6 motivi per cui la tua strategia di marketing automation non funziona

1 giugno, 2018 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?

strategia di marketing automationUna strategia di marketing automation efficace riduce del 25% i costi di lead generation. E se non sei arrivato a questi risultati non significa che il marketing automation non sia così potente come viene descritto. Forse una parte della tua strategia è rimasta a metà e non ti permette di avanzare.

I dati del report Marketing Score Report di PR 20/20 rendono chiaro il suo potenziale. Come puoi vedere nella grafica una delle principali ragioni per cui si utilizzano queste strategie è perché hanno un tasso di conversione medio 1,6 volte maggiore di qualsiasi altro modello. Cosa che genera immediatamente una riduzione dei costi di lead generation.

Per questo la maggior parte dei responsabili marketing ha sviluppato come minimo una strategia di Marketing Automation.

Pianificalo come segue. Sviluppare una strategia di marketing automation non è una moda passeggera. È un processo che ti aiuta a mantenere il controllo della tua attività, soprattutto se ogni giorno cresce.

Vedrai, quanto più cresci più difficile sarà mantenere il controllo dei piccoli dettagli che sono gli aspetti da cui deriva il tuo successo o il tuo insuccesso.

Una buona strategia di marketing automation ti aiuterà a mantenere relazioni personalizzate al 100%, a curare ogni cliente e a fare retention stabilendo un contatto unico e diretto. In definitiva si occuperà di tutti i dettagli che possono avere a che fare con i tuoi piani, indipendentemente dal fatto che il tuo database cresca senza sosta.

Ovviamente potrai solo godere dei vantaggi avendo una conoscenza basica del marketing automation. Ciò significa conoscere le verità che nasconde questo processo e saper applicare le sue regole chiave.

Se non hai ancora sperimentato i benefici delle strategie automatizzate, è il momento di cambiare. Indaghiamo un po’ per scoprire cosa non ha funzionato?

La tua strategia di Marketing Automation non funziona perché…

Un report riguardo al marketing automation ha scoperto che molti specialisti sono coscienti del fatto che non utilizzano la tecnologia al meglio per la loro mancata conoscenza. Di fatto si è arrivati a rilevare che l’85% degli specialisti marketing pensano di poter sfruttare di più il marketing automation.

Ciò che manca sono le informazioni su come creare un workflow di Marketing Automation. E ciò fa sì che si commettano alcuni errori che ti impediscono di raggiungere le tue mete.

Per esempio:

1.- La mancanza del tocco umano

strategia di marketing automation

La segmentazione, a volte, può essere critica. Ossia non c’è dubbio che i messaggi personalizzati generino maggior engagement ma se il contenuto del tuo messaggio è impersonale, corri il rischio di sembrare un robot. Ed è qui che una strategia di marketing automation perde valore.

Puoi automatizzare messaggi sui social, le mail, automatizzare annunci o SMS. Ovviamente il fatto di lasciare una risposta programmata non significa che tu perda personalità.

Al contrario.

Umanizzare la comunicazione nel mondo automatizzato è possibile. E grazie alla personalizzazione e la vicinanza potrai fare retention con i tuoi clienti.

Quindi lascia da parte i messaggi standard e le risposte piatte. Crea un piano di comunicazione e marketing più umano, vicino e personale. Un piano che mostri la tua vera personalità. Per questo utilizza risorse come lo humor e le emozioni ad esempio.

Anche se guardi l’esempio, non fa mai male includere dettagli più personali come nomi e cognomi di quelli che sono dall’altra parte dello schermo. Se a ciò aggiungi una foto, l’umanizzazione del tuo brand sarà ancora più completa.

2.- Una strozzatura nell’imbuto di conversione

strategia di marketing automation

Solo perché hai raccolto informazioni di contatto non significa che tu possa metterti in contatto con gli utenti in maniera indefinita.

Le liste di contatto si deteriorano nel tempo. Questa è una delle ragioni per cui devi mantenere pulito il tuo database. Di fatto, in generale, dovresti sapere che il 25% della tua lista deve essere pulito ogni anno.

Perché?

È probabile che molti abbiano cambiato indirizzo o telefono e tu ti stia mettendo in contatto con un indirizzo che non genera risposte. Questi dati ti porteranno a una strada senza uscita.

Dall’altro lato, ci saranno coloro che sono interessati ai tuoi servizi. Anche se non ci credi, una grande percentuale nemmeno si scomoderà a disiscriversi.

Ma mantenere pulita la tua lista e ridurla è necessario per la tua strategia di marketing automation. È meglio generare un effetto potente su pochi contatti e fare in modo che arrivino alla fine dell’imbuto di conversione, piuttosto di renderti conto che questi contatti non arriveranno mai alla fine.

