Ogni quando bisogna aggiornare una landing page?

17 Agosto, 2018 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Se la tua quotidianità è la lotta costante per comparire nelle prime posizioni sui principali motori di ricerca, devi cominciare a pianificare quando aggiornerai una landing page. I contenuti aggiornati e le pagine web che cambiano e adottano miglioramenti sono quelle che i motori considerano.

Di fatto, le landing statiche che non vengono aggiornate da tempo passano inosservate. E ciò, tradotto in termini SEO, significa che diventano irrilevanti e occupano gli ultimi posti delle pagine dei risultati di ricerca.

Perché è importante sapere quando aggiornare una landing page?

Google è focalizzato sull’offrire esperienze positive agli utenti. E i contenuti sfasati non fanno parte di queste esperienze. Accade lo stesso con le tecniche di linkbuilding, per esempio, dove il principale requisito perché funzionino è che il contenuto deve essere utile e rilevante.

E per fornire queste esperienze Google lavora costantemente per classificare i contenuti secondo il valore che apportano. Significa che il tuo contenuto web deve vivere un cambiamento partendo dalle keyword adeguate.

Una delle barriere per dare una risposta riguardo a quando bisogna aggiornare una landing page è che si tende a pensare che per scrivere riguardo a determinati contenuti, va bene tutto. Se questi contenuti sono stati scritti anni fa, sono vecchi. Ma se lo hai fatto due mesi fa, possono esserlo altrettanto.

Contenuti aggiornati e rilevanti

Non si può indovinare ciò che gli utenti vogliono leggere o le keywords che si utilizzeranno.

È possibile che ti sorgano dubbi. Non sempre è facile sapere quando aggiornare una landing page o quali cambiamenti apportare. E ancor di più quando l’offerta non cambia o i prodotti non sono innovativi.

Uno degli aspetti più importanti del mondo digitale è che è necessario investire tempo e denaro nel creare contenuti in maniera regolare. Già lo sai, più scrivi più avrai probabilità di essere trovato.

Come gestire i contenuti del tuo sito?

Considera che tu, come brand, vivi della tua audience. E essa vive dei tuoi contenuti. E i contenuti possono essere condivisi nel formato che preferisci o nel più conveniente a seconda del momento. La cosa migliore, se non sai come cominciare, è focalizzarti su questi aspetti:

  1. Pensa ai problemi che hai con i clienti potenziali. Riguardo a cosa ti chiedono e alle keywords che cercano sul tuo sito. E offri soluzioni relative a questi temi.
  2. Abituati ad essere organizzato. Se ti basi su un calendario e un piano di contenuti non ti dimenticherai di nulla. È un modo utile per essere costante
  3. Se vedi che resti senza idee dai uno sguardo alla concorrenza. Di cosa scrive? Quali post hanno più commenti? Potresti scrivere qualcosa di simile a completamento e apportare contenuti di valore?
  4. Gioca con i diversi formati. Non parliamo di quando aggiornare una landing page qualsiasi ma di quelle che fanno respirare tutto il tuo sito. I webinars, i video e le immagini sono l’elemento perfetto.

Quando aggiornare una landing page?

Il tuo sito web, in generale, è il tuo biglietto da visita. E se vuoi generare conversioni e fidelizzare la tua audience non ti resta altro che avere le informazioni aggiornate. Pensaci. Che idea ti sei fatto dei siti web che avevano informazioni non aggiornate? Ti suscitano fiducia le landing di prodotto che offrono qualcosa che non comprerai o che promuovono articoli non in stock?

E cosa pensi delle pagine di atterraggio che ti propongono offerte speciali che poi, nel carrello non funzionano? Per non parlare dei contatti di alcune landing che i brand usano per promozioni a tempo. Hai mani chiamato il Customer Service scoprendo che in realtà non esiste?

Il tuo biglietto da visita nel mondo digitale è il tuo sito. O è aggiornato e adattato alle nuove tendenze e ai gusti del tuo target, o muori.

Riguardo agli aggiornamenti di una landing page devi sapere che non c’è una frequenza fissa. Di fatto, ognuno ha un ritmo differente. Ma se hai bisogno di un dato come riferimento, l’importante è che tu lo faccia ogni volta che succede qualcosa di rilevante che vale la penda di essere modificato o comunicato.

