Workflow unico o in serie? Qual è più efficace per la tua attività

Workflow unico o in serie? Qual è più efficace per la tua attività

6 maggio, 2019 per NewsMDirector

Uno degli strumenti più potenti che uno specialista di digital marketing ha a sua disposizione è quello dei workflows del marketing automation. Ovviamente non tutti sono uguali e non hanno gli stessi obiettivi. Sai qual è il workflow più efficace per la tua attività?

La gestione dei leads richiede tempo, risorse e strategia. Una gran parte della gestione dei clienti potenziali si basa sulla nota pratica del lead nurturing. Se la gestisci correttamente farai in modo che gli utenti si mantengano attivi in tutto il processo dell’imbuto delle vendite procedendo gradualmente.

I flussi di lavoro permettono di nutrire al meglio i tuoi clienti potenziali, creando relazioni più solide e identificando gli utenti che è possibile fidelizzare.

La cosa migliore è che anche i brand più piccoli possono incorporare l’automatizzazione per realizzare flussi di lavoro complessi in maniera routinaria e a basso costo.

Cos’è un workflow di automatizzazione del marketing?

Un flusso di lavoro consiste nel programmare una serie di azioni automatiche configurate nel software del marketing automation che scegli. Queste azioni sono programmate per attivarsi in funzione del comportamento dell’utente.

I flussi di lavoro non hanno limiti. L’obiettivo è provare e trovare il workflow più efficace per la tua attività. Puoi creare flussi di lavoro per svolgere diversi compiti, dall’inviare mail all’aggiornamento della lista contatti.

Come funziona un flusso di lavoro?

Se un utente scarica un contenuto dal tuo sito, il flusso di lavoro assegnerà un passo successivo da fare come parte di una catena. Può essere per esempio inviare una mail di tracciamento o inviarlo a un contenuto scaricabile.

L’obiettivo dei workflows è utilizzare tecniche che aiutino a attirare l’utente. I modi per raggiungerlo li stabilisci tu e il workflow decide come farlo.

È impossibile svolgere questo compito in forma manuale con ogni utente. Per questo i flussi di lavoro sono così importanti. Con l’aiuto dei workflows e i software di marketing automation questo compito è possibile e si effettua in tempo reale.

Tu definisci le regole e poi permetti al tuo workflow di automatizzare il resto del processo. Se ciò che vuoi è trovare il workflow più efficace per la tua attività devi utilizzare tutte le informazioni che hai riguardo ai tuoi clienti potenziali per usarle e creare strategie migliori in futuro. Puoi creare campagne complete basate su flussi di lavoro e massimizzare i vantaggi.

Perché usare un workflow di automation marketing?

Per gli specialisti di marketing un flusso di lavoro di automation marketing è uno strumento molto potente. Ti offre l’opportunità di rafforzare tra le altre cose la tua segmentazione dei leads. E inoltre ti farà risparmiare tempo, migliorare le previsioni dei risultati e sfruttare al meglio ciò che funziona per il tuo brand.

Puoi segmentare i tuoi clienti potenziali in accordo a diverse informazioni disponibili in altri strumenti. Ovviamente se vuoi dirigerti meglio alla tua audience, con i flussi di lavoro puoi creare strategie che miglioreranno la tua strada fino all’ultimo passo dell’imbuto di conversione.

Se ciò che vuoi è attirare clienti potenziali in qualsiasi fase, devi essere rilevante. L’unico modo di esserlo è offrire in ogni momento ciò di cui hanno bisogno. In definitiva soddisfare le loro esigenze nel modo migliore.

I workflows lavorano insieme a altre strategie di digital marketing. Se normalmente hai un database a cui invii due mail alla settimana, il workflow può inviarne di più in funzione delle azioni che gli utenti svolgono.

Per esempio se inseriscono un prodotto nel carrello ma non hanno terminato gli acquisti, verrà inviata una mail di remind relativa al fatto che hanno qualcosa nel carrello. Svolgere questo compito con un workflow automatizzato è semplice.

Qual è il workflow più efficace per la tua attività?

Implementare una strategia di automatizzazione del marketing efficace può farti risparmiare tempo e migliorare le relazioni e conversioni dei tuoi clienti.

Il software è in grado di automatizzare molti compiti importanti. Anche se le capacità sono eccellenti, può essere difficile saper scegliere esattamente il workflow più efficace per la tua attività.

Le principali barriere per il successo dell’utilizzo della tecnologia del marketing automation sono la mancanza di una strategia e la complessità della tecnologia.

La strategia che vuoi creare attraverso i flussi di lavoro è essenziale per determinare il buon funzionamento della tua strategia. È difficile scegliere il workflow più efficace per la tua attività.

