Consigli per microsegmentare il tuo database per l’estate

Consigli per microsegmentare il tuo database per l’estate

31 luglio, 2019 per NewsMDirector

Siamo nel cuore dell’estate ed è ora di preparare le tue campagne di email marketing per sfruttare al meglio la stagione. Un’attività che ti aiuterà ad avere successo in queste campagne è microsegmentare il tuo database.

La strategia di micro segmentazione è responsabile della crescita delle vendite. Secondo un’analisi sull’email marketing effettuata da Lyris il 39% delle aziende che hanno implementato la microsegmentazione basata sull’informazione specifica dell’audience e hanno adattato i messaggi hanno ottenuto il 39% in più di tassi di apertura, il 28% in meno di disiscrizioni e il 24% in più di vendite.

Microsegmentare il tuo database per le tue azioni di email marketing è una delle tattiche più importanti nella tua strategia di marketing. Otterrai subito molte entrate ed è il modo migliore affinché qualsiasi ecommerce rimanga in contatto con i propri clienti.

Microsegmentare il tuo database con un po’ di creatività e qualche azione automatizzata di email marketing ti permetterà di migliorare il ROI delle tue campagne. Ma sai come farlo?

Cosa ti serve per microsegmentare il tuo database?

Microsegmentare il tuo database può sembrare strano. Ma non spaventarti: è una strategia in evoluzione che si basa su se stessa. E la maggior parte degli strumenti di marketing che si basano sulle mail sono configurati per gestire diversi segmenti.

Non serve molto per cominciare a microsegmentare il tuo database se sei disposto a sforzarti per pianificare il tutto. Questo è ciò che ti serve a livello basico:

  • Dati dell’utente legati a una mail.Questi dati possono essere il genere o anche la squadra di calcio preferita. Se i tuoi dati sono scarsi, non preoccuparti. Puoi raccogliere le informazioni e creare profili man mano che avanzi.
  • Uno strumento di invio professionale, che funzioni bene per la segmentazione, come MDirector.
  • Un modo per organizzare i tuoi segmenti. Nella loro forma più pura i segmenti sono liste di mail legate a criteri. Molte app di marketing per email gestiscono i segmenti per te.

Consigli per microsegmentare il tuo database

Non ci sono regole strette su quali informazioni puoi o non puoi usare per microsegmentare il tuo database. In realtà qualsiasi dato legato alla mail specifica potrebbe essere un segmento o microsegmento.

Ogni azienda sa cosa differenti riguardo agli utenti in funzione dei prodotti che offri. Qui ci sono alcune idee per cominciare a microsegmentare il tuo database.

1.- Per Clima

Un modo di microsegmentare il tuo database è per clima dell’ubicazione geografica del cliente. Con la quantità di dati grezzi disponibili e la facilità con cui si entra in contatto con l’utente, si conosce l’ubicazione e si sa che clima c’è nell’area.

Allora se vendi abbigliamento il vantaggio di adattare il messaggio in funzione di questa segmentazione è ovvio. Microsegmenta secondo il cliema dell’ubicazione delle vacanze. Verifica dove trascorreranno le vacanze estive i tuoi clienti con una campagna previa in cambio di uno sconto o altro regalo per ottenere queste informazioni.

Lyft è un’azienda di trasporti statunitense che mette in contatto autisti e automobilisti condivisi attraverso un’app mobile. Ha notato che la richiesta di autisti è aumentata in base alle condizioni climatiche.

Quindi se una città aveva meno richieste per il clima, non aveva i criteri di alta richiesta e Lyft poteva anticipare la caduta della richiesta stessa inviando attivatori di mail secondo le previsioni climatiche.

2 – Per comportamento di acquisto

Un modo facile di microsegmentare il tuo database è farlo attraverso il comportamento di acquisto. Per questo dovrai segmentare i tuoi utenti in due: chi ha già comprato e chi no.

Sai già chi ha effettuato un acquisto e si fida del brand. Quindi puoi presumere che sarà più semplice portarlo a ricomprare. Sono anche eccellenti modi per fare cross selling o up selling. Ovviamente i clienti potenziali vanno trattati diversamente e devi stabilire fiducia. Puoi farlo inviando loro storie relative ai clienti soddisfatti, recensioni dei prodotti e del brand.

Per clienti che già hanno acquistato devi segmentare per tipo di acquisto, frequenza e valore. Il tipo di acquisto è una grande opportunità per far crescere le vendite. Ti dà anche un’indicazione relativa a che tipo di prodotti ama il tuo cliente e ti aiuterà a inviare mail con prodotti similari.

