Strategie post-vendita di Lead Nurturing: fidelizza il cliente

23 settembre, 2020 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?
[mr_rating_form]

Lead Nurturing post-vendita

Far sì che i tuoi lead diventino clienti accompagnandoli attraverso il funnel di vendita è essenziale, ma poi devi pensare alla tua strategia di Lead Nurturing post-vendita.

Non tutto finisce quando un utente converte effettuando un acquisto. Devi continuare a dimostrare che sei interessato a stabilire una relazione a lungo termine con quel nuovo cliente.

È vero che l’obiettivo principale è vendere, ma l’ideale non è farlo una volta sola. E per raggiungere questo obiettivo, è essenziale che i clienti siano fedeli. Le persone tendono a legarsi ai brand che dimostrano che la loro presenza è importante. Per questo motivo, devi lavorare per rimanere nella mente di ogni consumatore.

Tieni presente che attirare nuovi clienti costa molto di più della fedeltà a quelli che hai già. Questo è ciò che rende così importante la pianificazione di un’efficace strategia di lead nurturing post-vendita. L’idea è che tu abbia clienti costanti che ti assicurino profitti.

Vantaggi che puoi ottenere

Vantaggi lead nurturing post-vendita
A livello generale, questo tipo di tecnica è ampiamente utilizzata nell’Inbound marketing. Si tratta di offrire informazioni ai tuoi nuovi clienti per mantenere vivo il loro interesse. Questi contenuti devono essere utili e rilevanti per loro, in modo che siano interessati a consumarli.

Una buona strategia di lead nurturing può fornire al tuo brand un grande contributo positivo. Quindi, se non sei ancora sicuro di applicarla, dai un’occhiata a tutti i vantaggi che otterrai:

  • Con una buona strategia di Lead Nurturing post-vendita puoi evitare che il cliente perda interesse per il tuo brand.
  • Si risparmia tempo nel processo decisionale. Se il consumatore conosce già la qualità dei tuoi prodotti e servizi, non esiterà ad acquistarli di nuovo.
    È una tecnica eccellente che permette di chiudere le vendite in modo rapido ed efficace.
  • Si tratta di un metodo non invasivo grazie alla sua personalizzazione, che fa sentire il cliente accudito in modo personale e speciale.
  • Ti consente di rafforzare il coinvolgimento attraverso proposte di valore per ciascuno dei segmenti di clienti. Questo, a sua volta, migliora la percezione del pubblico riguardo al tuo brand.
  • I clienti fedeli diventano ambasciatori della tua azienda, senza alcun costo aggiuntivo. Pertanto, è importante creare contenuti di valore che possano essere condivisi.
  • Migliora il ROI, poiché puoi far crescere il tuo database per ottenere più vendite.
  • È una strategia che puoi implementare attraverso il marketing automation, che facilita gli invii che farai.

Come applicare il Lead Nurturing post vendita

È giunto il momento di passare a ciò che ti interessa davvero. Cioè, come applicare una buona strategia di Lead Nurturing post-vendita.

A questo punto, hai trasformato i tuoi contatti in clienti e hanno fatto i primi acquisti, che è la cosa più importante. Ma l’idea è che tu sappia come mantenerli. Quindi ecco alcuni consigli:

1.- Segmentare i clienti

Segmentare i clienti
La prima cosa che dovresti fare prima di attivare le tue azioni di Lead Nurturing post-vendita, ad esempio tramite l’invio di e-mail, è segmentare i consumatori che hai.

Come si può fare? Utenti semplici e segmentati in base a criteri di base, nonché alla loro precedente interazione con il tuo brand. In questo modo, sarai in grado di distinguere quali dei tuoi clienti sono “caldi” e quali avranno bisogno di un diverso tipo di strategia.

In questo modo le tue campagne di post vendita verranno inserite nelle campagne di sviluppo dei potenziali clienti che si trovano nell’ultima fase di canalizzazione. Ciò include anche le categorizzazioni dei lead.

Per determinare questa classificazione, è necessario prendere in considerazione i criteri di lead scoring che hai stabilito nella tua strategia.

2.- Realizza campagne informative


Potresti avere un buon numero di clienti, ma ti sei mai chiesto quanti conoscono veramente il tuo brand? Sebbene sia vero che il tuo obiettivo sono le vendite, non puoi mettere da parte il messaggio ei valori della tua azienda. Molti possono acquistare da te, ma questo non significa che sappiano chi sei.

Quindi occupati di inviare campagne verso clienti e dopo per promuovere la vendita. L’idea è che il tuo brand rimanga nel loro pensiero e sia un riferimento per loro al momento dell’acquisto.
Ricorda che in questo caso è essenziale creare contenuti di qualità che parlino dei vantaggi offerti dai tuoi prodotti o servizi.

Si tratta di educare i lead in modo che tu possa essere un punto di riferimento nel tuo settore. Questo non vale solo per chi ha acquistato i tuoi prodotti per la prima volta, ma anche per chi è già tuo cliente abituale. Ciò che si cerca di fare è posizionarsi nel mercato e migliorare la percezione del brand.

