Dimmi qual è il tuo obiettivo e ti dirò i tipi di newsletter che dovresti inviare

10 Gennaio, 2020 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Conoscere quali sono i giusti tipi di newsletter per ogni momento è essenziale per il successo di un brand. Oggi l’email marketing rimane una buona ed efficace strategia di marketing. Gestire bene le e-mail ti farà risparmiare un sacco di tempo e sforzi. E aumenterà le tue conversioni.

A seconda del business che hai e del cliente che stai cercando, è importante trovare i tipi di newsletter più adatti al tuo brand. Perché l’emailing è una disciplina perfetta per trattenere, interessare e convincere i tuoi potenziali clienti. Ma devi lavorare modo preciso.

Pertanto, i diversi tipi di newsletter indicheranno come rivolgersi al cliente. E determineranno l’immagine che il tuo brand ha tra gli utenti. Pertanto, è essenziale occuparsi del copy, del design, dei colori, delle CTA, delle immagini, … Esattamente tutto ciò che fa parte del messaggio e il contenuto di una newsletter.

Cosa serve per creare una newsletter?

Ogni azienda che inizia a progettare strategie di email marketing deve tenere conto dei seguenti 3 aspetti:

  • Un database debitamente segmentato con gli utenti della newsletter.
  • Una piattaforma di email marketing che funziona per il recapito dei messaggi.
  • Contenuto adeguatamente preparato e ottimizzato per ciascun destinatario.

D’altra parte, le newsletter sono uno degli elementi fondamentali di qualsiasi strategia di inbound marketing e hanno 3 obiettivi fondamentali:

  • Interesse
  • Conversioni
  • Fidelizzazione

Come fai a sapere che gli obiettivi pianificati sono stati raggiunti? Le due principali metriche che misurano l’efficacia di una campagna di email marketing sono:

  • Il tasso di apertura. Cioè, la percentuale di utenti che hanno aperto il messaggio che hai inviato alle loro caselle di posta elettronica.
  • Il CTR, click-to-rate, che è la percentuale di utenti che hanno fatto click su un collegamento dopo aver aperto l’e-mail.

Design e formati di posta elettronica differenziati

Per convincere un utente ad aprire la tua e-mail è importante che il campo dell’oggetto sia interessante, che ti incoraggi a fare click e aprire il contenuto. L’oggetto dell’e-mail e il mittente sono le variabili che incidono maggiormente sulla percentuale di apertura. È inutile realizzare un design perfetto e accattivante se il subject non ne invita l’apertura.

Pertanto, è necessario gestire al meglio la progettazione delle campagne di posta elettronica. È un fattore di base in qualsiasi strategia di email marketing poiché può condizionare notevolmente il CTR. Esistono tre principali formati di progettazione dei messaggi via e-mail:

  • Email con testo HTML. Ha un design molto semplice. Include l’elemento visivo occasionale come logo o un pulsante.
  • Email con rich HTML. È un messaggio che ha un marcato carattere visivo. È un formato generalmente utilizzato dall’e-commerce che cerca di distinguersi. È quello che di solito funziona meglio.
  • Email con testo semplice. Questo messaggio è sostanzialmente privo di design. Non contiene immagini o pulsanti, solo la formattazione del testo in grassetto o corsivo e il collegamento occasionale. Viene utilizzato di più per le comunicazioni interne.

5 tipi di newsletter su cui dovresti lavorare

Una campagna di email marketing, spesso supportata dal marketing automation, può prendere forma in vari tipi di newsletter. Questi sono 5 dei più comuni:

1.- La tradizionale newsletter

Come indica il nome, mira a informare. Generalmente non ha un obiettivo di vendita in quanto tale. Ma aumenta il traffico web e aiuta a fidelizzare i clienti.

È uno dei tipi di newsletter più utilizzati dalle aziende. Di solito sono messaggi con contenuti come post di blog, notizie di settore, studi o sondaggi.

Se hai lanciato un sito Web o un nuovo prodotto, comunicarlo tramite questo tipo di email può darti grandi risultati. Dì al tuo utente esattamente cosa vendi. È meglio essere onesti e non andare prenderlo in giro.

2.- Newsletter promozionali

Questo è il tipo di e-mail che notifica ad esempio agli abbonati offerte, promozioni, concorsi o eventi diversi. È totalmente focalizzato sul raggiungimento delle conversioni. È un altro tipo di newsletter rivolto a un pubblico segmentato.

È una delle newsletter più utilizzate dalle aziende. Ma è di vitale importanza utilizzare un design accattivante poiché il suo successo dipenderà da esso. Ed è consigliabile non bombardare i tuoi contatti con questo tipo di email poiché puoi ottenere esattamente l’effetto opposto.

Gli utenti potrebbero voler annullare l’iscrizione e ciò influirebbe sulla reputazione del brand. Per evitarlo è necessario creare newsletter che rispettino i seguenti aspetti:

  • Scrivi un titolo interessante per far risaltare di più la tua offerta.
  • Includi una fotografia dei prodotti da promuovere.
  • Posiziona le CTA in un posto molto visibile.
  • Sii conciso nei testi.
  • Aggiungi pulsanti social media.
  • È consigliabile, data la sua efficacia, reindirizzare gli utenti a diverse landing page ottimizzate.
  • Segmenta i tuoi clienti per poter fare offerte personalizzate.

