Approfittare dei micro momenti per entrare in contatto con il tuo cliente

8 agosto, 2018 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Approfittare dei micro momenti per entrare in contatto con il tuo cliente non solo ti aiuta a generare fatturato ma ti permette di rinforzare le relazioni con i tuoi clienti e alimentare la tua community.

Google ha definito i micro momenti come gli istanti in cui, per esempio, cammini per la strada e guardi il tuo smartphone. O stai sul divano e navighi. Si tratta di quel preciso istante in cui cerchi abbigliamento online o un ristorante per stasera. È qui dove bisogna attivarsi.

Il marketing dei micro momenti per entrare in contatto con i tuoi clienti è una delle attività più utilizzate attualmente. Molti responsabili marketing sviluppano azioni e strategie per attirare l’attenzione dell’utente. Si cerca di emergere e tutto accade in un panorama mobile che non smette di crescere.

Mobile first

Il mobile ha cambiato le regole del gioco. L’utilizzo massivo degli smartphones ha modificato il modo in cui i brand comunicano con la loro audience. Per non parlare delle relazioni tra gli utenti.

La customer journey si è divisa in migliaia di micro momenti in centinaia di piattaforme. E come no, sta spingendo la ricerca o l’intenzione di acquisto.

Ovviamente, per quanto sembri difficile, il tuo obiettivo è quello di esprimere questi micro momenti per entrare in contatto con il tuo cliente. Così riuscirai a influire e orientare le sue decisioni per aumentare le conversioni.

Come trovare i micro momenti per entrare in contatto con il tuo cliente

Identificare i micro momenti per entrare in contatto con il tuo cliente è un’arte. Significa verificare perché la gente converte in ambito mobile e rilevare quando può essere utile il tuo brand per l’utente.

In questo ambito Google ha condiviso una lista di consigli con diversi modi e strategie per trovare questi micro momenti e sfruttarli al meglio. Vuoi cercarli?

1.- Trova le migliori ricerche focalizzate sui dispositivi mobile

L’ideale in questo caso è verificare la domanda dei consumatori per temi di ricerca e tipi di dispositivi. Queste ricerche possono suggerirti idee importanti riguardo a ciò che il cliente cerca e vuole quando utilizza un telefono intelligente.

Guarda la domanda dei consumatori per tema di ricerca e tipo di dispositivo. A seguire esamina le ricerche focalizzate sui dispositivi mobile per il tuo brand o per categoria. Queste ricerche rivelano idee importanti riguardo a cosa la tua audience vuole quando usa uno smartphone.

2.- Analizza le domande più frequenti che si generano attorno al tuo brand

Per trovare i micro momenti per entrare in contatto con il cliente dovrai seguire un cammino che offrirà diverse opzioni. Sai già quanto è importante integrare gli analytics nelle tue strategie di marketing. I risultati che raggiungerai ti guideranno in questo cammino.

Verifica cosa si dice riguardo al tuo brand. Per esempio puoi cominciare dalle parole ‘Cosa’, ‘Come’ o ‘Quando’ e verificare cosa si dice di te. Considera che ognuna di queste ricerche è un’opportunità per ottenere risposte utili, per cui non dimenticartene.

Per esempio, immagina di lavorare per un brand di cosmetici e trova le ricerche ‘come applicare il rimmel’. La risposta si adatta perfettamente al mobile. Di fatto potresti investire in pubblicità video per risolvere questo problema.

3.- Controlla i sondaggi dei consumatori

Google Consumer Surveys, per esempio, è uno dei modi per ottenere un feedback da parte del cliente e conoscerlo meglio. Allo stesso modo l’email marketing è uno degli strumenti più potenti per farlo. Soprattutto se hai dei difensori del brand e una community fedele che sai che risponderà alle tue domande.

Al posto di fare le solite domande riguardo alla brand perception e alle caratteristiche dei tuoi prodotti, focalizzati sullo scoprire quando, perché e dove si utilizza il mobile per ottenere aiuto e risposte in determinati momenti.

Continuando con l’esempio della cosmetica e la bellezza, un caso della cura dei capelli ti permetterà di comprendere questo punto. I risultati di un sondaggio sulla cura dei capelli potrebbero rivelare che un’alta percentuale di donne utilizza lo smartphone per sapere come curare i capelli.

Quindi, nel caso in cui vendessi prodotti o servizi che possano assolvere a queste necessità, potresti lanciare video con consigli di stile per esempio.

4.- Ottieni informazioni complete sul ciclo di acquisto di un cliente attraverso tutti i dispositivi.

Tutti i consumatori cercano e vogliono vivere un’esperienza perfetta di acquisto mentre si muovono all’interno dei dispositivi e dei canali. Di fatto il 57% degli utenti afferma che non consiglierebbe a nessuno un’azienda che avesse una pagina web mal adattata ai mobile, una grafica povera o un sito in cui non si vive una buona esperienza, secondo SocialMediaToday.

