6 e-mail transazionali per e-commerce: conoscili tutti

6 e-mail transazionali per e-commerce

9 marzo, 2020 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Conosci sicuramente cosa sono le mail transazionali. Sebbene molte aziende possano e debbano utilizzare questo strumento, è anche vero che questi messaggi sono associati alle società di e-commerce. Ed è che le e-mail transazionali sono le chiavi di qualsiasi e-commerce.

Se vuoi automatizzare e sfruttare i vantaggi di queste e-mail, MDirector ha un servizio di posta elettronica transazionale. Puoi richiedere l’attivazione del modulo di posta elettronica transazionale MDirector inviando un’email a soporte@mdirector.com.

Principali email transazionali per l’e-commerce

Ricorda che l’e-commerce, o commercio elettronico, si basa sull’acquisto e la vendita di prodotti o servizi attraverso Internet e altre reti di computer. Si tratta di aziende che alla fine dipendono interamente dal loro posizionamento su Internet e dalla loro immagine di brand.

Ci sono molti negozi o aziende che hanno una pagina web, come piattaforma, per distribuire i loro prodotti e avvicinarsi al pubblico. Allo stesso modo, hanno una presenza nelle reti e usano, in misura maggiore o minore, tali mezzi per affinare la loro immagine di brand, conoscere il loro pubblico e avvicinare i loro prodotti target.

Ma la differenza sta nel negozio fisico. L’e-commerce non ha questa presenza “a livello di strada”. Da qui la necessità per l’e-commerce di sviluppare una buona strategia commerciale su Internet.

Ruolo delle e-mail transazionali per l’e-commerce

Come accennato, l’e-commerce deve utilizzare tutti gli strumenti disponibili per sviluppare l’immagine del proprio brand. Pertanto, le e-mail transazionali svolgono un ruolo fondamentale.

Le e-mail transazionali funzionano in risposta a molte delle interazioni effettuate dagli utenti. Esistono tanti tipi di email transazionali quanti sono i tipi di interazioni.

Ogni azione intrapresa dall’utente in merito al brand, ad esempio iscriversi alla newsletter, effettuare un ordine o semplicemente accedere al Web per la prima volta, deve avere una risposta immediata da parte del brand. È il modo in cui l’e-commerce deve mostrare al cliente che l’azienda si prende cura dei clienti e che tiene conto dei loro gusti. È anche un modo per rispondere alle esigenze degli utenti anche prima che vengano generate.

Per i principianti sono un buon modo per convertire i lead in clienti, anche se servono anche a “seguire” utenti che consultano il web. Dopotutto, puoi ottenere molte informazioni: come navigano, cosa consultano, quando e come, con pochi dati.

È anche un buon modo per creare un canale di comunicazione diretto ed efficace con i clienti. Si tratta di inviare un’e-mail specifica, o il più specifico possibile, per interagire con loro.

Caratteristiche essenziali delle transazioni e-mail di e-mail

Le e-mail transazionali nell’e-commerce devono avere caratteristiche specifiche, dopotutto hanno una doppia funzione. Da un lato, avvicinare il brand all’utente e, dall’altro, differenziarsi dalla concorrenza, in particolare quella che presentano un vantaggio competitivo a livello di ‘strada’.

Pertanto, le e-mail dovrebbero mantenere una struttura simile a questa:

  • Logo nell’intestazione. È importante che sia chiaro chi sta scrivendo. L’utente deve identificare il brand e i servizi offerti in un minuto.
  • Messaggio personalizzato. Le e-mail dovrebbero essere il più personalizzate possibile. Non si tratta di ringraziare l’utente in modo generico per aver fiducia nel brand, ma di identificarlo. Ad esempio, devi utilizzare il nome utente che è stato fornito per identificarsi, in modo da poter rendere il messaggio unico.
  • Risposta all’azione. Si tratta di rispondere all’azione che l’utente ha appena eseguito. Questa parte può essere ampia e varia. Può essere il riepilogo di un ordine, la nuova newsletter, la risposta a un questionario, ecc. Le opzioni sono infinite.
  • Le proposte. Dopo aver risposto all’azione dell’utente, è anche importante che l’e-commerce faccia alcune proposte. Ad esempio, prodotti correlati che potrebbero interessarti. Si tratta di trarre vantaggio da questo tipo di e-mail. Inoltre, sono le più lette, poiché l’utente desidera verificare che l’azione intrapresa sia stata registrata correttamente, e permettono di proporre altri prodotti.
  • Reti social. Come accennato in precedenza, i social network sono un aspetto fondamentale per l’e-commerce. Attraverso di essi si possono attirare più clienti e rafforzare il brand.

Quali sono le 6 e-mail transazionali chiave per un e-commerce?

1.- Benvenuto

È una delle migliori strategie per fidelizzare i clienti. Il cliente ottiene un’ottima impressione se, subito dopo aver trovato un negozio online che lo interessa, lo accoglie in modo amichevole e diretto. Il cliente potrebbe essere già abbonato, ma è anche una buona opportunità per registrarsi.

Oltre all’accoglienza, soprattutto se l’utente è già registrato, è possibile aggiungere informazioni sull’account creato. L’utente potrebbe essersi registrato correttamente, ma è una buona opportunità per contattarlo; è anche probabile che non abbia completamente compilato il suo profilo.

