Le 7 C del digital marketing

7 Settembre, 2018 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Hai sentito parlare delle 7 C del marketing digitale? Magari non le hai ancora ben chiare o non hai ancora famigliarizzato con questi aspetti. Ma non importa. Il mondo digitale vive un cambiamento costante. E il tuo lavoro oltre a sviluppare buone strategie dipende in buona parte dalla capacità di adattamento.

Di fatto, tutto ciò che si muove nel mondo del marketing è cresciuto con le famose 4 P: prodotto, prezzo, distribuzione, promozione. Erano al centro di tutte le campagne che probabilmente hai sviluppato nel tempo.

Ma quando ti diciamo che il tuo successo dipenderà in gran parte dalla tua capacità di adattamento, c’è un motivo. Man mano che sono sorte nuove tecnologie questo concetto si è evoluto come tanti altri concetti.

Sicuramente ti sei adattato poco a poco. Il nostro lavoro è quello di fare in modo che tu sia aggiornato e possa applicare le nuove tendenze e conoscenze nelle strategie attuali. Per questo, già l’anno scorso ti abbiamo parlato delle novità sorte attorno alle 4P. Ora sono personalizzazione, promozione, abbinamenti nelle community e previsioni modellate.

Ma le 7 C del marketing digitale? Sai a cosa fanno riferimento? O quando applicarle?

Quali sono?

Come sai il contenuto è il re e per gestirlo c’è il Content Marketing. Tenendo tutto ciò in considerazione, l’auge del Digital Marketing ha portato con sé diversi focus strategici per creare contenuti di qualità, tra il resto.

Perché tu lo capisca, le 7 C del Digital Marketing nascono come principi fondamentali del Content Marketing. Di fatto sono quelle che ti aiuteranno a creare strategie potenti.

Come sai, il marketing dei contenuti ha come obiettivo di creare e distribuire contenuti rilevanti e interessanti per gli utenti. Parte dalle necessità del tuo target e prosegue sulla base degli interessi per generare connessioni forti. Ma per creare una buona strategia di contenuti è necessario creare una base che filtri le informazioni.

E così arriviamo alle 7 C del digital marketing. Sapendo ora su quale campo lavorano, ti sei fatto un’idea di quali possono essere?

1.- Qualità, la prima delle 7 C del digital marketing

Hai sentito parlare delle 7C del digital marketing? Se non hai ancora famigliarizzato con questi aspetti ti spieghiamo come ottimizzare i tuoi contenuti: qualità.

Sei tra coloro che preferiscono creare contenuti di qualità? O dai più valore alla quantità? Se stai decidendo come rispondere ti interesserà ciò che segue.

Sicuramente devi essere costante e pubblicare contenuto regolarmente. Ma ciò non significa che devi condividere qualsiasi cosa. Ti consigliamo quanto segue: se pubblichi un post o qualsiasi informazione aggiuntiva deve essere rilevante per il tuo target e devi lanciarla al meglio. Altrimenti lascia stare.

Quando creai qualsiasi tipo di contenuto devi sempre fare in modo che sia di qualità. L’utente deve percepirne il valore. Il tuo obiettivo, oltre a fornire contenuti su un tema concreto, deve essere quello di lasciare il segno. In senso positivo.

Creare ricordi positivi ti aiuterà a costruire la tua brand image. Ti consoliderà come attività di qualità e di fiducia. E ti permetterà di mantenerti nel top of mind dei tuoi clienti.

La qualità, la prima delle 7 C del digital marketing, include l’esperienza di navigazione. Indipendentemente dalla quantità di contenuto che crei e per quanto sia rilevante, se non si visualizza bene non servirà a nulla. Anche se ora ti sarà già chiaro, la grafica responsive è parte delle tue strategie.

Lo sai già, non importa se il contenuto è un post, un video, un’infografica o altro. Gestiscilo al meglio, adattalo a tutti i dispositivi e crea una presentazione interessante.

2.- Quantità

Il fatto che il tuo sito o i tuoi social siano pieni di contenuti non significa che tu sia meglio degli altri. Ti sei chiesto cosa chiede realmente l’utente? La quantità del contenuto che crei deve basarsi sulla risposta a questa domanda.

Come puoi immaginarti, quando parliamo di quantità non solo ci riferiamo ai tuoi post. Probabilmente hai un piano di contenuti per il blog e per i social ed è a tutto questo che devi pensare.

Tutto dipende dalle risorse che hai per generare contenuti di qualità. Se pensi che sul tuo blog puoi condividere più di un post settimanale, sarà perfetto. Altrimenti anche uno basterà. Ma non scendere oltre.