3.- La mancanza di personalizzazione

strategia di marketing automation

Pensi davvero che lo stesso messaggio avrà un impatto simile su utenti con gusti diversi?

Un software di marketing automation può aiutarti a lanciare diversi messaggi rapidamente a molte persone. Ma se configuri queste automazioni in maniera che tutti ricevano lo stesso contenuto la tua strategia di marketing automation fallirà.

Se non segmenti il database alla fine manderai sconti per chi acquista bikini a uomini di 60 anni. E anche se questo target può effettuare altri acquisti, non si tratta del tuo pubblico potenziale.

Una buona segmentazione ti permetterà di migliorare la tua strategia di marketing automation come segue:

  1. I tuoi risultati saranno migliori. Per esempio i dati di Adestra segnalano che i brand che avviano processi e analisi più precisi per migliorare la personalizzazione delle loro mail ottengono il doppio di conversioni rispetto a chi non lo fa.
  2. Maggiori probabilità di fidelizzazione. Per poter fidelizzare bisogna identificare bene i clienti, sapere i loro gusti, desideri, ecc.
  3. Come conseguenza potrai ottenere brand ambassadors. Il cliente fedele al brand aspetterà i tuoi messaggi e si sentirà identificato con i tuoi valori, consigliandoti ad altri.
  4. Ovviamente risparmierai tempo e denaro
  5. E tra gli altri vantaggi, potrai posizionarti meglio della concorrenza.

 4.- Sei sicuro di essere sempre opportuno?

strategia di marketing automation

Se un contatto finisce per registrarsi alla tua lista di mail per scaricare un ebook gratuito, magari si tratta del momento migliore per presentargli un prodotto caro.

Il bello di qualsiasi strategia di marketing automation è che puoi configurare la comunicazione per inviare qualsiasi tipo di messaggio a qualsiasi utente. Ma con ciò si dimentica un fattore importante: i fatto he questo messaggio sia opportuno o no.

Ti consigliamo, in questo caso, di lanciare un messaggio adeguato per ogni tappa del ciclo di vita del cliente:

  1. Identificare. Gli utenti cercano informazioni
  2. Lead nurturing. Dopo aver identificato le necessità, i gusti, i problemi, devi fornire le risposte e nutrire la relazione.
  3. Conversione. I contatti sono pronti per comprare il servizio o prodotto che soddisfa le loro necessità e che risolva i loro problemi. È qui che le vendite sono importanti, non al principio.
  4. Retention. Non puoi dimenticarti dei clienti dato che è più facile fare retention piuttosto che generarne di nuovi.

5.- Dimenticare il content marketing

Vuoi un’altra ragione per verificare che la tua strategia di marketing automation non funziona? Il tuo messaggio non ha valore.

Non dimenticarti mai che se l’automatizzazione è il motore della tua strategia di marketing, il contenuto è il combustibile. Per questo non puoi permetterti di dimenticare i tuoi contenuti. Altrimenti invierai messaggi senza valore.

Lo studio di Content Marketing in America Latina e Spagna segnala che solo il 15% dei brand vive lontana dal potenziale del content marketing. Metre il 7% ha colto l’occasione e ha raddoppiato gli sforzi per creare contenuti indimenticabili.

Quindi, evita di restare indietro e punta sulle strategie di content marketing. Così potrai migliorare il tuo posizionamento e potrai attirare i tuoi clienti potenziale generando più leads.

6.- Limitarti alle mail

strategia di marketing automation

Lanciare una newsletter ogni settimana è una buona strategia di marketing automation. Ma non deve essere l’unica dato che il potere di un software di automatizzazione va molto oltre.

Vedrai, l’automatizzazione può aiutarti a qualificare contatti e a muoverli automaticamente attraverso un CRM di vendita. Hai la capacità di fare cross channel marketing e inviare SMS lanciando campagne sui social.

Perché allora ti limiti solo alel mail?

Una delle principali ragioni per cui le strategie d marketing automation non funzionano è perché si fermano a metà e non sfruttano il potenziale disponibile.

Ovviamente quando tutte le sue funzioni sono utilizzate all’unisono, la tua strategia di marketing automation diventa uno strumento estremamente potente.

In questo senso, sono ancora scarse le piattaforme di cross channel marketing che permettono di integrare il lavoro in diversi canali. Ma ci sono alcune soluzioni. Una di esse è MDirector, una piattaforma cross channel che permette di unificare in un unico spazio la strategia di email, SMS, le landings, i social e il retargeting.

Whitepaper Esclusivo
Come configurare SPF e DKIM
Configurati SPF e DKIM e fare campagne di email marketing funzionano meglio

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?