10 consigli per migliorare il tasso di apertura delle email

22 luglio, 2014 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?

10 consigli per migliorare il tasso di apertura delle email

Arrivati a questo punto, non c’è alcun dubbio che l’email marketing sia un buon strumento per qualsiasi azienda. Può essere che tu abbia cominciato ad utilizzarlo o che stia pianificando di farlo, qualunque sia la tua situazione, è importante sapere che l’email marketing dev’essere qualcosa di vivo, che si evolve ogni giorno, adattandosi agli iscritti e alle proprie preferenze per migliorarne l’efficacia.

I vantaggi dell’email marketing sono molti (basso costo, comunicazione diretta, servizi versatili, misurazione di risultati…). Le cifre parlano da sole senza bisogno di troppi esempi. Secondo l’infografia elaborata da Sikich che vi riportiamo oggi, i consumatori che ricevono email marketing spendono un 83% in più di quando comprano nei negozi tradizionali. Questo significa che l’email marketing può essere fino a 20 volte più produttivo di qualsiasi altro strumento di marketing.

Ciò nonostante, queste cifre si ottengono solo se le email vengono aperte e non spostate direttamente nel cestino. Cosa fare per riuscirci? Oggi vi mostriamo questa infografia che affronta esplicitamente questo tema. Si tratta di 10 consigli per migliorare il tasso di apertura delle email che dobbiamo tenere a mente al momento di realizzare un invio:

1. utilizza liste segmentate (questo può aumentare il tuo CTR da un 3% a un 8%);

2. realizza sempre l’invio con un account reale affinché i destinatari possano risponderti;

3. scrivi un oggetto che catturi l’attenzione (il 64% fissa la propia attenzione su questo al momento di aprire o meno un’email);

4. informa i destinatari su quello che andranno a ricevere quando si iscriveranno alla tua lista;

5. utilizza un “preheader” che catturi l’attenzione (apparirà nella previsualizzazione dell’email);

6. mostra una call to action sempre al principio dell’email;

7. ottimizza il servizio per Smartphone (il 38% delle email sono aperte da dispositivi mobili);

8. non dimenticare di personalizzare il messaggio (questo aumenta la percentuale di clic di un 14% e le conversioni di un 10%);

9. dai la possibilità ai tuoi destinatari di scegliere con quale frequenza ricevere i tuoi contenuti;

10. realizza test, monitorizza e analizza.

pushing-the-e-envelope2

Whitepaper Esclusivo
Come configurare SPF e DKIM
Configurati SPF e DKIM e fare campagne di email marketing funzionano meglio

Lascia una risposta

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?