ai tuoi iscritti

Emailing per promuovere un lancio

Secondo step dell’invio di emails. Considera che i tuoi sottoscrittori quando lanci un emailing per promuovere i tuoi prodotti. Rispetto alle campagne teaser, i tuoi utenti conoscono già l’azienda e quindi l’invio deve essere focalizzato sui benefici del prodotto stesso.

Devi anche considerare gli interessi dei tuoi sottoscrittori. Se la tua azienda lavora su più fronti dorai decidere che tipo di utenti riceveranno i tuoi messaggi. Nel momento in cui si registrano, segnaleranno una serie di interessi. Puoi basarti su di essi per decidere a chi inviare il mailing. Anche i prodotti visualizzati precedentemente possono servire per segmentare ulteriormente.

L’email per gli iscritti può includere più dettagli rispetto all’email teaser. In questo momento il prodotto è una realtà e tu stai pianificando il tuo lancio per una data specifica. Conosci già i benefici del prodotto, per questo è il momento di renderli evidenti. Come si può vedere nell’email in cui MDirector invita i suoi utenti ad uno dei suoi webinars.

Caratteristiche delle mail ai tuoi sottoscrittori

  • Il prodotto è già una realtà, devi mettere in evidenza i suoi benefici.
  • Approfitta del fatto che chi riceve un messaggio, conosce l’azienda e puoi focalizzarti sul prodotto.
  • Segmenta bene il tuo pubblico. I tuoi sottoscrittori magari non sono interessati a tutti i prodotti.

3.- Emails che rinviano a una landing page di prodotto

Emailing per promuovere un lancio

Insieme all’invio di emails ai tuoi sottoscrittori può esserci l’invio di emails per ridirigere gli utenti a una landing page. La landing di prodotto serve come completamente. Il motivo per cui si invia il target a una landing di prodotto è semplice: ottenere una conversione.

La landing page è il luogo dove l’azienda può spendersi meglio per presentare un prodotto. Solitamente una landing page si avvale di elementi che non è possibile inserire in una mail, come i video, l’audio o i testi lunghi.

Se presenti il prodotto in maniera interessante nella tua mail, la landing page dovrà solo convertire l’utente in qualcuno realmente interessato al prodotto. L’esempio di Prezi è interessante. Si presentano nuove applicazioni del loro servizio, da approfondire in una landing page.

I benefici del dirigere gli utenti verso una landing di prodotto:

  • Hai più possibilità di inviare inputs all’utente.
  • È possibile far emergere in maniera importante i benefici del prodotto.
  • Hai la possibilità di richiamare l’attenzione degli acquirenti con una pagina disegnata specificatamente per il prodotto o servizio.
  • Ridirigi i tuoi clienti ad una pagina strutturata per convertire.

4.- Email del giorno del lancio

Emailing per promuovere un lancio

Questa mail è essenziale. Una volta che hai richiamato l’attenzione e messo in evidenza il prodotto, è importante che il giorno del lancio tu faccia un altro invio per promuovere il prodotto stesso.

Durante questa giornata, le opzioni di richiamare l’attenzione del cliente sono maggiori. Se hai lavorato bene, dovrai solo inviare un remind del lancio. Con la curiosità del cliente viva, e la data in evidenza sul calendario, arriverà il momento di vendere i tuoi prodotti.

Solitamente i messaggi del giorno del lancio propongono uno sconto. Le offerte e gli sconti sono legate al sentimento di urgenza. Per esempio se un cliente compra un prodotto in un determinato lasso di tempo, ottiene un determinato sconto.

BTeam invia una mail ai suoi followers informandoli del lancio in BluRay o DVD di uno dei suoi film più famosi. L’invio lo effettua il giorno del lancio per avere più impatto.

5.- El post lancio

Emailing per promuovere un lancio

Una volta effettuato il lancio, arriva il momento dell’ultimo emailing per le promozioni, il post lancio. Questo invio deve essere effettuato dopo che il prodotto è stato venduto e viene offerta una nuova opportunità.