Come hai potuto vedere nei punti anteriori la generazione delle nuove pagine e dei relativi contenuti ti dice quando è ora di aggiornare una landing page. Ma puoi farlo aggiungendo le informazioni che hai già, come tuti i dettagli che variano col tempo. Può essere, per esempio, il prezzo dei prodotto o il materiale che hai ancora in stock, o i colori dei prodotti.

Consigli per aggiornare una landing page

1.- Includi nuove funzioni

Non è una novità che Internet viva un cambiamento costante. Quotidianamente si lanciano nuovi strumenti e funzioni che possono dare un nuovo aspetto alle tue landing pages. E la maggior parte di esse possono integrarsi con i tuoi contenuti e aiutarti a dare un impulso alla tua attività.

Se pensi che il tuo sito web è alla fine, dai uno sguardo alla concorrenza e guarda cosa fanno i tuoi competitors. Ti risulterà più facile farti un’idea di ciò di cui hai bisogno per sapere quando aggiornare una landing page e come farlo.

2.- Cerca di includere molto contenuto visuale

Il pulsante di riproduzione non è solo la call to action più convincente di qualsiasi strategia di marketing digitale. In due anni si stima che l’80% del traffico internet sarà video.

Ogni tipo di contenuto è ideale per determinati momenti ma i contenuti visuali guadagnano terreno. La cosa migliore è che ti diranno quando devi aggiornare una landing page.

Che tu voglia o no, è sempre utile rinfrescare il tuo sito. E i contenuti visuali sono ideali. Fai ciò che segue. Vai alla tua landing page e dai uno sguardo alle immagini.

  • Pensi che potrebbero essere sostituite da altre immagini migliori?
  • Hai altre fotografie rilevanti che non hai ancora usato?
  • Hai scelto una hero image che dia un nuovo focus al tuo brand e ti aiuti ad incrementare le conversioni?

Non devi complicarti la vita. A volte utilizzare le proprie immagini e editarle è sufficiente. Usa qualche elemento unico, aggiungi un testo interessante o fai cambiamenti che pensi convenienti e cura i piccoli dettagli.

3.- La tua versione mobile è aggiornata?

Non devi focalizzarti unicamente sul rispondere quando aggiornare una landing page. Considera che il 57% degli utenti afferma che non consiglierebbe a nessuno un’azienda con un sito non ottimizzato, con una grafica povera o una pagina che offre un’esperienza non ottimale, secondo SocialMediaToday.

Allora la domanda sarebbe:”Quando aggiornare una landing page mobile?”.

4.- Chiedi aiuto ai tuoi utenti più fedeli.

L’opinione e i feedback dei tuoi clienti possono darti molte informazioni importanti. Considera che a volte ci abituiamo a vedere contenuti e grafiche e pensiamo che dato che piacciono a noi, piaceranno anche al pubblico. Ma non sempre è così.

Comincia chiedendo loro cosa pensano della grafica. Poi chiedi se, quando hanno dubbi, ti consultano per trovare la soluzione. E se non è così informati riguardo ai problemi e come l’utente vorrebbe risolverli.

Inoltre, per sapere quando aggiornare una landing page con precisione, ogni tot puoi invitare gli utenti a navigare sul sito e selezionare gli elementi che toglierebbero.

Ma, per fare questo, è importante utilizzare strumenti di analisi web che ti permettano di verificare il rendimento del tuo sito e di avere un feedback dell’utente per sapere con precisione cosa funziona e cosa no.

A/B test per individuare le modifiche adeguate

E ovviamente tutto ciò che vuoi cambiare deve essere provato con un A/B test che assicuri di aver preso la decisione corretta. Lo strumento Landing Page Optimizer di MDirector è stato creato per semplificare il processo di A/B test per landing pages. Attraverso questo strumento è molto semplice creare un numero infinito di landing pages con diversi colori di sfondo, dimensioni dei pulsanti, titoli, colori dei pulsanti, ecc. e verificare quale funziona meglio.

Così troverai la versione della landing page che converte meglio e quali elementi funzionano. Landing Optimizer misura in maniera automatica i tassi di conversione di ogni versione. E ridirige il traffico ad ogni pagina in funzione della percentuale selezionata.

Vuoi che il processo di A/B test per landing page si trasformi in un compito facile, semplice e rapido?

Whitepaper esclusivo
Aumenta le tue vendite a natale con l'Email Marketing
Tutte le tecniche per incrementare le tue vendite a Natale, grazie all'Email marketing

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?