Cos’è la pubblicità display?

22 ottobre, 2018 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?

La pubblicità display è un tipo di pubblicità online dove l’annuncio (un banner) viene mostrato in una pagina web di destinazione.

Differisce da altri metodi di pubblicità online per il posizionamento dato che non è tipico trovare pubblicità in un motore. Quella pubblicità situata negli spazi web è quella che consideriamo pubblicità display.

La pubblicità display si è evoluta dai banner dove a mala pena si mostrava un testo ad elementi più interessanti e completi riguardo alla grafica. I banners pubblicitari display incorporano animazioni, audio e video. Si tratta di elementi situati nelle pagine web con un determinato interesse.

L’obiettivo della pubblicità display è approfittare degli spazi che il sito web mette a tua disposizione per lanciare un brand o un prodotto. Il funzionamento e l’obiettivo, è lo stesso di qualsiasi metodo di pubblicità. Il sistema è digitale e ha condizioni uniche:

  • Permette una segmentazione maggiore
  • Favorisce l’interesse all’innovazione dei messaggi pubblicitari
  • È un metodo pubblicitario interattivo, favorisce la partecipazione dell’utente e lo invita a cliccare.
  • Dispone di diversi metodi di pagamento. Abitualmente si utilizza il Costo per Mille (CPM) o il Costo per click (CPC).
  • È completamente misurabile e quantificabile. I suoi risultati sono misurabili mediante diversi indicatori come il numero di clicks o il numero di aperture.
  • È il metodo pubblicitario utilizzato nelle campagne di retargeting. Piattaforme come CRM Retargeting di MDirector impiegano queste risorse.
  • È un metodo pubblicitario adeguato per essere mostrato sui dispositivi mobile.
  • È ciò che si conosce come pubblicità intelligente. Arriva al pubblico opportuno in maniera opportuna.

Cos’è la CTA nella pubblicità display?

La call to action o CTA è ciò che fa riferimento ai testi inclusi in qualsiasi elemento di marketing. Il suo obiettivo è richiamare l’attenzione del cliente e portarlo a completare l’azione desiderata.

Quindi la call to action è il motivo per cui il cliente compra un prodotto, si registra a un servizio o si informa riguardo a ciò che l’azienda offre. Si tratta del testo che richiama l’attenzione. Da qui il fatto che la sua importanza sia massima. Se non si gestisce bene la call to action si perde l’opportunità per attirare clienti.

La call to action può essere un titolo, un paragrafo o un testo incluso in un pulsante. Il suo obiettivo è richiamare l’attenzione e attirare il cliente. Si utilizza come richiamo per fare in modo che i clienti clicchino dove comincia il processo di conversione. Quindi solitamene la call to action è all’interno di un pulsante e invita i clienti a ‘comprare’, ‘vendere’, ‘registrarsi’, ecc.

La call to action deve motivare il cliente e invitarlo a realizzare determinate azioni. Se non si attira l’attenzione dell’utente, gli sforzi saranno stati vani. Creare una buona call to action richiede tempo e sforzi. È un compito che richiede una pianificazione psicologica per sapere come attirare il cliente efficacemente.

Elementi da considerare per creare una buona CTA

Ci sono molti modi di scrivere una call to action efficace. Ogni brand ha trovato un modo e uno stile per dirigersi ai clienti mediante questi messaggi. Ma ci sono trucchi e idee che devi considerare quando elabori le tue call to action:

1.- Personalizza tutto in una grafica coerente

Anche se la call to action è una frase, un’idea, è importante che tu possa creare uno stile unico e personale. Se non c’è un insieme che accompagna il messaggio i tuoi sforzi serviranno a poco. Gli annunci display richiedono una personalizzazione totale.

Il tuo messaggio sarà potenziato se crei pulsanti esclusivi. Se la tua grafica si basa sull’uso dei colori, del logo e del brand, sarà molto meglio. Le entrate miglioreranno se fai in modo che il tuo brand e il tuo prodotto vengano trasmessi in maniera semplice e personale.

Devi essere in grado di offrire un’esperienza unica ai clienti che si avvicinano a te. Il tuo banner display deve essere diverso dagli altri. Puoi avere una buona call to action ma se non hai una grafica personalizzata non servirà a nulla.

2.- Più il pulsante è grande, meglio è

L’elemento che rinforza il potenziale di una buona call to action è il pulsante. Senza un pulsante visibile sarà impossibile creare una call utile. Dimenticati di riuscire a far convertire se la relazione tra pulsante e call to action non è totale.

Far risaltare il pulsante nel banner display è essenziale se vuoi che il messaggio della call to action attiri l’utente. Elabora un pulsante personalizzato, unico e interessante. Se il tuo messaggio è interessante porterà il cliente al pulsante, permettendogli di convertire.

Se il tuo banner display non dispone di un buon pulsante, lo sforzo sarà stato vano. È importante portare i clienti dove vuoi. Accompagna la call to action con un pulsane efficace.

3.- Testo memorabile. Sii creativo!

Il tuo testo deve impressionare il cliente. Non c’è modo migliore per fare in modo che il tuo messaggio diventi memorabile. Il tuo obiettivo è attirare il cliente.

Uno slogan che i clienti ricordano è la migliore presentazione possibile. Lo slogan ti aiuterà a situare il tuo brand sulla mappa e a lanciare i tuoi prodotti nel mondo.

È imprescindibile che in un banner display l’elemento memorabile abbia un ruolo centrale. Il testo è vitale se consideriamo che il tempo di impatto sul cliente è molto breve e che devi essere in grado di arrivare a lui in alcuni decimi di secondo. Per questo è imprescindibile un testo interessante che sia subito comprensibile. Se riesci a fare in modo che il cliente con un solo sguardo sia attratto da te, avrai raggiunto il tuo obiettivo.

4.- Gli aspetti positivi, se sono brevi, lo sono due volte

Alcuni brand peccano nel creare call to action troppo lunghe. L’obiettivo della call to action, come abbiamo detto, è arrivare ad attirare il cliente. Se non lo ottieni, sarà complicato potenziare l’efficacia della call to action.

Perché ciò non accada, devi essere in grado di creare call to action brevi. Un testo breve e interessante è sempre meglio di un testo lungo. Il tuo obiettivo è creare un testo simile a un subject. Ciò significa che in poche parole devi essere in grado di condensare ciò che vuoi dire per attirare l’utente.

Un testo breve e interessante è più facile da ricordare. Permetterà di lanciare il tuo messaggio in maniera più rapida e farà in modo che il cliente si ricordi di te. Devi favorire il fatto che il cliente familiarizzi con la tua proposta. Evita sotterfugi, difficoltà e ostacoli, facilita le azioni e avrai successo.

Ma per mostrare annunci e banners adeguati è necessario utilizzare i migliori strumenti. Senza un software adeguato, sarà impossibile creare una campagna efficace di retargeting.

MDirector CRM Retargeting è l’unica piattaforma che ti permette di aggiungere un cookie ad ogni utente del tuo database per comunicare con lui mentre naviga nel web, via mobile o su Facebook. Vuoi provare?
Whitepaper Esclusivo
Come configurare SPF e DKIM
Configurati SPF e DKIM e fare campagne di email marketing funzionano meglio

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?