Se stai vendendo un prodotto che richiede di essere rimpiazzato poi inviare mail dirette alle necessità potenziali dei tuoi clienti. Utilizza questa microsegmentazione. Per esempio vendi rasoi? Puoi supporre che dopo alcuni mesi i clienti avranno bisogno di lame. Invia quindi una mail per invitarli ad acquistare i ricambi scontati.

Il valore di acquisto

Si tratta di un altro modo per microsegmentare il tuo database. Puoi utilizzare il comportamento di acquisto dei tuoi clienti per capire quali sono più propensi a compare i tuoi articoli più cari. O anche per vedere quali sono più interessanti.

Dopo puoi raggruppare i tuoi clienti secondo la data di acquisto e prima dell’estate avrai una lista pronta di clienti che solitamente acquistano in quel periodo. In questo modo potrai inviare mail con i prodotti nel range di prezzo desiderato.

3 – Per il livello di fidelizzazione

Microsegmentare il tuo database per fidelizzazione è la suddivisione più importante. Perché? Perché l’invio a persone che non aprono le tue mail pregiudica la tua deliverability.

Non inviare mail a chi non risponde da più volte. Inviale a chi ti risponde e lo farà anche in estate.

Le aziende che vendono solo articoli cari come i concessionari automobilistici vedranno un interesse nel ciclo di vendita. E anche una caduta dopo che i clienti hanno effettuato un acquisto, dato che dopo l’acquisto di un’auto non ne compreranno un’altra.

4 – Per gli ultimi acquisti effettuati

Se un segmento della tua lista ha comprato, usa questa informazione per inviare ai clienti cosa interessa loro. Poi aumenta il rendimento identificando le opportunità di vendita aggiuntive o prodotti complementari.

Casper, il fabbricante di componenti per i letti, invia una mail sugli altri prodotti che offre. In questo caso Casper potrebbe microsegmentare mandando email su altri prodotti agli ultimi clienti in base al clima. Copriletti leggeri o pesanti in base al clima.

5 – Per la posizione nell’imbuto delle vendite

Per quanto elegante sembri questa strategia di segmentazione, in realtà è una delle più efficaci. I clienti non devono ricevere tutti lo stesso trattamento. Ognuno necessita di azioni differenti in base alla posizione nell’imbuto delle vendite.

I nuovi utenti, nella parte superiore dell’imbuto, stanno conoscendo il brand. Devono essere selezionati con una serie di Benvenuto generali che presenti loro il brand, le offerte e generi fiducia.

La mail più popolare, alla fine dell’imbuto è quella del carrello abbandonato. Inviando una mail a questi clienti ricordando il carrello e offrendo uno sconto per incentivarli a portare a termine l’acquisto può migliorare il tuo tasso di conversione del 35,26%. Soprattutto se microsegmenti per età, gusti, ubicazione.

La microsegmentazione è vitale nell’email marketing

Negli ultimi 40 anni, gli uffici marketing sono dipesi dal principio che inviare 100.000 mail avrebbe generato da 1.000 a 2.000 vendite. Ora che il consumatore è il re della scena, il ritorno massivo è una realtà.

Siamo alla fine di un’era. La capacità degli uffici marketing di oggi di raccogliere dati sui consumatori ha reso la mail in uno strumento di massa. Il focus della microsegmentazione offre i mezzi per cui le aziende entrano in contatto non solo con prospect più caldi ma anche meglio posizionati nell’imbuto delle vendite.

Si ottengono anche migliori risultati per i professionisti di vendite e marketing dedicando più tempo a clienti di buona qualità. Il santo graal di un brand è raggiungere le persone adeguate con il messaggio corretto nel momento adeguato.

La microsegmentazione, con la personalizzazione, ti avvicinano alla visione che il marketing trasforma ogni messaggio in informazione utile.

Hai bisogno di aiuto? Conosci già alcune tecniche per microsegmentare il tuo database per l’estate. Ma devi ancora attivare le tue campagne marketing.

In MDirector ti aiutiamo. Con il nostro software di email marketing potrai comunicare e fidelizzare i tuoi clienti inviando le tue novità in forma personalizzata via mail grazie a una strategia integrata di cross channel marketing.

Whitepaper esclusivo
Aumenta le tue vendite a natale con l'Email Marketing
Tutte le tecniche per incrementare le tue vendite a Natale, grazie all'Email marketing

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?