Crea landing page dai post del tuo blog

14 settembre, 2020 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?

creare landing da post

È vero che puoi creare landing page da post caricati sul tuo blog? Certamente, anche se molte volte pensi che questa funzione sia riservato solo ai guru del marketing. Sia chiaro che non è così. In effetti, qualsiasi progetto che realizzi può avere una serie di landing page per rafforzare il brand del tuo blog.

Prima di lanciarti con questa strategia, è importante che tu sappia che, avendo un blog, puoi creare landing page e acquisire lead per la tua attività. Potresti far crescere il tuo blog e del tuo numero di lettori. Anche se tutto dipenderà anche da quello che farai con queste pagine.

Quando si implementano landing sul proprio sito, si dovrebbe cercare di trarne vantaggio, e ciò si ottiene pianificandole bene, poiché queste pagine sono quelle che generano il maggior numero di lead. Sono molto importanti per aumentare il numero dei tuoi lettori!

Per creare landing page dai post, devi identificare quale dei tuoi articoli sarà più interessante e può fungere da gancio.

Pertanto, prima devi aprire il tuo account Google Analytics e impostare una data sufficientemente ampia. Una raccomandazione è quella di coprire un periodo di un anno.

Dopo questo passaggio devi andare su “Comportamento” e infine su “Tutte le pagine”. In quella lista troverai tutto quello che vuoi sapere.

È anche importante posizionare un intervallo di pagine ampio in modo da avere una maggiore visualizzazione. In questo modo, sarai in grado di identificare quali sono le prime pagine del tuo blog.

Cosa fare con le landing page dei post presenti sul tuo blog?

Successivamente, avrai sette semplicissimi consigli da mettere in pratica sulle landing page del tuo blog, sia per quelli che ti stanno fornendo un traffico elevato, sia quelli più letti o con il maggior coinvolgimento:

A.- La prima cosa è monitorare

Prima di avviare qualsiasi strategia, il primo passaggio da fare è iniziare a monitorare le metriche di base ottenute da questi post, guarda:

  • Quanto traffico ti stanno portando.
  • Qual è la posizione che occupano.
  • Quali post hanno il maggior coinvolgimento, se hanno commenti o sono condivisi dai lettori.

Sulla base di questa analisi, puoi determinare quali dei tuoi post hanno maggiori probabilità di catturare l’attenzione degli utenti utilizzandoli per creare landing page.

B.- Cattura gli utenti

checklist modulo
Avere un database dei tuoi lettori è una delle cose fondamentali che puoi ottenere con un blog. L’idea è che tu faccia il possibile per attirare utenti verso queste pagine che ti danno più traffico.

Questo è il motivo per cui è necessario studiare a fondo le voci e mettere a disposizione degli utenti diverse azioni di reclutamento. Alcune di esse possono essere:

  • Una call to action con uno stile pop-up, che viene notata solo quando la persona sta per finire di leggere l’articolo o quando sta per lasciare il blog.
  • Offri qualcosa in più sul post per coloro che sono iscritti, come un aggiornamento dei contenuti.
  • Posiziona gli opt-in dell’abbonamento tra i paragrafi del tuo articolo. Dovresti sempre usarli con moderazione.

C.- Cosa succede se acquisisci vendite?

Se sei un po’audace nel tuo blog, potresti ottenere vendite da queste pagine ad alto traffico. Ad esempio, facendo alcune offerte per quei contenuti a pagamento in cui viene addebitata una somma mensile per poter accedere.

Questa strategia non funzionerà per tutti ma aumenterà il volume di traffico che generi, il che sarà una grande opportunità per te.

D.- Ottimizza sempre i tuoi contenuti

Sicuramente in più di un’occasione ti è capitato che, quando scrivi un articolo per il tuo blog, vuoi che sia sempre sulla prima pagina dei motori di ricerca. Oppure quando sei in posizione 10 vuoi raggiungere il quinto gradino; e quando sei in quinta posizione vorresti essere in terza posizione, finché non arrivi finalmente al primo posto.

Affinché questa strategia di landing page basata sui post funzioni correttamente con gli articoli che hai già pubblicato e che hanno raggiunto un traffico elevato, è necessario aggiornarli costantemente. Ma come si fa?

  • Modifica le immagini che hai con altre più aggiornate.Aggiungi più contenuti ai post in modo che l’articolo sia più approfondito.
  • Elimina tutto ciò che è già obsoleto.

In questo modo, otterrai metriche migliori in termini di posizionamento e coinvolgimento e potrai dare una seconda vita ai tuoi vecchi post.

E.- Monitorare in modo più avanzato


Ci sono tre punti importanti che devi misurare. Il primo è la percentuale di conversione è il più critico dei tre. Tieni sempre presente che affinché una persona possa lasciarti la sua email, dovrà fidarsi di te. Ma per lasciare la tua carta di credito, ci vuole molto di più.

