Scopri i vantaggi del marketing nostaglico

25 luglio, 2018 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Stai ascoltando la radio quando comincia una canzone che ami da sempre. La canzone ti fa viaggiare nel tempo e ti trasporta alla tua infanzia, generando una sensazione di nostalgia e allegria che da tempo non provavi. Hai già vissuto un momento simile? Il marketing nostalgico fa sì che tu possa riviverlo.

Come sai, le emozioni e i sentimenti guidano le persone e le spingono ad effettuare determinate azioni. Secondo Nielsen, un prodotto ben comunicato che tocca la fibra sensibile del consumatore può vendere fino al 23% in più rispetto ad uno che non emoziona.

E il marketing nostalgico è specialista nel far riassaporare i sentimenti del passato. La nostalgia è rivivere l’essenza di un brand che un tempo colpiva il pubblico ma che si è perso col tempo. Si tratta di un marketing più famigliare, più vicino, qualcosa che si ama. Per questo è più semplice colpire la fibra sensibile del consumatore.

Chi ha detto che facendo branding è complicato creare emozioni e generare engagement allo stesso tempo, non conosceva il marketing nostalgico. Magari ti stai chiedendo cosa significa in realtà questo concetto. E l’aspetto più curioso è che probabilmente sei già stato esposto a impatti di questo tipo.

Cosa scatena il marketing nostalgico?

Nel mondo del marketing la nostalgia può essere uno strumento essenziale. Quale brand potrebbe dichiararsi non nostalgico? Per esempio Coca Cola è uno dei brand che non ha paura di tornare allo stile vintage delle sue bottiglie di vetro o di lanciare comunicazioni del passato.

Ma, cosa ti rende realmente nostalgico? Alcuni sondaggi hanno rivelato che l’essere umano tende a sentirsi tale per le situazioni significative vissute nel passato o legate a persone vicine.

Come risultato potrai verificare come date speciali quali il natale, le lauree o i compleanni sono la base di diverse campagne. Per attivare diversi tipi di ricordi che una determinata situazione genera nel consumatore, è il principale rompicapo del marketing nostalgico.

Per questo la domanda è: cosa scatena la nostalgia? Cosa ti porta a intraprendere questo viaggio mentale verso il passato per tornare ai tuoi ricordi? Sono diversi i fattori che entrano in gioco:

  • Il sistema sensoriale. Sentire un aroma particolare o ascoltare una canzone può provocare nostalgia. Sicuramente ora comprendi perché molti brand includono canzoni mitiche nei loro annunci.
  • Le interazioni social. Il fatto di ritrovarti con gli amici o i famigliari è un altro aspetto che genera nostalgia. Pensa a quando Facebook ti ripropone le foto del passato. Cosa pensi voglia fare?
  • Gli oggetti fisici. Non devono essere per forza le foto di viaggio o reliquie famigliari. In questo ambito può entrare qualsiasi oggetto che, in un momento particolare della tua vita è stato importante per te.

Ovviamente c’è un fattore che emerge quando sorge un sentimento nostalgico. La solitudine, l’emozione negativa più legata alla nostalgia. Ciò significa che la nostalgia è legata alle emozioni negative?

Nostalgia: trasformare sentimenti negativi in positivi

Anche se questo sentimento è provocato da emozioni negative, il marketing nostalgico nasce dalla parte felice delle emozioni. Sperimentare la nostalgia può creare benefici per la tua mente nella seguente maniera:

  • Migliora lo stato d’animo
  • Migliora l’autostima e ti offre una sensazione positiva
  • Ti aiuta ad entrare in contatto con la gente
  • Riduce lo stress
  • Provoca sentimenti positivi

In definitiva, rivivere i ricordi felici del passato ti farà sentire meglio. Da una prospettiva di marketing, approfittare della nostalgia ha molto senso. Se il tuo contenuto può far viaggiare nel tempo il tuo target, otterrai grandi risultati.

Strategia di marketing nostalgico in 4 passi

  1. Utilizza un prodotto trascendente. Se vuoi riesumare qualcosa dai ricordi, che sia un prodotto, un servizio, una canzone o un programma televisivo, devi essere stato trascendente in quel momento. Pensa a quando è nato Pokemon Go. Se questo gioco non fosse stato così potente allora, sarebbe stato difficile avere successo l’estate passata.
  2. Assicurati che sia passato un tempo consono. Non puoi cercare di provocare nostalgia con qualcosa che è stato di moda fino a pochi mesi fa.
  3. Approfitta degli anniversari e ricorrenza. Cerca di fari riferimento a 15/20 anni fa. Sono i migliori momenti per puntare sul marketing nostalgico.
  4. L’estetica antica. Se veramente vuoi creare un ambiente nostalgico non c’è nulla come trasformare tutto l’ambiente di quel tempo. Utilizza colori, dimensioni e formati originali.

I migliori esempi di marketing nostalgico

Esistono decine di brand che hanno saputo sfruttare il potenziale del marketing nostalgico. Questi sono alcuni dei migliori esempi da cui puoi farti ispirare:

1.- Sunny Delight

Se negli anni ’90 eri un bambino, sicuramente Sunny Delight ti suonerà famigliare. In questo caso, i requisiti per creare gli annunci erano gli stessi: un gruppo di adolescenti energici torna a casa dopo una giornata sui pattini. Chiaramente la madre di uno di questo deve riempire il frigorifero con una nuova bottiglia di Sunny Delight.

