Miti che mettono in pericolo l’automation marketing

17 luglio, 2019 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?

La parola automation provoca diverse reazioni nelle persone. Sentimenti di curiosità, confusione e paura. È un termino che al giorno d’oggi si associa ai cambiamenti nel modo di lavorare e la maggior parte delle volta si considera come qualcosa di negativo. Ed è un errore. I miti del marketing automation generano il rifiuto nelle persone.

La paura che le macchine soppiantino il lavoro che fanno gli uomini è una realtà. Gli avanzamenti tecnologici e le innovazioni a volte non sono accettati nel mondo del lavoro perché generano paura.

Ovviamente esistono persone che vedono il marketing automation come un aiuto per l’uomo nei suoi compiti. Anche se la tecnologia e l’automatizzazione dei processi non smette di essere qualcosa di freddo e impersonale agli occhi della società.

La realtà è che l’automatizzazione del marketing può migliorare i processi di acquisto e l’esperienza dell’utente. E i miti del marketing automation frenano questo sviluppo positivo.

La realtà è che l’automatizzazione del marketing migliora significativamente le interazioni con i clienti in modo che il marketing tradizionale ha difficoltà a seguire questi processi.

Ovviamente dati alcuni problemi legati a falsi miti sul marketing automation è ora di mettere il tema sul tavolo per dimostrare che i miti del marketing automation non sono un problema per le persone.

Quindi è ora di fare luce su alcuni miti relativi al marketing automation.

Miti del marketing automation

È possibile che tu abbia sentito dire che il marketing automation non è positivo per la tua attività. O che è difficile da gestire e può generare problemi. E ovviamente si può affermare che il marketing automation è geniale per la tua attività, può migliorare l’engagement con gli utenti e fidelizzarli.

L’interesse del marketing automation è chiaro. Le aziende potrebbero migliorare la produttività delle vendite mentre riducono i costi indiretti di commercializzazione.

Si tratta di un miglioramento indiscutibile per qualsiasi brand. L’automatizzazione del marketing implementata correttamente può avere un impatto straordinariamente positivo sulle entrate e sull’efficienza degli utenti. Quindi l’automatizzazione del marketing può cambiare il modo di lavorare dei team marketing di qualsiasi azienda.

1 – L’automatizzazione dei processi è solo per i robots

Come segnalato all’inizio uno dei principali miti del marketing automation è pensare che l’automatizzazione dei processi non abbia a che fare con i processi umani.

Non è colpa del marketing automation, è colpa del mondo in cui è stato venduto. Molte delle aziende coinvolte non gestiscono la personalizzazione del marketing attraverso tecniche esistenti. E molte aziende non si preoccupano di offrire proposte personalizzate ai propri utenti.

Se per esempio le tue campagne di email marketing cominciano con un “Ciao cliente n. 17839” dimenticati di migliorare i tassi di conversione o di clicks. Questo utente perderà interesse riguardo ai temi di cui parli perché non considera le offerte di valore.

Gli utenti sono esposti a costanti inputs di offerte, annunci o qualsiasi cosa che serva per attirare l’attenzione. Per questo le tendenze del marketing si stanno dirigendo sempre di più verso la personalizzazione del processo di acquisto. Soprattutto per far sentire l’utente al centro dell’attenzione.

Una buona automatizzazione del marketing risponde alle necessità di personalizzazione degli utenti attraverso l’interazione. Un’interazione che si gestisce in un momento concreto e per un motivo concreto.

L’automatizzazione ovviamente non dovrebbe essere l’unica soluzione che un brand adotta per migliorare la propria strategia di contenuti. È un complemento in più che aiuta tra le altre cose a ridurre il lavoro degli specialisti di marketing per far crescere il ROI, la qualità dei leads e le conversioni. In definitiva per migliorare i risultati.

2 – Il marketing automation è solo per le campagne di email marketing

Anche se il marketing via mail è il canale più solido per l’automatizzazione, non è l’unico. Il marketing automation può essere utilizzato anche per i social, le home pages, le tecniche di generazione di opportunità di business, attività di gestione e molto altro.

Per questo è un errore considerare il marketing automation come rilevante solo per le mail. Ovviamente la maggior parte dei software di automatizzazione include strumenti che aiutano ad automatizzare attraverso altre tecniche. Per esempio i form di iscrizione al sito.

