Fattori da considerare quando si sceglie uno strumento di email marketing professionale

26 ottobre, 2020 per NewsMDirector
Ti è piaciuto il nostro articolo?
[mr_rating_form]

strumento email marketing professionale

La scelta di un buon strumento di email marketing professionale a volte può essere un vero mal di testa. Soprattutto tenendo conto del numero di opzioni presenti sul mercato.

Tuttavia, mentre è facile lasciarsi sedurre da belle parole, ci sono alcuni fattori legati alla qualità e alla funzionalità di tali strumenti. Altri dipenderanno direttamente dalle esigenze dell’azienda. Perché a volte quantità non significa qualità.

Ciò che è chiaro è che sapere come scegliere lo strumento migliore è importante tanto quanto saper costruire una strategia di email marketing appropriata. Con questa guida si metteranno tutte le carte in tavola e si rivedranno gli aspetti da tenere in considerazione per ottenere il massimo da una strategia di emailing.

Come scegliere uno strumento di email marketing professionale

Effettuare un’indagine preliminare sulle funzionalità che le diverse piattaforme disponibili sul mercato possono offrirti ti consentirà di scegliere lo strumento di email marketing professionale più adatto ai tuoi interessi.

Non si tratta sempre di ottenere il massimo dei vantaggi a un prezzo elevato, ma di pagare un importo adeguato al proprio budget con la garanzia che le proprie esigenze saranno completamente coperte.

Di seguito troverai un elenco di tutti quegli aspetti da tenere in considerazione nella scelta dell’uno e dell’altro. Nessuno meglio di te può sapere di cosa hai bisogno affinché le tue strategie abbiano successo.

1.- Sii chiaro sulle esigenze della tua azienda

strumento email marketing professionale

Come è già stato detto, chiarire i tuoi obiettivi quando assumerai uno strumento professionale di email marketing è esattamente ciò di cui hai bisogno.

La decisione dipenderà dalle dimensioni della tua azienda, dal tuo settore, dalle aspettative che hai o da eventuali carenze che vuoi colmare. Allo stesso modo, dovrai anche determinare su cosa concentrare la tua strategia, ad esempio se devi generare landing page o integrare campagne con l’SMS marketing.

Una volta chiariti i requisiti minimi requisiti, sarà più facile iniziare a cercare le diverse opzioni disponibili. Certo, puoi sempre scegliere il più completo e dimenticare di fare una ricerca più ampia.

Tuttavia, può essere un grande spreco di capitale, poiché pagherai per funzionalità da cui non otterrai alcun tipo di ritorno. Si tratta di gestire ciò di cui hai bisogno, niente di meno e niente di più.

2.- Pacchetti di servizi

Pacchetti di servizi email marketing professionale

Tuttavia, una buona idea potrebbe essere quella di considerare se offri un servizio di prova o un piano gratuito. In questo modo, puoi iniziare a testare lo strumento e vedere se soddisfa le tue esigenze prima di lanciarlo per pagarlo.

La maggior parte offre piani diversi per soddisfare tutti i tipi di clienti. Principalmente, i prezzi sono dovuti al numero di invii mensili possibili, nonché all’accesso a funzionalità più interessanti.

Anche dare un’occhiata da vicino a tutti i piani disponibili è altamente raccomandato, anche quando hai bisogno di qualcosa di base o intermedio. È un buon modo per assicurarti che se la tua attività cresce, lo strumento scelto può continuare ad accompagnarti lungo il percorso.

3.- Segmentazione e personalizzazione

Come forse già saprai, la segmentazione e la personalizzazione sono fattori chiave per il successo di qualsiasi campagna email. Un buon strumento di email marketing professionale dovrebbe consentire una corretta segmentazione del database e nel modo più semplice possibile.

Ad esempio, avere filtri di segmentazione avanzati ti consente di avere un maggiore controllo sugli iscritti e sui loro gusti e interessi. Il che, a sua volta, ti garantisce di poter inviare i contenuti più rilevanti a ciascun utente e, quindi, una maggiore efficacia nella tua campagna.

Esistono molte altre funzionalità direttamente correlate al livello di segmentazione che uno strumento può raggiungere. Pertanto, è anche importante tenerne conto nella scelta.

4.- Lead Scoring

Lead Scoring

Un’altra caratteristica molto interessante per la scelta di uno strumento di email marketing professionale è la capacità di fornire un lead scoring approfondito.

Sebbene questo strumento tenda a volte a passare inosservato, la verità è che è strettamente correlato alla segmentazione e personalizzazione degli invii. Grazie ad esso, puoi rilevare quali clienti hanno maggiori probabilità di convertire o riattivare tutti quelli che non interagiscono con il tuo brand da tempo.

Consiste infatti nell’assegnare un punteggio a ciascun iscritto in base a parametri precedentemente stabiliti che obbediscono al comportamento dell’utente.

