Quali tipi di filtri antispam esistono? | Guida breve ed efficace

Quali tipi di filtri antispam esistono?

8 marzo, 2017 per NewsMDirector

 tipi di filtri antispam

Il principale nemico di ogni campagna di Email Marketing è lo spam. Per questo, tutti gli ISP dispongono di strumenti o filtri antispam che permettono di bloccare la posta indesiderata prima che arrivi alle caselle di posta elettronica.

I filtri antispam sono strumenti che classificano la posta considerata spam e la posta sicura, basandosi su analisi dell’identità del mittente, presente nell’intestazione del messaggio, e sul contenuto delle mail.

2 grandi tipi di filtri antispam

A livello globale esistono 2 grandi tipi di filtri antispam.

  1. Quelli che identificano lo spam a partire da alcune caratteristiche una volta raccolti tutti i messaggi che arrivano alla casella postale. Da quel momento una valutazione delle caratteristiche li segnala come spam o no.
  2. I filtri antispam che identificano la posta indesiderata utilizzando approssimazioni statistiche. Questo tipo di filtri è molto preciso ma deve essere integrato per dare risultati ottimali.

Partendo da questa prima classificazione puoi trovarti davanti ai seguenti filtri antispam:

  1. Bayesiani. Sono filtri antispam che rilevano schemi partendo dalle mail segnalate manualmente come spam. Quindi, i filtri bayesiani si basano sull’esperienza ed imparano costantemente dai messaggi che gli utenti indicano come spam.
  2. Blacklists. Le liste nere escludono tutto ciò che arriva da determinati PI o mittenti noti come spammers o strutture vulnerabili. Esistono anche le liste bianche, che raggruppano server certificati che garantiscono protezioni adeguate.
  3. Firewalls. L’enorme quantità di spam con cui abbiamo a che fare fa si che siano nati nel tempo strumenti evoluti come i Firwalls. I Firewalls funzionano per reputazione ed altre variabili.
  4. Filtri Challenge / Response. Sono filtri imbattibili ma poco utilizzati. Possono essere superati solamente se i destinatari ti hanno aggiunto nella loro lista contatti.
  5. Filtri antispam basati sulla reputazione.  La reputazione dipende dai vari punteggi associati all’identificazione dell’emittente, che si determina in funzione di un indirizzo IP d’invio e del nome di dominio utilizzato. La mancanza di reputazione è la carenza di una cronologia di invii di email da parte di un dominio o di IP. Se vuoi saperne di più riguardo questi temi ti consigliamo di scaricare il whitepaper “La tua azienda ha problemi di reputazione in Email Marketing?


Come vedi, la scelta di una piattaforma di Email Marketing adeguata è un elemento basilare per evitare di cadere nella rete dei filtri antispam. Vuoi provare MDirector?

Whitepaper Esclusivo
Come configurare SPF e DKIM
Configurati SPF e DKIM e fare campagne di email marketing funzionano meglio

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?