I workflows sono obiettivi

La chiave sta nel capire la tua audience e analizzare i passi che si fanno nell’imbuto di conversione. Ossia se la maggior parte dei tuoi utenti clicca ogni volta che invii una promozione ma, ovviamente, non compra, il tuo obiettivo sarà quello di creare un workflow automatizzato perché ciò accada.

Ovviamente se ciò che accade è che una volta scaricato un ebook gratuito, i tuoi utenti non visitano più il tuo sito, ciò che vuoi è attirarli nuovamente.

In definitiva si tratta di porti degli obiettivi o mete da raggiungere con i tuoi utenti e decidere qual è il workflow più efficace per la tua attività.

La cosa migliore è farlo per obiettivi e passo passo. Non cercare di fare tutto. Devi porti piccole mete e man mano che controlli il software di automatizzazione del marketing aggiungi ulteriori workflows. Alla fine ne avrai tanti, a seconda delle azioni che effettuano gli utenti.

E la cosa migliore è provare. Lo strumento ti farà un’analisi dei migliori workflows. Quindi potrai adattarli, modificarli o eliminarli. Ma ricorda che non esiste il workflow perfetto dall’inizio.

Alcuni esempi di workflows efficaci

Se sei nuovo nel marketing automationi, comincia a creare flussi di lavoro basici che funzionano sempre. Questi sono alcuni dei migliori:

1.- Non far fuggire gli utenti più leali

Con il marketing automation puoi identificare clienti leali attraverso le loro interazioni con il tuo brand. I contatti leali sono una risorsa di valore per te. Devi coccolarli.

Questi contatti possono funzionare come un’estensione del tuo team marketing per diffondere informazioni sulla tua attività. Per prima cosa crea la lista che determina chi sono questi clienti. Puoi utilizzare criteri come:

  • Interazione nella campagna di mailing degli ultimi sei mesi
  • Numero ordini effettuati negli ultimi sei mesi
  • Download di contenuti

Stabilisci indicatori e tempi in base alle tue necessità e obiettivi. Una volta che lo hai fatto si tratta di creare il workflow inserendo questi contatti nella lista per poi creare azioni concrete con i criteri configurati.

2.- Carrello abbandonato

Se hai un eCommerce uno dei workflow che funziona meglio è il remind del carrello abbandonato. Si tratta di inviare una mail di tracciamento alle persone che abbandonano i carrelli.

È un modo efficace per recuperare conversioni. Questo tipo di mail ha il tasso di apertura che è il doppio rispetto alle mail normali. Stabilisci un tempo medio di 24 ore per inviare le mail di remind.

Il workflow che hai creato dovrà verificare se l’acquisto è stato effettuato o no. Se la transazione non è avvenuta, puoi inviare una mail per ricordare agli utenti che hanno lasciato articoli nel carrello.

3 – La mail di benvenuto ai nuovi iscritti

Le mail di benvenuto sono un buon modo per entrare in contatto con gli utenti che decidono di iscriversi alla tua newsletter. Questi utenti hanno molto valore, non perderli di vista. Una buona mail di benvenuto è essenziale. Le mail di benvenuto sono utili per:

  • Dimostrare cosa ti rende speciale.
  • Stabilire aspettative per i tuoi utenti. Cosa si devono aspettare quando hanno a che fare con il tuo contenuto?
  • Dare il benvenuto ai nuovi utenti e renderti più umano.
  • Sorprendere gli iscritti con un vantaggio extra, uno sconto per il primo acquisto, un contenuto scaricabile…le opzioni sono infinite.

Una volta che lo hai creato e provato applica anche altri workflow di automatizzazione delle mail.

4 – Crea contenuto scaricabile

Il contenuto scaricabile è uno dei modi migliori per raccogliere informazioni dei clienti potenziali. Se il tuo contenuto si può scaricare, puoi utilizzare un form per raccogliere informazioni. Si trasformerà nel tuo strumento principale di lead generation.

Fai in modo che il tuo database cresca creando un db di utenti interessati ai tuoi prodotti o servizi. Comincia creando una landing page dove collocare contenuti scaricabili.

Quando qualcuno compila il form per ricevere il contenuto, l’indirizzo è inserito nel database. Una volta aggiunta la mail alla lista, il flusso invierà automaticamente una mail con il contenuto richiesto.

Se sei pronto e sai qual è il workflow più efficace per la tua attività puoi cominciare a creare il tuo workflow. E lo puoi fare con la nostra piattaforma MDirector. L’unica piattaforma di email marketing e SMS che incorpora un generatore di landing pages e l’acquisto programmatico (RTB) sullo stesso strumento. Ti iscrivi?

Whitepaper Esclusivo
Come configurare SPF e DKIM
Configurati SPF e DKIM e fare campagne di email marketing funzionano meglio

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?