Sui social la seconda delle 7 C del digital marketing è diversa. La quantità è maggiore. Su Facebook ti consigliamo di condividere tra 3 e 5 pubblicazioni alla settimana. E su Twitter tra le 5 e le 10. Anche se poi sempre creare il tuo piano dei contenuti con lo stesso numero di pubblicazioni su entrambi i social.

Su Linkedin anche un post meno post saranno sufficienti. Inoltre ti consigliamo di considerare sempre gli orari di pubblicazione per sapere quando avrai più impatto.

3.- Condivisibile

Crea contenuto interessante e rilevante che la tua audience voglia condividere. In un mondo in cui i social sono all’ordine del giorno e i brand competono duramente nel mondo digitale dovrai fare di tutto per differenziarti.

Il sogno di qualsiasi brand è creare campagne di marketing virali. Ma è più complicato di ciò che sembra. Nonostante tutto è la chiave per emergere e differenziarsi dalla concorrenza, quindi devi cominciare a creare contenuti che gli utenti vogliano condividere.

Tra i tipi di contenuti che hanno successo, le immagini, i video e le infografiche sono i preferiti degli utenti quando si tratta di condividere. E anche a questi contenuti devi dare un tocco speciale.

Gli elementi virali di solito hanno un elemento emotivo che colpisce di più gli utenti. Quindi cerca di generare emozioni nel destinatario.

4.- Contatti

I contatti, una delle 7C del digital marketing e forse quella che guida la strategia. A cosa fa riferimento? Questa ‘C’ lavora per far sì che i tuoi contenuti generino conversazioni nel pubblico. In definitiva, generare engagement.

Come puoi immaginare, per quanto tu possa generare contenuto di valore, lanciare elementi continuamente, facili da condividere, può essere tutto inutile se ciò che crei non interessa agli utenti.

Per questo è qui che devi pensare al tuo target. Di cosa ha bisogno, cosa ama, dove naviga, che pagine visita, con quale frequenza, quali sono i suoi interessi, i suoi problemi, i suoi dubbi…

Una buona strategia per il tuo blog è che ogni tanto sviluppi una guida per educare i tuoi lettori. Cerca gli argomenti più discussi e gestiscili. Se crei contenuti necessari, potrai coinvolgere la tua audience.

Allo stesso modo, come ti abbiamo detto anteriormente, le emozioni sono un fattore che aiuterà il tuo target a identificarsi con te.

5.- Creatività

Internet è carico di contenuto. Le pagine web, i social, le strategie di email marketing o sms…assolutamente tutto ciò che trovi mentre navighi avrà vissuto un processo previo in cui ha cercato di emergere.

Richiamare l’attenzione del target non solo è possibile con contenuto di qualità e una frequenza stabile. Se ciò che vuoi è emergere e generare un impatto positivo, dovrai sfoderare la tua creatività. Utilizza il branded content, i colori e le grafiche ditendenza.

6.- “C” di Costanza

È molto facile: o ti organizzi o non puoi fare nulla. La base del successo sta nella pianificazione, e la costanza richiede un ordine per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Per cominciare, osserva il calendario di marketing per quest’anno. Dopo aver visto tutte le date importanti, crea il tuo calendario per organizzarti. E a partire da qui completa il tuo calendario con le azioni che lancerai in ogni piattaforma in modo da avere i contenuti pronti in anticipo.

7.- Quantificabile

Arriviamo all’ultima delle 7C del digital marketing e una delle più importanti per sapere se la nuova strada intrapresa ha avuto successo o se devi cambiare qualcosa.

Approfitta dei vantaggi offerti da strumenti come Twitter Analytics per conoscere la reach delle tue pubblicazioni e le informazioni che le Fan Pages ti offrono. In questo modo, potrai sistemare la tua strategia dando più importanza ai contenuti che offrono migliori risultati.

Ma le 7C del digital marketing saranno impossibili da mettere in pratica senza un’adeguata strategia di digital marketing. Che ha a che fare, in molte occasioni, con l’utilizzo di piattaforme di marketing che centralizzano tutti i tuoi sforzi. Il vantaggio di strumenti di Email Marketing e Marketing Automation come MDirector è che ti permettono di creare una strategia e gestirla in maniera congiunta. Il cliente sarà lo stesso ma tu lo raggiungerai attraverso diversi canali, aumentando le possibilità di comunicazione e conversione.

Whitepaper esclusivo
Email Marketing, il perfetto alleato dell'e-commerce
Scopri come migliorare le vendite del tuo e-commerce con l'Email Marketing

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?