7 esempi di mail di benvenuto in grado di incrementare il tasso di conversione

7 esempi di mail di benvenuto in grado di incrementare il tasso di conversione

1 marzo, 2017 per NewsMDirector

mail di benvenuto in grado di incrementare il tasso di conversione
Le mail di benvenuto sono le mail inviate agli utenti che si registrano ad un servizio, acquistano un prodotto o scaricano del materiale. Per riceverne una è necessario compilare un form con i propri dati. Va da sé che strutturare mail di benvenuto in grado di incrementare il tasso di conversione è uno degli elementi essenziali nella strategia digitale di ogni brand.

Si tratta di messaggi che contengono caratteristiche speciali. Non per niente si tratta di mail che gli utenti che si iscrivono, si aspettano di ricevere. Per questo motivo i dati legati al comportamento degli utenti sono essenziali. Come segnalato nell’immagine precedente, estratta dall’infografica ‘Thank you for subscribing. How to optimeze your welcome emails’ di Easy SMPTP, le mail di benvenuto:

  • Generano un fatturato del 320% superiore ad ogni altro tipo di mail promozionale
  • Hanno un tasso di conversione superiore del 336% alla media
  • Il tasso di apertura è superiore dell’86% rispetto alle altre mail
  • I click aumentano del 196%

Dati che obbligano chiunque a dare a questo tipo di strumento l’importanza che si merita. Perché solo in questo modo otterrai mail di benvenuto in grado di incrementare realmente le conversioni.

Elementi delle mail di benvenuto che incrementano le conversioni

Una mail di benvenuto ben strutturata è fondamentale perché è la prima impressione che riceve un lead che si è trasformato in cliente. Inoltre, se ben costruito, il messaggio di questo tipo di mail ti aiuterà a strutturare una prima segmentazione degli utenti che la ricevono.

Di fatto, le mail di benvenuto hanno 2 grandi vantaggi rispetto alle altre mail che un brand può inviare ai suoi utenti:

  1. Da una parte, è l’unica mail che gli utenti si aspettano di ricevere. Soprattutto perché probabilmente è la conclusione di un processo ed allo stesso tempo l’inizio di un nuovo percorso. La mail di benvenuto è l’ultimo elemento del processo di acquisto e può includere elementi come annunci digitali, landing pages, e form. Inoltre, a partire da questa mail l’utente ha a disposizione informazioni utili per cominciare una nuova relazione con il brand.
  2. Dall’altra parte, contiene qualcosa che gli utenti desiderano: che sia un link per scaricare del materiale o un codice di attivazione o la conferma di un acquisto o, anche, informazioni specifiche come in tempi di consegna o lo stato della spedizione.

Nelle mail di benvenuto che incrementano le conversioni, possiamo trovare 4 tipi di elementi:

  1. Il nome di chi invia il messaggio. Normalmente il brand.
  2. L’oggetto della mail
  3. Il corpo del messaggio
  4. La call to action

Per analizzare come devono essere le mail di benvenuto in grado di incrementare le conversioni, ecco 7 esempi concreti:

1.- SEMRush

 mail di benvenuto in grado di incrementare il tasso di conversione: SemRush

Uno degli aspetti che emergono nella mail di benvenuto di SEMrush è che presenta un copy semplice accompagnato da una serie di icone colorate che accompagnano l’utente. Per esempio il saluto iniziale e l’uso del ‘tu’.

Inoltre, questo esempio include una delle caratteristiche tipiche delle mail di benvenuto che incrementano la conversione: generano fiducia. Per questo si basa su elementi come le icone social nell’intestazione, una lista di clienti importanti e un riferimento chiaro all’indirizzo postale. O a un link ben visibile per disiscriversi.

Un altro aspetto importante è che s’include una richiesta: ‘aiutaci a scoprire come ci hai conosciuti’ che permetterà di segmentare adeguatamente ogni utente.

2.- Turismo in Irlanda

 mail di benvenuto in grado di incrementare il tasso di conversione: Irlanda

Turismo in Irlanda inizia la sua mail di benvenuto ai propri utenti che si iscrivono alla newsletter approfittando della forza delle immagini e con un testo che dà il benvenuto in gaelico e in altre diverse lingue.

Ciò che emerge è una call to action importante: ‘Vuoi conoscere meglio l’Irlanda?’. Il pulsante, che ha un colore in evidenza, ‘Scopri di più’, è molto chiaro.

3.- Ello

mail di benvenuto in grado di incrementare il tasso di conversione: Ello

Un esempio del social Ello dimostra che una mail di benvenuto deve essere semplice. Un messaggio pulito, formato dal logo, un benvenuto all’utente e due brevi paragrafi che portano alla call to action ‘Get started’ creano una delle mail di benvenuto migliori per incrementare le conversioni.

4.- Javier Cordero

mail di benvenuto in grado di incrementare il tasso di conversione: Javier Cordero

Al contrario, la mail di benvenuto utilizzata dal consulente Javier Cordero al seguito dell’acquisto di uno dei suoi corsi on line, propone una spiegazione dettagliata dei vantaggi del corso appena acquistato. Incluse le soluzioni di possibili problemi rilevati (come l’impossibilità di scaricare il corso).