Il secondo punto è la durata della lettura. Questo indica il tempo impiegato da un utente per leggere la pagina che stai posizionando, poiché sarà molto importante conoscere il comportamento SEO.

Per quanto riguarda il terzo, si basa sulla misurazione della percentuale di scorrimento sulla pagina. Ma cosa significa questo? È la quantità di pagina che l’utente vede scorrendo verso il basso con la barra laterale per sapere fin dove ha letto il post.

F.- Usa le tue landing page come parte del Link Building

Uno dei re del posizionamento è il Link Building. È molto interessante tutte quelle persone a cui piace leggere, perché possono accedere a contenuti aggiuntivi che trovano interessanti.

Se conduci una campagna di comunicazione con una buona strategia di link esterni, le fonti da cui i lettori ti raggiungono saranno più numerose.

Ecco perché questa strategia è fondamentale per creare landing page dai post che hai sul tuo blog, poiché non solo aumentano il traffico, ma ti aiutano anche ad aumentare la tua autorevolezza di dominio in generale, migliorando il tuo posizionamento.

G.- Estendi Link Juice in tutto il tuo sito

Una volta che vedi che la pagina è molto rilevante, non ti resta che fare una cosa molto semplice: distribuire tutta quella rilevanza raggiunta alle altre pagine che sono sul tuo blog e che vuoi posizionare.

Cioè, devi solo disperdere tutto questo traffico interno su quelle pagine che desideri convertire in landing page. È un consiglio molto semplice per rendere più facile il posizionamento dei tuoi URL.

Come creare le landing page dai post?

Se vuoi ottenere buoni risultati sulle tue landing page, devi seguire una serie di punti per creare landing page interessanti, efficaci e a valore aggiunto dai post.

1.- I tuoi vantaggi

vantaggi di landing pages
Quali sono i vantaggi che l’utente otterrà inserendo i propri dati nella landing? Potresti contenuti esclusivi o informazioni condivise solo per gli abbonati. Tutto ciò che li aiuta a lasciare i propri dati ti sarà utile.

2.- Rendi l’immagine interessante

landing pages da post
Finché offri un’immagine chiara, l’utente avrà una maggiore percezione di ciò che riceverà. Le immagini hanno molto peso nel catturare gli utenti, poiché è una delle prime cose che l’utente vedrà.

Pertanto, è necessario scegliere immagini che generino un impatto visivo. Ma devono anche essere coerenti con il contenuto che stanno promuovendo. Ad esempio, quelle che rendono i tuoi post più facili da digerire per una migliore interpretazione.

3.- Form con pochi campi

Form con pochi campi
Uno degli errori più comuni quando si progettano landing page dai post è che ai potenziali utenti vengano richiesti molti dati.

Quando una persona si trova di fronte a moduli che richiedono troppe informazioni, di solito non li completa. Può essere perché non ha tempo o perché non ha voglia. Meno dati richiedi, meglio è!

4.- Gli elenchi puntati sono necessari

elenchi puntati landing page
I bullet points sono quei punti che il tuo testo ha sotto forma di un elenco e che raccoglieranno i vantaggi che gli utenti hanno se seguono le fasi di conversione delle tue landing.

Grazie a ciò, gli utenti saranno in grado di scoprire i principali vantaggi prima di lasciare i loro dati sulla tua landing. Pertanto, i bullet points sono molto efficaci per aumentare le conversioni.

5.- Usa un potente invito all’azione

Usa un potente invito all'azione
I pulsanti che includono un invito all’azione hanno una percentuale di successo elevata, rispetto ai tipici pulsanti “Invia”.

Un esempio è offrire un prodotto per il download utilizzando il pulsante “Scarica ora”. L’idea è che tu induca l’utente a eseguire l’azione.

6.- Non inserire distrazioni

Cómo crear landing pages a partir de posts
Uno degli obiettivi delle landing page è che puoi acquisire ampie informazioni sugli utenti, per iniziare a utilizzare una strategia di email marketing.

È per questo motivo che ti consigliamo di eliminare alcune distrazioni, nonché di rimuovere i collegamenti che si trovano nelle landing page. I collegamenti possono trasformarsi in perdite di conversione, quindi dovresti evitare di usarli. Quindi l’utente può inserire i propri dati o abbandonare il sito.

Ora che hai tutte le conoscenze su come implementare le landing page dai post del tuo blog, non perdere tempo e approfitta di tutti questi suggerimenti in modo da avere un sito ben posizionato per generare leads.

Con tutte queste informazioni in mano, ora devi mettere in pratica tutto ciò che hai imparato. Se hai intenzione di iniziare da zero con questa strategia, niente di meglio di Landing Optimizer, un generatore di landing page semplice e professionale che renderà il tuo lavoro più facile.

Whitepaper Esclusivo
Come configurare SPF e DKIM
Configurati SPF e DKIM e fare campagne di email marketing funzionano meglio

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?