Opt-in, double opt-in e soft opt-in: quale usare?

27 marzo, 2019 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Opt-in, double opt-in e soft opt-in sono termine che magari ti sembrano novi ma che utilizzi da tempo nella tua strategia di email marketing. Anche se ne avrai già sentito parlare, è meglio conoscere questi concetti a fondo.

Queste sono le opzioni e differenze tra Opt-in, double opt-in e soft opt-in che devi conoscere se vuoi che la tua posta non finisca in spam.

Cosa sono le liste opt-in?

L’opt-in (concetto inglese che significa “scegliere l’inclusione” o “iscriversi a qualcosa”) è un processo necessario quando crei una lista di contatti. Non è solo importante ma obbligatorio.

Basicamente l’opt-in consiste nel chiedere il consenso previo e volontario dei futuri destinatari che si sono iscritti accettando di ricevere le tue comunicazioni via mail. Questa accettazione deve essere concessa espressamente. Per esempio cliccando su una casella di verifica.

Seth Godin, autore del libro Permission Marketing del 1999, si è trasformato nel referente dei professionisti in questo senso. Nel suo testo Godin difende il fatto che il ‘permission marketing si definisce come il privilegio (e non il diritto) di inviare messaggi pertinenti, personali e attesi a chi si aspetta di riceverli’.

Ciò che significa è che devi chiedere a tutti i tuoi contatti se accettano di ricevere i messaggi che pensi di inviare loro. E questa domanda si conosce come opt-in attivo. Ciò implica che il futuro contatto deve aver cliccato nel luogo indicato per dare il consenso.

Opt-in, double opt-in e soft opt-in: cosa sono e cosa è meglio per te?

1 – Il più comune: Opt-in

La tecnica più comune tra opt-in, double opt-in e soft opt-in è l’opt-in. Semplicemente significa che una persona dà il permesso a un’azienda di inviargli mail. Ciò significa che un’azienda può legalmente inviare mail a questo contatto.

L’opt-in è quindi l’autorizzazione necessaria confermata da una persona a ricevere comunicazioni via mail da parte di un’azienda o una persona in particolare. Per questo motivo le mail opt-in sono dirette e personalizzate. E si inviano solo alle persone che le richiedono specificatamente. Sono persone interessate a riceverle.

Queste mail informano i lettori su temi specifici. Possono essere promozioni o eventi e informazioni di interesse. Le mail di iscrizione in generale contengono informazioni promozionali o su prodotto e offerte speciali.

Le campagne di marketing via mail opt-in ti permetteranno di attivare campagne sicure perché invii le tue mail a contatti che hanno scelto di ricevere queste informazioni. Quindi non riceverai lamentele di spam.

2 – Più garanzia: double opt-in

La migliore garanzia tra opt-in, double opt-in e soft opt-in è il double opt-in. Perché è basicamente un opt-in migliorato. Questa opzione si chiama ‘Double opt-in” perché chiunque si iscriva deve confermare la richiesta due volte. Può essere attraverso una mail relativa a un’iscrizione specifica.

Funziona come segue: un utente invia il suo indirizzo mail attraverso un form che compila e si iscrive. Dopo la richiesta iniziale riceve una mail specifica all’indirizzo segnalato.

Questa mail contiene un link su cui deve cliccare per confermare l’iscrizione. Se l’utente clicca sul link conferma il doppio consenso per ricevere le mail.

3 – Un altro modo di agire: soft opt-in

Questa terza opzione tra opt-in, double opt-in e soft opt-in non fornisce un form di registrazione dove gli utenti lasciano i dati e acconsentono alla ricezione delle mail. Il soft opt-in è un permesso temporaneo per ricevere campagne di marketing via mail.

Per esempio, se stai navigando su internet e stabilisci un contatto con qualcuno in un evento particolare o ti interessi a un tema ma non vuoi essere nella lista di contatti del sito ma ti piacerebbe avere più informazioni sul prodotto, servizio, azienda, allora si usa il soft opt-in.

Questa è l’opzione offerta da questa possibilità. È il permesso di contattare la persona che desidera ricevere informazioni da te ma senza violare le norme della privacy. Come venditore dovrai assicurarti del fatto che il contenuto inviato alla sua mail sia legato ai suoi interessi. E devi sempre includere la possibilità di disiscriversi.

Si può usare il soft opt-in quando il direct marketing è legato all’interesse per un prodotto o servizio concreto. Questa persona si aspetta solo di ricevere il materiale legato ai prodotti di suo interesse. Le differenze tra i tre sistemi sono fondamentali e non ce n’è una meglio dell’altra. Devi anche sempre includere la possibilità di disiscriversi.