Nel momento in cui l’agenzia Grenadier ha lavorato alla creazione di una nuova campagna per Sunny Delight, il team creativo non ha fatto altro che lasciarsi ispirare dagli annunci degli anni ’90. Parte della parodia e il viaggio nostalgico a quegli anni è ispirato dagli stessi bambini di allora: l’abbigliamento, i colori, il tema…ovviamente ora i protagonisti hanno 30 anni.

2.- Microsoft

Anche se ora ci sono diversi browser, per molti anni quello di Microsoft, Internet Explorer è stato il più utilizzato e ha vinto il Webby Award nel 2013.

L’annuncio comincia così: “Magari non ti ricordi di noi, ma ci siamo conosciuti negli anni ‘90”. A partire da qui si utilizza il marketing nostalgico per ricordare allo spettatore tipico questa decade. I Tamagotchi, i tagli di capelli, ecc.

Column Five Media, l’agenzia creativa che sta dietro questa proposta, ha voluto creare un annuncio virale basato sulla nostalgia per riproporre Internet Explorer ai bambini degli anni ’90.

3.- McDonald’s

Quando McDonald’s ha eliminato antibiotici e conservanti artificiali dai prodotti a base di pollo, voleva una campagna pubblicitaria che non solo informasse i consumatori riguardo a questo cambiamento ma che puntasse anche sulla nostalgia.

“C’è un livello innegabile di nostalgia legato al brand McDonald’s e alle sue proposte” ha detto Adweek Britt Nolan, direttore creativo di Leo Burnett USA. “Ci siamo proposti di catturare questa relazione in maniera sincera e semplice in modo che i padri di oggi possano relazionarsi e sentirsi bene condividendo esperienze con i propri figli”.

4.- Gazelle di Adidas

25 anni fa la modella Kate Moss è stata protagonista dell’annuncio che proponeva per la prima volta questo modello sul mercato. Nel 2016 la Moss è comparsa nuovamente nella comunicazione per il rilancio di Gazelle, il cui spot combinava la nostalgia con il lavoro di Doug Abrahams, un artista molto noto su Instagram.

5.- Pokemon GO!

L’estate 2016 verrà ricordata per essere stata una stagione in cui un gioco basato sulla realtà aumentata ha lasciato il mondo senza parole. Unendo una serie televisiva con cui sono cresciuti i millennials con un gioco nato negli anni ’90, trasformato in realtà aumentata, Pokemon ha proposto un ottimo esempio di marketing nostalgico.

6.- Old Navy

Old Navy è un altro degli esempi di come utilizzare il marketing nostalgico in maniera efficace facendo uso di un’icona del passato. In questo caso i Backstreet Boys e la loro famosa canzone ‘Everybody’.

7.- Pepsi

Come Coca Cola, l’eterno concorrente Pepsi ha saputo utilizzare il marketing nostalgico per i suoi prodotti. L’azienda si è focalizzata su una bevanda chiamata Crystal Pepsi, di tendenza negli anni ’90. Il gioco si basava su un ritorno nostalgico che approfittava delle migliori tecniche del marketing.

8.- Donuts Pantera

I Donuts Pantera Rosa Fusion possiedono un aspetto nostalgico che risveglia l’interesse del consumatore che si ritrova trasportato nel passato. Chi non si ricorda questo prodotto?

9.- Spotify

Il gigante dell’industria musicale ha riunito gli attori per interpretare ancora una volta i ruoli di Atreyu e Falkor, i cari personaggi de ‘La storia infinita’ (1984), in un annuncio in cui comunica, che 30anni dopo, la canzone è ancora ascoltata milioni di volte al giorno.

10.- Adobe

Bob Ross, il guru della pittura degli anni ’80 morto nel 1995 ha vissuto un nuovo momento di popolarità l’anno scorso. Quando Netflix ha incluso nel suo programma ‘The joy of painting’ nella sua linea streaming, Ross è diventato una vera tendenza su Instagram.

Adobe ha preso nota e ha deciso di rendere omaggio al pittore in una serie di video tutorial promuovendo il suo nuovo Adobe Photoshop Sketch per iPad Pro.

L’autenticità è stata centrale per questa campagna di marketing nostalgico. Adobe e l’agenzia Lekker Media hanno collaborato per assicurarsi che ogni dettaglio fosse preciso. Anche il brand di abbigliamento che Ross usava nel suo programma.

Il marketing nostalgico è ideale per introdurre nuovi prodotti, promuovere rilanci e generare una connessione emozionale con l’audience. Come puoi utilizzare questo strumento nella tua strategia di marketing?

Se riesci a stringere legami e ad aumentare la fiducia dei tuoi utenti sarà più facile renderli difensori del brand e ottenere brand advocates sarà il migliore indicatore che le tue strategie funzionano.

Se vuoi assicurarti che i tuoi messaggi siano adeguati e raggiungano gli utenti, utilizza piattaforme di Email Marketing e Marketing Automation come MDirector che ti permettano di conoscere a fondo il tuo pubblico obiettivo e di ottenere tutte le informazioni per poi coinvolgerlo in maniera efficace.

Whitepaper esclusivo
Email Marketing, il perfetto alleato dell'e-commerce
Scopri come migliorare le vendite del tuo e-commerce con l'Email Marketing

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?