Sono e-mail in cui i pulsanti di invito all’azione sono fondamentali per ottenere le conversioni desiderate. Non esiste una frequenza di spedizione specifica. Ogni settore e azienda deve scoprire quando inviarle per tenere informati i propri clienti su offerte e promozioni.

3.- Messaggi transazionali

Sono le classiche e-mail che vengono inviate per confermare un ordine, confermare una registrazione completata o rispondere a qualsiasi domanda relativa a un prodotto o servizio.

Sono newsletter importanti poiché riescono a creare affinità con il brand e incoraggiare l’interesse degli utenti. In questo tipo di messaggio l’utente deve riconoscere rapidamente l’origine dell’e-mail. Solo allora la aprirà rapidamente perché, ad esempio, potrebbe essere in attesa di una nuova password.

D’altra parte, anche la segmentazione in questo tipo di e-mail è importante. Trattandosi di uno dei tipi di newsletter a risposta immediata, viene inviato subito dopo un’azione dell’utente.

4.- Campagne stagionali e fedeltà

Sono altri messaggi che generano lealtà e promuovono la presenza del brand. Si basano su pretesti come l’offerta di promozioni o eventi. Alcuni di questi messaggi potrebbero avere coupon promozionali speciali o sconti sui prodotti.

Sono molto comuni a Natale o a San Valentino. È in queste date e occasioni che i tuoi clienti sono più predisposti a ricevere tali offerte e promozioni. Pertanto, in questo caso è fondamentale personalizzare i messaggi. L’inclusione di contenuti generici ne ridurrà considerevolmente l’efficacia.

Ricorda che la lealtà verso i tuoi clienti è ciò che può liberarti dalla concorrenza. Rafforza il legame che ti unisce ai tuoi utenti mettendo in evidenza i tuoi vantaggi rispetto ad altri brand.

Approfitta delle date designate indicate dai tuoi clienti come la data del loro compleanno per indirizzare loro un’offerta personalizzata o un regalo. In questo modo, miri direttamente alle loro esigenze. Quindi, è fondamentale studiare il loro profilo e comportamento. Solo allora questi tipi di newsletter saranno efficaci.

5.- Newsletter per richiedere il parere degli utenti

Questi sono messaggi che invitano gli utenti a compilare un sondaggio sul web. Sono progettati per ottenere l’opinione o conoscere la soddisfazione del cliente nei confronti di un determinato tipo di prodotto.

Naturalmente, l’unico modo per indurre gli utenti a fornire risposte è offrire loro qualcosa di reale valore. È il modo di coinvolgerli. E le loro risposte ti aiuteranno a generare nuove strategie di email marketing una volta che gli utenti saranno più segmentati.

Alcuni trucchi per creare una newsletter interessante

Non sei ancora sicuro di come progettare una newsletter che sia interessante per i tuoi abbonati? Prova a seguire questi semplici suggerimenti:

  • Cerca di creare subject brevi e concisi. Tieni presente che molti dei tuoi clienti apriranno queste e-mail sui loro smartphone e non è consigliabile un oggetto lungo.
  • Cosa dovrebbe includere l’oggetto della tua e-mail? Misura e cura il tema per ottenere più aperture. Queste sono alcune opzioni interessanti:
    • Puoi inserire il titolo del post a cui viene reindirizzato come oggetto della mail.
    • Un’altra opzione è includere un’etichetta per indicare il tipo di contenuto. Ad esempio, inserisci [NUOVO] tra parentesi quadre e maiuscole in modo che l’oggetto risulti nella posta in arrivo dell’utente.
    • Utilizza il nome del brand nell’oggetto per creare fiducia.
  • È importante prendersi sempre cura dei dettagli. Non è una garanzia di successo ma, ad esempio, non fa mai male inviare una e-mail di benvenuto a un nuovo abbonato ringraziandolo per la fiducia.
  • Sii creativo con la grafica.
  • Considera l’ora dell’invio delle e-mail.

Definisci chiaramente quando l’utente riceverà le tue e-mail

Un altro aspetto da considerare è la frequenza di invio dei messaggi. Non si tratta di quantità. Se non hai nulla di nuovo da dire, non inviare una newsletter. Avrà solo un effetto negativo e dannoso e stancherai l’utente.

Da qui la necessità di avere una strategia consolidata in cui contrassegnare la periodicità degli invii. Tutto dipenderà dal contenuto che generi. Ma un’opzione consigliata è chiedere agli utenti la frequenza con cui desiderano ricevere le tue comunicazioni:

  • Se generi contenuti quotidianamente potresti essere in grado di inviare un messaggio giornaliero.
  • Un’altra opzione è quella di inviare un’e-mail settimanale con un riepilogo del contenuto p30ubblicato o evidenziando uno dei più importanti.
  • Gli invii mensili sono più adatti per i contenuti evergreen.
  • Inoltre, non è conveniente inserire molti collegamenti nelle e-mail in quanto possono allungare il tuo messaggio.

Tuttavia, tutto ciò richiede l’uso di un software di email marketing professionale come MDirector che ti consente di gestire gli utenti e creare i migliori progetti di newsletter per ciascuno di essi.

Whitepaper esclusivo
Email Marketing, il perfetto alleato dell'e-commerce
Scopri come migliorare le vendite del tuo e-commerce con l'Email Marketing

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?