Ma non si tratta solo di avere una grafica responsive. Per assicurarti che il tuo brand soddisfi le aspettative, spingi il tuo team a pensare come coprire i micro momenti per entrare in contatto con i tuoi clienti. Verifica come essere lì e essere utile in momenti specifici e quotidiani.

Immergiti in ciò che già sai del viaggio del consumatore utilizzando dati di altre campagne e studi e sondaggi. A seguire verifica i momenti specifici in cui si può approfittare dei micro momenti per entrare in contatto con i tuoi clienti. Soprattutto quando si usano dispositivi mobile.

I 4 micro momenti principali

Puoi cominciare da 4 tipi di micro momenti

  • “Io voglio sapere”. In questo caso si utilizza lo smartphone per esplorare riguardo a determinati temi. E non sempre c’è intenzione di acquisto.
  • “Voglio andare”. Fa riferimento a persone che cercano luoghi da visitare. Può essere un centro commerciale, un ristorante, un parco, un negozio. In questo caso è importante che tu sappia che si sono duplicate le ricerche riguardo a “luoghi vicini a me”.
  • “Io voglio fare”. Come puoi risolvere i dubbi degli utenti? I più comuni in questo caso sono gli utenti che chiedono come installare un programma per esempio. Sia Google sia YouTube segnalano che queste ricerche sono cresciute del 70%.
  • “Voglio comprare”.

Dopo questa analisi fai un brainstorming degli scenari di consumo più tipici in queste categorie. E dopo aver rilevato gli elementi principali, chiediti se hai trovato alcuni dei micro momenti necessari per entrare in contatto con i tuoi clienti.

5.- Puoi anche approfittare di interviste fisiche, nei negozi

Se il tuo brand ha un locale fisico, probabilmente hai visto come i clienti utilizzano i dispositivi mobile mentre passeggiano nel punto vendita. Perché non parli con loro per sapere cosa stavano cercando?

Considera che gran parte del processo di acquisto si realizza da mobile. 9 utenti su 10 hanno usato lo smartphone nel processo di acquisto secondo IAB. E a volte l’unico motivo per cui un utente si avvicina a un negozio fisico è per verificare di persona il prodotto.

Per esempio Sephora ha scoperto che sono sempre di più gli utenti che cercano diversi prodotti via mobile mentre passeggiano nei negozi. E come una minaccia si è pensato che questo pubblico non facesse altro che confrontare prezzi. Ma i clienti hanno confermato di essere alla ricerca di prodotti e di verificare on line il colore specifico di rossetto acquistato l’ultima volta.

Come risultato, Sephora ha creato diverse nuove funzioni nella sua app per assicurarsi di risolvere i dubbi dei suoi utenti. Sapresti approfittare di questi micro momenti per entrare in contatto con il tuo cliente? A volte la soluzione è più chiara di quanto pensi.

Come fare in modo che la tua strategia di marekting sia efficace nei micro momenti

  • Azione immediata. Gli smartphone hanno il vantaggio di permetere un’azione immediata. Indipendentemente dal momento e dal luogo. Il fatto di restare connesso tutto il giorno rende il consumatore in grado di prendere decisioni in maniera più semplice, cercando o informandosi.
  • La capacità di reagire su richiesta. Il mobile è il dispositivo del “qui e ora”. Non si può attendere. Nemmeno in caso di navigazione lenta. Nel momento in cui una persona sta cercando qualcosa dal suo smartphone, vuole una risposta immediata. Se riesci a ottimizzare questi micro momenti per entrare in contatto con il tuo cliente, le conversioni raddoppieranno.
  • Curi le prime impressioni? I micro momenti per entrare in contatto con i tuoi clienti sono vitali. Ma non dimenticare che ti esporrai anche a utenti nuovi. E forse loro potranno diventare nuovi clienti in futuro. Assicurati che tutti i tuoi canali di comunicazione siano adattati al mobile.
  • I micro momenti per entrare in contatto con i tuoi clienti determinano la condotta dei consumatori di altri brand. In altre parole, nessun cliente è del tutto fedele. Soprattutto riguardo al prezzo. Il 67% dei consumatori ha cambiato opinione nel momento dell’acquisto influenzato da un micro momento via mobile. Quindi non frustrarti e cerca di emergere.

Attirare i clienti nell’era mobile

Un’app può essere una grande alleata. Soprattutto se riesci ad abbinarla a una strategia di marketing digitale. Dato che dopo aver ottenuto un certo numero di clienti, potrai inviare loro comunicazioni attraverso altri mezzi come SMS o email.

E quale modo migliore di farlo se non con i migliori strumenti di Email Marketing e Marketing Automation che ti aiutino a creare le tue campagne e a fidelizzare i tuoi utenti e clienti in maniera personalizzata, segmentata e economica. Vuoi entrare in contatto con un consulente ora?

Whitepaper Esclusivo
Come configurare SPF e DKIM
Configurati SPF e DKIM e fare campagne di email marketing funzionano meglio

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?