Verifica l’autenticità delle mail del tuo database

26 ottobre, 2018 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Assicurare l’autenticità delle mail che invii nelle tue campagne di email marketing è un fattore essenziale affinché funzionino. Sei sicuro che le mail che ricevi sono reali?

Il fatto che una mail giunga a destinazione è essenziale. All’inizio sembra un tema abbastanza semplice. Hai un database di email che hai creato nel tempo e lo utilizzi per lanciare le tue newsletter. Ovviamente il tuo tasso di apertura può variare in funzione della qualità del tuo database. Più pulito, aggiornato e organizzato è, migliore sarà il tuo tasso di apertura.

Perché verificare le mail?

Il processo che garantisce l’autenticità delle mail non è complicato. La verifica serve soprattutto per quelle mail in cui il tasso di apertura è nullo da diversi mesi. E anche per quelli in cui il nome dell’utente è sospetto. Normalmente si utilizzano strumenti digitali per:

  • Evitare rimbalzi
  • Pulire il database
  • Verificare se le informazioni che hai sono corrette

Se hai un database da pulire o vuoi semplicemente verificare una mail, questi strumenti ti aiuteranno. Ti offrono una risposta riguardo all’autenticità delle mail. Ossia se i messaggi che invii sono considerati validi e operativi. Un aspetto per cui vale la pena di utilizzare un software di email marketing per i tuoi invii.

Strumenti per verificare l’autenticità delle mail

Il tema dell’autenticità delle mail è spinoso. Per tanto che effettui una campagna di lead generation a norma di legge, non tutti i dati che ottieni saranno reali o adeguati.

In molte occasioni quando un utente compila un form, a seconda del suo livello di interesse, lo completerà con una mail falsa. Come puoi verificare l’autenticità delle mail? Questi strumenti possono aiutarti:

1.- Verify email adress

Verify email address è uno strumento gratuito che aiuta a verificare se l’indirizzo di posta è valido o no. L’unica condizione di questa piattaforma è che il server corrispondente deve collaborare con l’applicazione. Perché simula l’invio di una mail.

Come funziona? Lo strumento fa tre verifiche per considerare un indirizzo valido o no. Sono le seguenti:

  1. Per prima cosa analizza il formato della mail. La verifica è fatta sulla mail, in stile nomeutente@xxx.com. ossia, non deve mancare nessun carattere.
  2. In secondo luogo analizza il dominio. In questo caso l’obiettivo è che il nome ottenuto esista. Filtra anche servizi di posta di usar&tirar.
  3. Infine, analizza l’utente. Nel dominio che hai analizzato, cerca che il nome utente appartenga realmente a qualcuno. Ossia che l’account esista.

Ovviamente con gli account di yahoo.com, la piattaforma non funziona. In ogni caso non è male verificare manualmente il tuo database ogni tanto.

2.- Email-checker

Email checker è un altro strumento per verificare un indirizzo di posta elettronica. È gratuito e molto semplice da usare.

In questo caso l’unica cosa da fare è introdurre l’indirizzo di posta elettronica e cliccare sul pulsante di verifica. Lo strumento ti segnala se l’indirizzo è reale o no.

Come fa? Estrare i dati MX dell’indirizzo di posta elettronica e si collega al server di posta (attraverso l’SMTP e simula l’invio) per assicurarti che la mail esista.

Alcuni server di posta non collaborano nel processo. In questi casi il risultato può non essere troppo preciso.

3.- Email-Check

Questo è uno strumento simile al precedente. Include l’indirizzo della mail e ti dice se appartiene a qualcuno o no. In questo caso l’informazione si estrae dai social.

Con questo strumento puoi fare una verifica di massa del tuo database. Se ciò che cerchi è pulire il database, hai un servizio professionale. In ogni caso, con la versione gratuita potrai verificare l’autenticità delle mail che ricevi.

4.- Email Hippo

Se stai cercando una verifica completa, questo è lo strumento che devi utilizzare. Ma se vuoi un’analisi completa devi usare la versione a pagamento, che è relativamente economica.

Email Hippo è uno strumento per le aziende che gestiscono grandi quantità di dati. La differenza rispetto a quelli precedenti è che non solo ti dice se l’indirizzo è vero o falso. Fa un’analisi completa con un report specifico. E si tratta di uno dei pochi strumenti che verifica gli account Yahoo.

