I passaggi da compiere per migliorare il posizionamento di Google

I passaggi da compiere per migliorare il posizionamento di Google

13 maggio, 2020 per Redacción
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Attualmente, il posizionamento di Google è diventato una necessità e persino un’ossessione. Prima, solo i webmaster o i professionisti SEO lo guardavano. Ma ora, molte aziende se ne occupano perché ti permette di ottenere una buona posizione nei risultati di ricerca.

Raggiungere una buona posizione Google è però sempre più complicato a causa della forte concorrenza. È chiaro che tutti vogliono essere nelle prime posizioni dei motori di ricerca. Questo perché le persone mostrano più interesse per le principali opzioni offerte dal motore di ricerca.

In questa era 2.0, i motori di ricerca hanno un ruolo fondamentale poiché al giorno d’oggi tutto è gestito sul web. È qui che entra in gioco il traffico organico che ha la capacità di superare qualsiasi altro tipo di traffico web.

Approfittando di questa esigenza attuale, le agenzie SEO offrono i loro servizi alle aziende. Tuttavia, in alcuni casi il prezzo di questo servizio è esagerato, quindi è meglio imparare a migliorare il posizionamento di Google da soli.

Come funzionano i motori di ricerca

Sapere come funzionano i motori di ricerca può essere molto utile per posizionarti tra i migliori. Il loro lavoro si basa sull’aiutare a ottenere ciò che stai cercando, non importa quanto sia complesso. E non si può negare che Google sia diventata la migliore biblioteca del mondo.

Usano la tecnologia in grado di analizzare i milioni di siti Web che vengono creati e che vengono aggiornati frequentemente. Hai solo bisogno che l’utente faccia una domanda o digiti una parola chiave nella barra di ricerca. Dopo averlo fatto, Google studia il contesto della domanda e determina l’intenzione della ricerca. Infine analizza i file correlati e li mostra all’utente.

La cosa più incredibile di tutte è che succede in pochi secondi, facilitando l’utente. Dimostrando così il grande potere che Internet ha in questi tempi. Ma se vuoi essere tra i primi posti nel posizionamento di Google devi applicare alcune strategie che ti faranno avere successo.

8 passaggi per migliorare il posizionamento di Google

Forse hai già implementato la tua strategia ma non stai ottenendo i risultati che ti aspettavi. In tal caso, è necessario ottimizzarla per migliorare il posizionamento di Google. Ma se non sai da dove iniziare, prendi nota dei seguenti passaggi che ti aiuteranno a raggiungere l’obiettivo:

1.- Contenuto originale e di valore

 

È della massima importanza creare contenuti e non puoi fare solo affidamento su informazioni altrui. Quello che non dovresti fare è un “copia e incolla” perché Google penalizza questa pratica. Se si tenta di pubblicare il contenuto esattamente come presente in un’altra pagina, verrà rilevato e penalizzato dal motore. Ovviamente questo ti impedirà di ottenere una buona posizione.

Per questo motivo, è essenziale dedicare del tempo alla creazione di contenuti che catturino l’attenzione del pubblico. Inoltre, è necessario applicare le tecniche appropriate all’interno del testo per migliorare il posizionamento in Google.

Come puoi farlo? Seleziona l’argomento che desideri sviluppare, scegli un titolo interessante e non molto ampio. Scegli la parola chiave che dovrebbe essere nel titolo e in diversi paragrafi del testo. Deve anche essere in alcune immagini dei tuoi contenuti. Questa è la tattica perfetta per posizionarti tra i primi posti nella ricerca.

2.- Parole chiave

Le parole chiave sono essenziali come già accennato nel primo passaggio, quindi è necessario spiegare la loro funzione. Per avere successo devono apparire in gran parte del contenuto a partire dal titolo e dai sottotitoli. Inoltre, nelle prime 200 parole del testo; puoi posizionarle anche sulla prima riga del paragrafo iniziale.

Ma non è tutto, è essenziale che siano presenti in tutto il testo in grassetto o corsivo, nella meta-descrizione, nel titolo e nel testo alternativo delle immagini e, se possibile, negli URL. Perché le parole chiave siano efficaci, lo 0,5% deve essere ripetuto in tutto il contenuto.

A volte non è facile determinare quale sia il metodo adatto. Quindi è necessario eseguire uno studio che definisce quali parole hanno il volume di ricerca più elevato. Se non sai come farlo Google Ads ti offre uno strumento specializzato, puoi trovarlo come “Keyword Planner”.

3.- Usa i link

All’interno dei tuoi contenuti puoi aggiungere collegamenti che reindirizzano ad altri argomenti sul tuo sito web. Puoi anche aggiungere collegamenti esterni, ovvero da altri siti con contenuti pertinenti che completano il tuo testo. Se inserisci link interni otterrai più traffico.