5.- Creazione di flussi di lavoro e lead nurturing

Con un buon sistema di Lead Scoring è molto più facile creare sequenze di e-mail e flussi di lavoro su misura per ogni iscritto. Ciò ti consente di guidare gli utenti attraverso l’intero percorso dell’acquirente.

La creazione di flussi di lavoro adeguati ti aiuta a educare i tuoi contatti, ma anche a guidarli efficacemente verso la conversione. Puoi inviare loro campagne automatizzate con informazioni e contenuti che sai saranno utili e pertinenti per loro.

6.- Integrazione con il CRM

Integrazione con il CRM

Un altro fattore molto decisivo nella scelta di uno strumento di email marketing professionale è la possibilità di integrarlo con altri strumenti o con software CRM. Senza dubbio, è qualcosa che ti renderà la vita molto più facile.

Essere in grado di collegare il tuo CRM al tuo strumento di email marketing ti consentirà di segmentare meglio i tuoi utenti, oltre a sviluppare campagne di marketing digitale molto più efficaci.

7.- Automazione degli invii

Al giorno d’oggi una buona strategia di email marketing non può essere concepita senza l’automazione delle spedizioni. E, in questo senso, la cosa più consigliabile è scegliere uno strumento di email marketing professionale che ti permetta di automatizzare il marketing.

Una delle caratteristiche più interessanti sono i risponditori automatici. È un servizio molto utile, soprattutto se si considerano quelle email transazionali che sono comuni in qualsiasi attività commerciale online.

Sono tutti quegli invii che si attivano automaticamente quando un’azione dell’utente li fa scattare. Ad esempio, un record che attiva un’e-mail di benvenuto o un acquisto che attiva un’e-mail di conferma.

8.- Rapporti e analisi

Rapporti e analisi

La misurazione e l’analisi della campagna è una parte essenziale di qualsiasi campagna di marketing. Infatti è ciò che permette di verificare l’efficacia della strategia e ottenere dati per migliorare le future campagne.

Pertanto, è importante che lo strumento scelto abbia rapporti dettagliati sull’andamento delle campagne. Allo stesso modo, questi rapporti dovrebbero consentirti di conoscere ciò a cui il tuo pubblico è realmente interessato e rilevare problemi o lacune nella tua strategia.

Principalmente, questi rapporti devono contenere determinate statistiche:

  • Aperture: il tasso di apertura è una delle metriche più importanti in una campagna di email. Ma anche grazie ai report sulle aperture è possibile determinare altri dati interessanti, ad esempio quali sono gli argomenti più interessanti, quali sono gli orari in cui le email vengono aperte di più e attraverso quali dispositivi gli utenti accedono alla posta.
  • Rimbalzi: puoi tenere traccia dei rimbalzi quando si tratta di un indirizzo inesistente o di un’e-mail respinta perché la casella di posta è piena.
  • Click: ti consente di sapere quanti utenti hanno cliccato sul tuo invito all’azione, da quali dispositivi e piattaforme di posta elettronica. Alcuni addirittura ti presentano una Heat Map che mostra dove gli utenti fanno più click.
  • Disiscrizioni: è importante verificare che il software di posta elettronica gestisca gli annullamenti in automatico. Non solo ti farà risparmiare lavoro, ma ti aiuterà anche ad ottimizzare il tuo database.

9.- SMTP e deliverability

SMTP e deliverability

Se personalizzazione e segmentazione sono fattori essenziali per l’email marketing, si potrebbe dire che il terzo è la deliverability. L’acronimo SMTP sta per “Simple Mail Transfer Protocol” e definisce un protocollo di comunicazione responsabile dell’invio di messaggi tra i server.

In effetti, è ciò che consente alle e-mail di raggiungere la posta in arrivo dei destinatari. Un server SMTP può essere utilizzato da qualsiasi gestore di posta, comprese le versioni desktop. La vera sfida è trovare uno strumento che abbia un servizio SMTP di qualità.

È proprio questo fattore che impedirà, in molti casi, che gli invii vengano identificati come SPAM finendo nello spam e influenzando negativamente la deliverability delle comunicazioni.

10.- Servizio tecnico

La qualità del servizio tecnico è spesso vista come un fattore secondario. Niente è più lontano dalla realtà! Una buona assistenza è essenziale per evitare disastri.

Nell’ambiente online, è comune riscontrare errori e arresti anomali del server, interruzioni degli script e una moltitudine di problemi con il servizio. Ed è chiaro che migliore è lo strumento, meno errori si verificheranno.

Tuttavia, se si verificano, una risposta rapida dalla piattaforma è fondamentale in modo che la questione non influisca sul tuo brand e porti a un deterioramento della fiducia dei tuoi clienti.

Sai quale strumento include tutte queste funzionalità e molte altre? MDirector è una piattaforma leader per l’email marketing professionale, la generazione di landing page e l’SMS marketing.

Whitepaper esclusivo
Email Marketing, il perfetto alleato dell'e-commerce
Scopri come migliorare le vendite del tuo e-commerce con l'Email Marketing

Stai cercando uno strumento di Email Marketing professionale?