Emerge anche il fatto che, nell’oggetto vengono presentati gli elementi che poi saranno presenti nel testo. Inoltre nel footer sono indicati i dati aziendali per un contatto diretto e il link al blog del consulente.

5.- Campus Google

mail di benvenuto in grado di incrementare il tasso di conversione: Google campus

Campus Google ha strutturato una mail di benvenuto da manuale. Ecco la struttura:

  • Un’intestazione con il logo e un messaggio di benvenuto accompagnato da una grafica accattivante.
  • Un dettaglio dei passi appena completati
  • La spiegazione, con elementi grafici, di cosa puoi fare ora
  • Il collegamento ai diversi canali social
  • La possibilità di contattare altri utenti come te
  • Un footer con l’indirizzo postale, la ripetizione dei link social e la possibilità di aggiornare il proprio profilo o disiscriversi.

6.- Food Tech Connect

mail di benvenuto in grado di incrementare il tasso di conversione: Food Tech

Alcune delle mail di benvenuto abituali richiedono la conferma della sottoscrizione in due passi. Il noto double opt-in. L’esempio di Food Tech Connect è uno dei più noti. La mail include un’intestazione identificativa, una call to action con un testo chiaro, ‘Yes, subscribe me to the list’, e gli elementi per contattare il servizio.

7.- Social Media Society

mail di benvenuto in grado di incrementare il tasso di conversione: Social Media Society

L’ultimo esempio di mail di benvenuto che incrementano le conversioni dimostra che anche un messaggio con solo testo può funzionare. È certo che se questo messaggio includesse qualche immagine, sarebbe più semplice da leggere. Ma senza dubbio, in questa versione, il messaggio viene letto da tutti gli utenti, indipendentemente dal dispositivo utilizzato.

Questo messaggio è un bell’esempio che include:

  • Un caloroso benvenuto
  • Una call da condividere su Twitter
  • I dati essenziali per accedere successivamente
  • Cosa fare dopo: accedere ai tutorial tramite link
  • L’identificazione di chi ha inviato il messaggio

10 fattori per curare al meglio le mail di benvenuto

Riassumendo, come si vede da questi esempi, per creare mail di benvenuto che incrementino le conversioni, devi considerare i seguenti 10 fattori:

  1. Non far attendere i sottoscrittori. La cosa ideale è che la mail di benvenuto sia automatizzata. Così, quando l’utente compila il formulario, la mail di benvenuto viene inviata immediatamente. Più il messaggio arriva in ritardo più basso sarà il tasso di apertura. L’utente si aspetta la conferma subito dopo la sottoscrizione. Fai in modo che arrivi appena possibile.
  2. L’utente deve capire da chi arriva il messaggio. Ricorda che i sottoscrittori si aspettano di ricevere la mail di conferma. Rendi semplice l’identificazione. Inserisci un nome riconoscibile da parte degli utenti.
  3. Fai in modo che la struttura sia responsive: gli utenti leggono sempre di più le mail dai dispositivi mobile. Non fare l’errore di creare mail di benvenuto non ottimizzate per smartphones o tablets. È un errore grave che gli utenti non perdonano.
  4. Personalizza. Richiedi dati specifici nel tuo form di sottoscrizione.
  5. Informa gli utenti riguardo al messaggio che stanno per ricevere. È essenziale che sappiano che cosa riceveranno. Fai in modo che se ne rendano conto subito. Per esempio attraverso l’oggetto.
  6. Ringrazia l’utente. È un elemento molto importante in questo tipo di messaggi. Non dimenticarti che l’utente ti ha dato fiducia. Ringrazialo in maniera chiara.
  7. Aggiungi i link ai social. È un modo per farsi trovare sui diversi canali.
  8. Informa gli utenti dei passi successivi da compiere. Le mail di benvenuto che aumentano le conversioni non sono solamente il termine di un processo. Sono il primo passo di una nuova attività in cui l’utente si è già trasformato in cliente. Segnala chiaramente cosa deve fare e cosa troverà.
  9. Richiedi ulteriori dati per segmentare gli utenti. La mail di benvenuto è perfetta per richiedere agli utenti ulteriori dati personali. Per questo, cerca di fornire un valore aggiunto alla mail perché gli utenti siano invogliati a fornirti ulteriori informazioni, al fine di segmentare maggiormente la tua base dati.
  10. Attira l’attenzione con una Call to Action accattivante. Fai in modo che i sottoscrittori compiano nuove azioni. Vuoi che ti seguano sui social? Vuoi che compilino un questionario? Vuoi portarli ad uno spazio dove sono presenti nuove offerte? Tutto deve essere evidente nella call to action che proponi.

Per terminare, non otterrai mail di benvenuto ben strutturate per incrementare le conversioni senza l’utilizzo di piattaforme di email marketing professionali. Solo così disporrai degli strumenti necessari per automatizzare il processo e per misurare al meglio i risultati. Registrati su MDirector e prova gratis il miglior software di email marketing presente sul mercato per strutturare mail di benvenuto in grado di incrementare realmente le conversioni.

Whitepaper Esclusivo
Come configurare SPF e DKIM
Configurati SPF e DKIM e fare campagne di email marketing funzionano meglio

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?