Uno dei motivi per cui questo è uno dei principali miti del marketing automation è la relazione tra spam e automatizzazione dei processi.

Ovviamente la realtà è che l’automatizzazione del marketing può fare in modo che i tuoi processi siano più rapidi e semplici. Inoltre ti può guidare verso innumerevoli clienti potenziali attraverso il processo di conversione che ti aiuterà a risparmiare tempo e risorse.

3 – Si può ignorare ciò che si automatizza

Questo è un mito popolare come quello di ‘configuralo e dimenticatene’. È uno dei più grandi errori e uno dei motivi per cui molte campagne non sono efficaci. Avere uno strumento di automatizzazione del marketing non significa che non devi mai monitorare le campagne.

L’automatizzazione del marketing può liberare il team perché si concentri su altri aspetti. Ma richiede attenzione costante per funzionare efficacemente. Molte aziende pensano di poter lasciare all’automatizzazione tutto il lavoro. Ma non è la realtà.

L’automatizzazione del marketing funziona come un complemento alla tua strategia. E il tempo che risparmi riguardo a certi aspetti della strategia lo devi investire nel valutare e analizzare la reach delle tue campagne e flussi di lavoro automatizzati.

Dato che il marketing automation muove grandi moli di dati, otterrai informazioni rilevanti su cosa funziona e cosa no. Quindi dare uno sguardo a questi dati è essenziale per prendere le decisioni migliori.

4 – L’automatizzazione gestisce i problemi di marketing

Uno dei grandi vantaggi dell’automatizzazione del marketing è la capacità di ridurre il carico di lavoro e realizzare compiti ad un ritmo più rapido. Ciò significa che l’automatizzazione del marketing amplifica tutto ciò che il tuo team riesce ad ottenere.

Un team marketing utilizza criteri precisi e rilevanti per qualificare e segmentare gli utenti. Inoltre ha un contenuto ad alta conversione disponibile che utilizza per nutrire le necessità di ogni tipo di cliente.

L’automatizzazione include compiti come la selezione di quali clienti potenziali cercare e che tipo di contenuto richiederanno e in quale momento. E un processo automatizzato lo può fare rapidamente.

Ovviamente questa capacità di automatizzare i flussi di lavoro non rende il tuo contenuto magico o convincente. È possibile che si crei un impatto sulle persone corrette nel momento corretto ma se la qualità di ciò che racconti non è rilevante, non servirà a nulla.

Semplicemente significa che il team ora può inviare contenuto in maniera più rapida a più persone. E non significa che le tue strategie di marketing siano migliori per l’automation marketing.

Inoltre l’automation marketing non risolverà il problema della gestione dei dati. Per funzionare in maniera efficace l’automation marketing richiede un certo volume di dati per crescere.

Devi essere tu a gestire al meglio la strategia di raccolta dati. Man mano che stabilisci i criteri necessari per determinare l’uso di questi dati.

5 – Non è un processo per pigri

L’automatizzazione del marketing di qualità richiede lavoro e alla fine ne vale la pena. I processi che intervengono in una strategia di automatizzazione del marketing sono facili da sviluppare ma la qualità di questi processi è parte di ciò che i brand sono disposti a fare.

Una buona strategia non ha la capacità di fare in modo che chi la usa sia rilassato. In fin dei conti l’automatizzazione del marketing è solo una piccola parte di una strategia molto più grande.

Devi considerare cosa si racconta in ogni momento e su tutti i canali. Inoltre devi controllare come è programmato il tuo contenuto. La mancanza di controllo e di tracciamento può danneggiarti.

Automatizzare il tuo marketing e il tuo contenuto è il primo passo ma assicurati di personalizzare il tuo contenuto prima e dopo l’interazione con gli utenti. È un processo che non è per i pigri.

Ora che conosci i miti del marketing automation puoi cominciare a creare una buona strategia. Una strategia che sia all’altezza del tuo brand e con cui migliorare i processi, risparmiare tempo e ottenere migliori risultati.

Dimenticati dei miti del marketing automation e utilizza un software come MDirector che ti permetta di automatizzare le azioni di marketing. Inoltre è il primo strumento di comunicazione Email Marketing e Marketing Automation in cui hai tutto sulla medesima dashboard.

Whitepaper Esclusivo
Come configurare SPF e DKIM
Configurati SPF e DKIM e fare campagne di email marketing funzionano meglio

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?