Questa e-mail dovrebbe essere presa come un invito per l’utente a creare un profilo il più completo possibile. Questa informazione è davvero utile quando si creano contenuti più adatti ai propri gusti o si ottengono le raccomandazioni giuste.

Ricorda che più il tuo profilo è accurato e vero, più il brand può avvicinarsi e consigliare l’utente.

2.- Conferma dell’acquisto

Forse una delle e-mail più rilevanti. Secondo uno studio di Marketing Metrics, tra il 60 e il 70% delle persone che hanno già acquistato in un negozio di e-commerce apre questa mail. Pertanto, le e-mail di conferma dell’acquisto sono quasi come un canale per vendere altri prodotti correlati.

I brand usano dichiarazioni come “altri utenti sono stati interessati a …” o “articoli relativi a …“. Alla fine, si tratta di consigli strettamente collegate ai reali interessi dell’utente, quindi le possibilità di un altro acquisto sono elevate.

3.- Conferma di spedizione

È necessario ricordare che, poiché gli utenti sono in attesa del tuo ordine, le e-mail di conferma delle spedizioni generano molte aspettative.

Inoltre, facilitare la spedizione è un aspetto fondamentale per il funzionamento di un e-commerce. Dal dare diverse opzioni di pagamento all’invio tempestivo di ordini internazionali. Tutto ciò può trattenere gli utenti.

D’altra parte, ricevere la conferma della spedizione e le modifiche che si verificano nella spedizione, è essenziale per gli utenti. I clienti che sanno dove si trova il loro ordine, con un codice che ti consente di tracciare il pacco, ad esempio, hanno un maggior grado di soddisfazione nei confronti dell’azienda.

Questi piccoli dettagli, che fanno parte delle e-mail transazionali, sono fondamentali per un e-commerce.

4.- Feedback

Molte aziende dimenticano questo tipo di mail ma è davvero utile. Si tratta di e-mail di soddisfazione.

Gli utenti stessi sono i più adatti a dare consigli. L’azienda può sempre abilitare una sezione di commenti in cui gli utenti esprimono la propria opinione sui prodotti.

Tuttavia, molti utenti non osano pronunciarsi pubblicamente e non vogliono lasciare commenti. L’e-commerce deve creare e-mail che raccolgono informazioni sulle opinioni degli utenti. Una forma di feedback.

È possibile richiedere la recensione del prodotto o anche un’opinione sincera del processo di acquisto o della navigazione sul Web. Queste testimonianze ti consentono di ottimizzare ciascuna delle azioni dell’azienda.

Tuttavia, in nessun caso si tratta di un’altra vendita. Deve essere chiaro che questo è un modo per raccogliere la soddisfazione del cliente. I clienti possono essere grati se l’azienda li consulta, ma non bisogna approfitarne per continuare a vendere. L’immagine del brand dipende anche dalla fiducia che gli utenti ripongono in essa.

5.- Fedeltà

L’e-commerce deve tenere presente che deve prendersi cura dei propri clienti. Loro hanno la possibilità di acquistare in pochi minuti dal momento che si tratta solo di un click.

Alcune aziende includono e-mail transazionali con buoni sconto per il prossimo acquisto. Una bella idea dell’azienda è quello di consegnare un vantaggio come premio per la fedeltà, dopo aver effettuato il secondo ordine, o come dettaglio, per la festa della mamma o il compleanno dell’utente.

I brand possono utilizzare questa funzione con un cliente fedele, che ad esempio da un po’ di tempo non effettua un acquisto. L’e-commerce non può ignorare questi clienti. Le e-mail transazionali possono anche tenere conto delle azioni passate degli utenti per recuperare il loro interesse e impegno.

6.- Abbandono del carrello

Come menzionato in altre pubblicazioni, è essenziale contattare l’utente dopo aver abbandonato l’acquisto. Secondo uno studio del Baymard Institute, la percentuale di carrelli abbandonati supera il 65%.

Lo stesso studio determina che questo abbandono è in gran parte dovuto al costo delle spese di spedizione o alle difficoltà incontrate nel processo di acquisto.

L’e-commerce deve disporre di un’e-mail transazionale specifica per risolvere questa situazione. Si consiglia di attendere un po’, fino a 24 ore, prima di inviare la mail specifica. È necessario allegare un riepilogo degli oggetti lasciati nel carrello e un collegamento diretto all’ultimo passaggio dell’acquisto.

L’utente deve disporre di tutte le informazioni dettagliate in modo da non perdere tempo a cercare il prezzo degli articoli e le spese di spedizione, tra il resto. È anche un buon momento per offrire un piccolo sconto.

In breve, si tratta di recuperare l’interesse del cliente al fine di recuperare l’intenzione di acquisto. Non sai come? Approfitta di una piattaforma di email marketing professionale come MDirector che ti aiuterà a generare le migliori e-mail transazionali per il tuo e-commerce.

Whitepaper esclusivo
Aumenta le tue vendite a natale con l'Email Marketing
Tutte le tecniche per incrementare le tue vendite a Natale, grazie all'Email marketing

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?