Qual è il modo migliore per attirare clienti e costruire la tua lista di contatti?

Ora che hai chiare le differenze tra opt-in, double opt-in e soft opt-in e come sono legati alle campagne di email marketing, devi definire il modo migliore per attirare i clienti.

Farlo ti permetterà di costruire un database solido per le tue campagne di email marketing. Questi sono alcuni aspetti da considerare:

1 – Offri una newsletter gratuita

La parola ‘gratis’ in sé già attira a prima vista e serve sempre per attirare clienti e aumentare il database. Inoltre una newsletter è qualcosa che tutti possono regalare. Dalle piccole alle grandi aziende.

Quando offri una newsletter gratuita stai dicendo che sei disposto a fornire informazioni gratis sin dall’inizio. Se offri un buon contenuto i clienti ti conosceranno meglio ed è qui che si aprono nuove possibilità per attirare clienti e fidelizzarli.

2 – Incrementa il tuo database chiedendo opinioni

Prima che un visitatore abbandoni il to sito chiedigli di compilare un breve sondaggio legato alla tua attività. A molte persone piace dare la propria opinione e interagire. E spesso amano raccontare la propria esperienza.

Puoi utilizzare un sondaggio per fare una verifica nel tuo settore riguardo all’esperienza del cliente o misurare la soddisfazione del cliente.

3 – Mantenere un’eccellente attenzione al cliente

Un cliente che contatta il servizio clienti riguardo al suo primo ordine è importante come un cliente assoldato.

Tratta ogni cliente con rispetto e se ha un problema devi prendere le misure appropriate. È probabile che un cliente felice racconti la sua esperienza a almeno tre amici. E un eccellente servizio al cliente migliora le vendite.

La cosa migliore è fare un tracciamento della comunicazione attraverso strumenti come il software di CRM di MDirector. Integrando il CRM con l’email i risultati sono doppiamente efficaci. Queste sono alcune delle sue caratteristiche:

  • Disporre di una scheda clliente. La creazione di una ‘vista unica’ di molteplici clienti e qualsiasi informazione legata è uno degli obiettivi del CRM. Aiuta a capire com’è un cliente.
  • Automazione. I focus di relazione con clienti includono strumenti automatizzati per strategie come la gestione dei contatti. In questo modo si ottiene efficienza, produttività, agilità operativa.
  • Intelligenza: Un gestore di relazioni con clienti è una fonte di intelligenza perché va oltre la raccolta dei dati. Per esempio il fatto di integrare il CRM con la mail implica anche il miglioramento dei dati disponibili. E le azioni successive corrispondenti che si possono compiere.
  • Social: È probabilmente l’aspetto che porta più crescita per un CRM. Cattura e utilizza molti dati social. I principali sistemi di CRM includono l’integrazione di contenuto social come componente importante.

4 – Aggiorna il contenuto del tuo sito

Un contenuto aggiornato è uno degli elementi principali per attirare nuovi visitatori e potenziali clienti. Mantieni il tuo contenuto aggiornato mediante la pubblicazione di un blog per esempio. Può informare i lettori sulle ultime notizie dell’azienda, i punti chiave e i temi più importanti del tuo settore.

Il contenuto aggiornato ti aiuterà anche a fare in modo che il sito si posizioni meglio sui motori di ricerca. Perché è uno degli aspetti che Google considera in questo senso. Più contenuto generi più possibilità hai di comparire nei risultati di ricerca.

5 – Promuovi la tua attività sui social

Gli utenti di Facebook hanno in media 229 amici. Quando crei nuovo contenuto, lanci un nuovo prodotto o attivi una nuova campagna, assicurati di condividere questa informazione sui social.

Farlo ti darà visibilità. Non c’è modo più facile per aumentare il tuo database clienti. E fare in modo che i tuoi clienti ti promuovano. Potrai anche migliorare la comunicazione con loro.

Costruire un database clienti solido

Ora che conosci le opzioni per attirare iscritti e le differenze tra opt-in, double opt-in e soft opt-in è ora di attirare nuovi clienti. Se vuoi ottenere un database clienti solido, l’implementazione dei 5 passi anteriori ti aiuterà a aumentare il database in poco tempo.

E se hai bisogno di aiuto perché non ottieni i risultati sperati, affidati a piattaforme di email marketing consolidate come MDirector. Ti assicuriamo che le tue mail raggiungeranno la posta in entrata dei tuoi utenti trasformado i leads in clienti.

Whitepaper esclusivo
Aumenta le tue vendite a natale con l'Email Marketing
Tutte le tecniche per incrementare le tue vendite a Natale, grazie all'Email marketing

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?