Solitamente con il post del lancio si evidenzia un prodotto attraverso offerte e sconti. Il post di lancio deve esprimere il concetto che il prodotto è valido e interessante.

L’esempio di Litmus è una mail che viene inviata ai clienti del brand per ricordare loro che a partire dal mese precedente, Litmus propone una nuova app da scaricare sul suo sito. “Launching later this month, Litmus Weekly will feature our latest content, top Community discussion, as well as some of our favorite email-related links from around the web, delivered once a week to your inbox“.

Elementi chiave per un lancio di successo

Affinché un emailing promozionale funzioni, deve seguire una serie di condizioni che lo rendano interessante. Con 5 consigli basici, potrai creare un email che ti garantisce il successo del tuo lancio.

1.- Segmentazione del database

La base principale di tutte le campagne di marketing è che il database sia segmentato. Scegliere un pubblico qualificato è imprescindibile. Si intende per database qualificato quello composto da utenti e clienti che mostrano interesse verso il prodotto.

Per segmentare il pubblico adeguatamente è importante approfittare delle pagine che visita il cliente. I prodotti per i quali mostra interesse, i campi che ha compilato o gli acquisti che ha effettuato ti aiuteranno a segmentare meglio il pubblico.

2.- Una sola CTA

La call to action dell’emailing studiato per promuovere un lancio deve essere unica. Molte call to acion e messaggi diretti al cliente lo distraggono.

È importante che il tuo prodotto sia evidenziato da un messaggio unico e interessante. Non distogliere l’attenzione dal prodotto principale. L’obiettivo dell’emailing per un lancio è far emergere un prodotto affinché susciti interesse verso l’utente.

3.- Creatività

In un momento in cui gli utenti delle mail ricevono una moltitudine di messaggi al giorno, è necessario utilizzare i metodi migliori per far emergere i contenuti. Quindi, le creatività e la grafica delle mail devono essere elaborate in maniera specifica per il prodotto stesso.

Tutto ciò che circonda il messaggio deve essere originale e interessante. È necessario fare emergere il prodotto come un tutt’uno, ossia, chiarendo che il prodotto è importante e tutto ciò che lo circonda sia studiato ad hoc. L’utilizzo di colori vivaci o l’esplicitazione di caratteristiche speciali del prodotto, possono essere alcuni degli elementi basilari pe runa creatività perfetta.

4.- Scelta delle parole

Il tuo messaggio non deve essere formate da parole qualsiasi. Il tuo messaggio ti identificherà e dirà molto di tel. Scegli adeguatamente quale messaggio vuoi trasmettere e come vuoi farlo. Le parole chiave caratterizzeranno il tuo mailing e determineranno il possibile successo del lancio.

Molte aziende fanno emergere parole come “pro“, “offerta“, “nuovo“, “ultima opportunità” o “novità. Sono parole che permettono di capire che si tratta di un prodotto nuovo, diverso e non ancora visto. Puoi richiamare l’attenzione dell’utente verso un prodotto che non ha nessun altro e che sarà il primo ad avere.

5.- Misurare tutto

Come in ogni invio di email, è necessario inserire sistemi di misurazione di ciò che fai. Sapere quali clienti hanno ricevuto il contenuto, se hanno cliccato, quali parti del messaggio li hanno interessati, ecc…è basilare. Da una misurazione corretta e precisa può dipendere il successo della tua campagna.

Normalmente i sistemi di misurazione possono essere utilizzati in tempo reale, ossia i dati variano sul momento. Avere tra le mani una misurazione in tempo reale è un modo efficace per monitorare il lancio di un prodotto.

Cera la tua campagna di emailing per promuovere i tuoi prodotti utilizzando il miglior gestore di emails possibile. Lo strumento di email marketing di MDirector ti permetterà di comunicare e fidelizzare i tuoi clienti inviando loro le ultime novità in maniera personalizzata via mail. Misura, testa e prova diversi tipi di invii grazie al software MDirector di Email Marketing.

Whitepaper esclusivo
Aumenta le tue vendite a natale con l'Email Marketing
Tutte le tecniche per incrementare le tue vendite a Natale, grazie all'Email marketing

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?