3.- Informa sempre i tuoi clienti

Quando un utente effettua un acquisto per la prima volta, è meglio inviare e-mail transazionali come la conferma dell’ordine o le informazioni sulla consegna. Può sembrare che questi tipi di email non abbiano nulla a che fare con una strategia di Lead Nurturing post-vendita.

Tuttavia, sono il primo passo affinché il nuovo cliente sappia di aver acquistato da un’azienda affidabile e di qualità. È una delle prime impressioni sul brand che avrai come nuovo cliente.

Alcune aziende sottovalutano e talvolta addirittura ignorano le e-mail di ringraziamento. In questo caso stanno perdendo una grande opportunità e, come si suol dire, “la gentilezza non toglie il coraggio”. Oltre ad essere un gesto educato, esprimendo gratitudine, dimostri di essere interessato al cliente e questo può incoraggiarlo a fare più acquisti.

Fai sentire speciale ogni cliente con una semplice e-mail di ringraziamento. Soprattutto, puoi programmarne l’invio a seguito di un’azione. Più il cliente si sente apprezzato, maggiori sono le possibilità che acquisterà di nuovo i tuoi prodotti o servizi.

Dovresti chiarire che sarai lì per ogni cliente d’ora in poi.

Inoltre non possono mancare comunicazioni volte ad informare riguardo a offerte, promozioni, lanci di un nuovo prodotto o servizio. Anche se puoi fare affidamento anche su email di cross-selling o upselling.

Tieni presente che non puoi limitarti solo all’invio di contenuti informativi. Genera riconoscimento del brand, ma i primi sono quelli che producono le vendite.

Un’altra buona opzione è invitare i tuoi clienti a seguire i tuoi profili su diversi social network. Questo è un vantaggio che darà al tuo brand una maggiore visibilità e possono essere canali di supporto per vedere le tue promozioni. Inoltre, consente agli utenti di interagire in modo più ravvicinato.

4.- Collega i clienti

Se c’è qualcosa che piace alle persone è sentire che fanno parte di qualcosa in particolare, in questo caso, della tua azienda. Per ottenere ciò, puoi invitare i tuoi clienti a unirsi a un gruppo VIP. In questo tipo di gruppo potranno condividere temi in comune con altri consumatori.

Puoi anche invitarli a eventi esclusivi in ​​cui mostri i tuoi prodotti o servizi. Quindi i tuoi clienti più fedeli hanno la possibilità di condividere le loro esperienze con il tuo brand e i vantaggi ottenuti.

Senza dubbio rappresenta una grande opportunità per generare nuove vendite ai consumatori. Quando si sentono parte di un gruppo esclusivo, non esiteranno un secondo a fidelizzare il tuo brand.

5.- Invia email di riattivazione


Questi tipi di campagne sono ideali per riattivare i clienti soddisfatti perché effettuino un nuovo acquisto. È qui che il tuo CRM (Customer Relationship Management) ti aiuterà, perché grazie a questa gestione avrai consumatori ben segmentati.

Prima di inviare le email, devi valutare i seguenti criteri: valore del cliente, risposta alle tue comunicazioni, tasso di abbandono e qual è il livello di soddisfazione. In questo modo potrai automatizzare i tuoi invii in base ai segmenti indicati per promuovere nuovi acquisti.

Per questo motivo, è essenziale che tu faccia un buon follow-up: se l’acquirente sta navigando sulla tua pagina, o lo vedi interessato a un determinato prodotto, è il momento di agire.

6.- Consenti ai clienti di commentare

Email sondaggio
Uno dei modi migliori per sapere se il tuo brand è sulla strada giusta è chiedere ai clienti e ottenere feedback con informazioni molto utili per le tue campagne. Puoi semplicemente chiedere loro di lasciare i loro commenti per conoscere la loro visione della tua attività e di ciò che offri.

Puoi anche inviare loro piccoli sondaggi via e-mail. Ad esempio, puoi chiedere se sono stati soddisfatti del loro acquisto, quali miglioramenti pensano che dovresti apportare, tra il resto.

Quello che vuoi ottenere, oltre a sapere cosa pensano i clienti, è integrarlo nella tua attività. Chiedendo suggerimenti o commenti, dai ai clienti l’opportunità di far parte del tuo progetto, il che dimostra che apprezzi ciò che pensano. Questo li incoraggerà a rimanere fedeli al tuo brand, poiché si sentono apprezzati.

Se hai bisogno di un buon servizio di mailing per lanciare la tua strategia di Lead Nurturing post-vendita, in MDirector ti offriamo la nostra piattaforma di email marketing per inviare le tue comunicazioni in modo professionale. Approfittane e provala subito!

Whitepaper esclusivo
Email Marketing, il perfetto alleato dell'e-commerce
Scopri come migliorare le vendite del tuo e-commerce con l'Email Marketing

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?