Questo aiuta anche altri blog o landing page a visitare la tua pagina. Se ciò che pubblichi sembra interessante, vorranno collegarlo al suo contenuto. È un modo per fornire feedback con altri brand o aziende presenti sul Web. Devi solo fare il test per vedere i risultati nel tuo posizionamento.

Tieni presente che devi collegare siti di valore, in poche parole che non indirizzano a pagine, virus e qualsiasi altra cosa non correlata. Se lo fai, Google lo rileverà e per questo può anche penalizzarti. Questo passaggio è semplice, devi solo fare affidamento su buone fonti.

4.- Tempo di permanenza

Uno dei molti aspetti che viene valutato per il posizionamento di Google è il tempo che il visitatore trascorre sulla pagina. Se il motore che l’utente sta navigando nel tuo sito per molto tempo, sarai avvantaggiato. Questo è il motivo per cui dovresti avere il tuo sito web ottimizzato.

Affinché gli utenti rimangano sulla tua pagina, devi disporre di contenuti che catturino la loro attenzione. Un’altra tecnica che puoi implementare è aumentare il tempo con video e immagini. Se sono abbastanza interessanti, la persona non si staccherà dallo schermo fino al termine.

5.- Grafica responsive

Cosa ha a che fare il responsive con il posizionamento di Google? È la tecnica che consente alle dimensioni del sito di adattarsi a qualsiasi dispositivo, sia esso mobile, tablet, e-book, pc, televisione, tra gli altri. Anche se può sembrare sorprendente, questo è uno dei parametri essenziali per posizionarti.

D’altra parte, quando i siti Web non hanno questo design, hanno un aumento significativo della frequenza di rimbalzo. Ciò riduce la possibilità di essere in una buona posizione nella classifica di Google. Puoi farti supportare con strumenti specializzati che ti mostrano come appare la tua pagina su diversi dispositivi.

6.- Velocità di caricamento

Un altro fattore estremamente rilevante è la velocità di caricamento del sito Web. Se supera i 6 secondi, qualcosa non va. Le persone non aspetteranno che si carichi, se ne andranno senza nemmeno vedere il contenuto e cercare un sito più veloce. Quindi devi analizzare cosa rallenta la tua pagina.

Esistono diversi aspetti che influiscono sulla velocità, ad esempio il modello utilizzato o il numero di plug-in installati. Se non li usi tutti, puoi eliminarne alcuni e sostituirli. Inoltre, anche le immagini influenzano la velocità di caricamento; ti consigliamo di posizionarle con una risoluzione adeguata. È possibile trovarene una vasta gamma che sono di qualità e non pesano molto.

7.- Contenuto evergreen

Il contenuto evergreen è il più accurato poiché ha il vantaggio che le persone possono continuare a leggerlo per molto tempo. Ma se gestisci altri tipi di contenuti, dovresti fare tutto il possibile per pubblicare argomenti evergreen che ti aiuteranno ad avere un buon catalogo di contenuti che ti aiuterà a posizionarti.

Tuttavia, i temi si aggiornano anche nel tempo e dovresti fare attenzione ad apportare le rispettive modifiche. Mantenere aggiornato il tuo sito Web ti aiuterà anche a ottenere un buon posizionamento su Google. Puoi fare il test in modo da verificare i risultati.

8.- Condividi sui tuoi social network

Potresti chiederti cosa hanno a che fare i social media con il posizionamento di Google? Bene, sono un grande alleato che ti aiuta ad essere in cima alle ricerche dei motori. Hai la possibilità di posizionare sul tuo sito web e in ogni contenuto i pulsanti che ti indirizzano alle tue piattaforme digitali. Ciò consentirà all’utente di condividere la tua pubblicazione, è un modo per aiutarti a diffonderla.

Un’altra buona opzione è quella di scrivere privatamente a persone che conosci a cui piacciono i tuoi contenuti. Puoi farlo tramite un’email in cui li inviti a leggere la tua ultima pubblicazione. Non dimenticare di lasciare un link in modo che li reindirizzi direttamente agli altri tuoi contenuti.

Ora che conosci i passaggi da seguire per migliorare il posizionamento di Google, devi solo metterti al lavoro sulla tua strategia. Se vuoi divulgare informazioni sul tuosito Web per ottenere una maggiore visibilità puoi fare affidamento su MDirector, che offre una piattaforma di email marketing con la quale è possibile inviare e-mail di massa. Fai il test!

Whitepaper esclusivo
Email Marketing, il perfetto alleato dell'e-commerce
Scopri come migliorare le vendite del tuo e-commerce con l'Email Marketing

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?