Alcuni strumenti simili ai precedenti sono:

  1. QuickEmailVerification – Most Trusted Email Verifier.
  2. Xverify – Intelligent Email Verification.
  3. Bounceless – Email List Verification Made Simple.
  4. EmailListVerify – Bulk Email Checker.
  5. BriteVerify – Email Validation & Verification.
  6. HuBuCo – Best Email Verifier.

Processo di verifica per confermare l’autenticità delle mail

La validità di un indirizzo di posta elettronica si misura attraverso una combinazione di diverse tecniche di verifica e degli algoritmi interni che usano le aziende che gestiscono i big data.

Al termine del processo di verifica della lista inserita, gli indirizzi mail non confermati verranno filtrati e il risultato sarà una lista di mail pulite, verificate e pronte per l’utilizzo nella strategia di digital marketing del brand.

Questi sono i passi basilari del processo di validazione delle mail:

1.- Sintassi

Si verifica la sintassi dell’indirizzo di posta elettronica. Un processo che elimina gli indirizzi di posta con formato non corretto.

2.- Verifica del dominio/registro MX

Questo processo verifica i dati DNS di un indirizzo mail. Quando il dominio non è valido o l’entrata MX manca il processo segnala l’indirizzo come non valido.

3.- Ruoli

Si attiva la verifica di account basati sui ruoli. Indirizzi basati sulle funzioni, senza nomi reali, come info@, admin@ sono rilevati e eliminati.

4.- Mail fittizie

Si rilevano gli indirizzi di mail fittizie. Si chiamano così gli account che si utilizzano per uno scopo preciso, magari per registrarsi o per evitare di inserire un indirizzo di base.

5.- Indirizzi errati

Questo processo rileva spam, BOT, honeypots, blacklist o mail false. In questo processo tutte le mail vengono verificate per rilevare eventuali spammers.

6.- Verifica dei DNSBLs e URI DNSBLs per blacklist

Una lista di blackhole, in inglese denominata blackhole List (RBL) è una lista di indirizzi IP che si utilizzano con maggiore frequenza per inviare mail spazzatura. In questa fase si elencano i domini recuperati nel corpo del messaggio spazzatura. Ma generalmente non si trovano all’interno del testo. In questo processo l’indirizzo mail o IP si verifica con i DNSBLs noti e i DNSBL URI per rilevare le reti spam.

7.- Verifica finale

Questa fase fa una verifica SMTP a livello profondo per ogni indirizzo mail. Ogni account si analizza per garantire l’esistenza di una casella di posta.

Alternative per evitare account falsi

Riguardo agli account falsi, i passi da effettuare per evitarli sono:

1.- Mail di conferma

L’opzione è quella di inviare una mail di conferma. Normalmente viene inviata ai nuovi contatti che compilano un form per la prima volta. Nella mail di conferma l’utente deve cliccare sul link per essere aggiunto alla lista. Altrimenti non verrà inserito e la registrazione non sarà confermata. Si tratta di una pratica abituale.

2.- Pagine di conferma

Cliccando sul link si accede a una pagina di conferma in una landing page in cui il messaggio è chiaro e semplice. Può essere qualcosa come “grazie per esserti registrato, ti manterremo informato riguardo alle novità”. Se inoltre aggiungi qualche vantaggio per l’utente, come un buono sconto, sarai apprezzato.

3.- Mail di benvenuto

Questo passaggio è opzionale. Puoi inviare una mail di benvenuto. Molte volte in questi tipi di mail compare un riassunto della presentazione aziendale.

I questo modo le tue mail sembreranno più reali. Ma questa tecnica ha i suoi inconvenienti. Dando maggiore importanza alla qualità rispetto alla quantità è possibile che il tasso di apertura si riduca.

Quando un utente deve effettuare un’attività extra di verifica il rischio di abbandono è più alto. Ovviamente, l’utente che lo fa, è un cliente potenziale realmente interessato. Per questo l’ideale è bilanciare tra qualità, quantità e risultati.

Vuoi garantire l’autenticità delle mail che invii? Per cominciare devi utilizzare una piattaforma di email marketing professionale come MDirector affinché i tuoi utenti ricevano messaggi con le garanzie adeguate. Inoltre il team di esperti in delivery potrà pulire il tuo database per migliorare i tassi di apertura. Richiedi più informazioni.
Whitepaper esclusivo
Aumenta le tue vendite a natale con l'Email Marketing
Tutte le tecniche per incrementare le tue vendite a Natale, grazie all'Email marketing

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?